Salsiccia lugànega è il nome tradizionalmente attribuito ad un insaccato fresco di carne di suino, macinata insieme a grasso di suino, insaccata a filza, da consumarsi previa cottura diretta del prodotto oppure nella preparazione di altre pietanze, come ad esempio di risotti.Vediamo qui un modo per esaltarne il gusto

Ingredienti

300 gr di salsiccia lugànega
1 cavolfiore
1 cipolla ramata
1 bicchiere di vino bianco secco
sale
pepe
olio extravergine
1 foglio di pasta sfoglia
1 cucchiaio di burro
300 ml di latte
2 cucchiai di farina
1 pizzico di noce moscata
1 foglia di alloro
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaio di semi di papavero
1 uovo

Cominciate con la cipolla tagliata finissima che stuferete con due cucchiai d’olio, il rosmarino e l’alloro. Quando sarà trasparente aggiungete la salsiccia lugànega tagliata a pezzetti. Alzate la fiamma e fate dorare bene. Sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.

Aggiungete il cavolfiore tagliato a pezzettini piccolissimi, chi volesse lo può anche grattugiare, e un cucchiaio d’acqua. Saltate velocemente e fate asciugare il tutto regolando di sale e di pepe.

Ora fate una besciamella densa scaldando il burro. Quando spumeggerà aggiungete la farina e mescolate bene. Aggiungete poco alla volta il latte bollente e mescolate continuamente per non far fare i grumi. Cuocete a fuoco basso e solo alla fine aggiungete noce moscata, sale e pepe.

Unite tutti gli ingredienti creando un massa ben soda e versatela in una pirofila da forno leggermente oliata. Sigillate con la pasta sfoglia premendo bene sui bordi e spennellatela con l’uovo leggermente sbattuto.

Decorate con i semi di papavero e cuocete in forno a 180° fino dorare bene la sfoglia. Pronti. Sfornate, lasciate intiepidire e servite in tavola.