La tradizione vuole che la notte di Capodanno si mangi il “Cotechino con le lenticchie”, come buon augurio per l’anno nuovo.

Il cotechino in antichità era un piatto povero, mangiato dai contadini insieme ai legumi, ritenuto abbondante e sostanzioso, perché formato da un impasto di carne magra, grasso e cotenna di suino.

Le lenticchie sono tra i legumi più antichi, coltivati dall’uomo e legate al significato dell’abbondanza. All’epoca, i romani regalavano a Capodanno borse con dentro lenticchie, con la speranza che si trasformassero in monete.

Da allora, questi due alimenti simboleggiano la ricchezza, l’abbondanza e la fortuna.

Oggi voglio proporvi una “Millefoglie di cotechino e lenticchie”.

Ingredienti per 6 millefoglie

  • Pasta sfoglia 2 rotoli
  • Rosmarino 1 rametto
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

PER IL COTECHINO

  • Cotechino 650 g
  • Carote 1
  • Sedano 1 costa
  • Cipolle 1
  • Pepe nero q.b
  • Sale grosso 1 cucchiaio

PER LE LENTICCHIE

  • Lenticchie 100 g
  • Cipolle ½
  • Sedano ½ costa
  • Carote ½
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.

Procedimento:

Lavate e tagliate le verdure accuratamente, ponetele in una pentola con lenticchie e acqua, fate cuocere il tutto per circa 30 minuti. A cottura ultimata frullate il composto con un mixer e lasciatelo freddare.

Prendete una pentola grande con abbondante acqua, immergete il cotechino con le verdure, fate cuocerlo per circa due ore, se utilizzate il cotechino precotto i tempi saranno ridotti. Dopo che sarà ben cotto, liberatolo dalla pelle e sbriciolatelo.

Con un coppapasta di diametro 11 cm, ritagliate dei cerchi e posizionateli su una leccarda ricoperta da carta da forno. Tagliate del rosmarino e conditelo con olio extravergine, utilizzate l’emulsione ottenuta per spennellarla sui cerchi di pasta sfoglia. Metteteli in forno per 10-15 minuti a 180 gradi.

Per comporre la nostra millefoglie, spalmate uno strato di crema di lenticchie su un piatto, ponete un disco di pasta, poi ricoprite con uno strato di crema e uno di cotechino sbriciolato. Seguite con un secondo disco di pasta, uno stato di lenticchie e uno di cotechino, chiudete il tutto con un terzo disco di pasta sfoglia.

Nota Bene:

Prima di cuocere il cotechino, bucatelo con uno stecchino di legno, affinché possa fuoriuscire il grasso in eccesso. Il vostro cotechino sarà più leggero e meno pesante. Da bere vi consiglio un Lambrusco di Sorbara, vino leggero e delicato, ripulisce la bocca dalla grassezza rilasciata da questo piatto.

Buon Capodanno a tutti!