Quella di Gay-Odin è la storia di un amore, di una famiglia e di una grande passione per il cioccolato. Tutto ha inizio a fine ‘800 quando Isidoro Odin, giovane piemontese di Alba, decide di trasferirsi a Napoli per realizzare un sogno: aprire un’attività tutta sua imparando dallo zio Francesco che sotto i portici di Piazza del Plebiscito ha una piccola cioccolateria. 

Ancora oggi la Gay-Odin è un’azienda orgogliosamente a conduzione familiare. La Fabbrica, nel palazzo Liberty di via Vetriera, e dal 1993 Monumento nazionale, è in piena attività: il metodo di lavorazione rimane ancorato alla tradizione, le mani prevalgono sulle macchine e i processi  produttivi sono ancora artigianali.

Nel 2003 nasce la prima linea fredda. Il gelato Gay Odin è un’ode al cioccolato e ai gusti di una volta. Coni e coppette si riempiono di creme al gusto Foresta, Cremino e Ghianda oltre ad una varietà di gelati al cioccolato aromatizzati con essenze di cannella, zenzero, peperoncino, caffè e rhum.

Oggi la nuova sfida della famiglia Maglietta risiede nell’e-commerce: le eccellenze artigianali di Gay-Odin si affacciano per la prima volta alla vendita online per offrire ai clienti di tutta Italia la possibilità di ordinare e ricevere comodamente a casa le specialità dell’antica Fabbrica di cioccolato di Napoli.

Abbiamo intervistato Marisa Del Vecchio A.D. di Gay-Odin che ci ha raccontato qualcosa in più del loro grande successo!!!! 

Con l’arrivo dell’estate, la vostra linea fredda la fa da padrona, come nasce?

Da sempre siamo specializzati nella lavorazione del cacao con il quale realizziamo i nostri celebri nudi artigianali. Ma si sa, il cioccolato è un prodotto stagionale, la cui produzione e consumo con l’arrivo dell’estate va progressivamente scemando. La linea fredda nasce infatti dalla voglia di destagionalizzate il cacao, prodotto di punta dell’azienda, per permettere a tutti i nostri clienti di assaporare le note aromatiche delle bacche più pure anche durante i mesi caldi. E’ così che nel 2003 abbiamo creato i primi gelati Gay-Odin che prendono ispirazione proprio dai nostri cioccolatini: c’è il gusto Cioccolato Foresta, una crema intensa che si ispira al nostro prodotto iconico per eccellenza, c’è il Cremino, il Verde Prato ma anche la Ghianda e poi una varietà di creme al cioccolato aromatizzato alla cannella, allo zenzero, al peperoncino, al caffè, con scorzette di arancia e al rhum.

La vostra gamma va da gelati e sorbetti, a torte gelato e semifreddi, ci può raccontare qualcosa in più?

Produrre gelato inizialmente è stata una sfida, un terreno nuovo da esplorare. Ma è bastato osservare la reazione di stupore sulle facce dei nostri clienti durante i primi assaggi per capire che eravamo sulla buona strada, che il nostro intuito ci stava portando nella giusta direzione. Da qui l’idea di ampliare le nostre proposte: siamo partiti dalla nostra materia prima per eccellenza proponendo un ampio ventaglio di gelati al cacao, un successo dopo l’altro. Poi però ci siamo spinti oltre cominciando a produrre anche le classiche creme al caffè, alla nocciola e al pistacchio alle quali abbiamo affiancato delicati sorbetti di cioccolato prodotti con una base di acqua e sorbetti realizzati con frutta di stagione. La gamma di proposte fredde si completa con torte gelato, tartufi e semifreddi da prendere e portare via, pensati per essere un fine pasto da condividere in famiglia.

L’App Gay-Odin, che è stata lanciata in piena emergenza da Covid-19, ha registrato un incremento di +120% nelle vendite, vi aspettavate questo successo?

Ci speravamo molto. Da diversi anni ormai investiamo in tecnologia e innovazione consapevoli del fatto che essere un’azienda storica vuol dire tenere sempre il passo, imparare a cambiare in meglio senza mai tradirsi, studiare gli andamenti del mercato e le nuove modalità di acquisto dei clienti. Certamente i mesi difficili che abbiamo attraversato nell’ultimo anno hanno dato una sferzata importante allo sviluppo della App Gay-Odin perché è proprio tramite questa tecnologia, ma anche attraverso le vendite online del sito, che siamo riusciti a mantenere sempre in attivo la produzione soddisfacendo tutte le richieste dei nostri clienti. La crescita è stata certamente graduale all’inizio, poi ci sono stati picchi nei mesi di Natale e Pasqua, e adesso un nuovo incremento con la vendita dei gelati. Tutto questo ci ha fatto sentire il calore dei nostri clienti affezionati, benzina pura che ci ha dato la carica necessaria per non demordere mai, anche nei momenti più difficili.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Uno dei vostri punti di forza, anche per il gelato, è dovuto alla scelta delle materie prime 100% naturali senza l’impiego di conservanti, coloranti o addensanti, come viene percepita questa scelta dai clienti?

Come dicevo i nostri clienti non mancano mai di farci sentire il loro affetto e la loro vicinanza. Chi entra negli store Gay-Odin sa che per scelta etica nei nostri laboratori non usiamo coloranti, conservanti né addensanti. Crediamo infatti che passione, qualità e trasparenza siamo i veri ingredienti del successo, quello che oltrepassa le frontiere del tempo. Questo ovviamente ci impone una grande cura nel selezionare solo ingredienti di prima scelta, dal sapore intenso e genuino, a cominciare dal cacao di varietà criollo e fave di provenienza centro americana lavorate “in maniera gentile” a basse temperature per mantenere inalterate tutte le proprietà organolettiche del prodotto. Ma molti sono anche i prodotti che selezioniamo dai migliori agricoltori locali e nazionali, specialità del made in Italy che vanno ad impreziosire barrette di cioccolato, nudi, creme gelato, dolci e creme spalmabili: le mandorle pugliesi, le nocciole di Giffoni, le noci di Sorrento, l’albicocca del Vesuvio, il pistacchio siciliano e le scorzette d’arancia a Km 0 provenienti dal giardino che circonda la fabbrica. L’amore che mettiamo in ogni lavorazione, le ricette antiche realizzate come una volta, la manualità e l’artigianalità, tutto a nostro avviso concorre a dare vita ad un prodotto di qualità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra i vostri gusti cult troviamo Cioccolato Foresta e il gusto Ghianda ma anche la crema pasticcera di nonna Melina, avete in programma l’uscita di nuovi gusti?

La scorsa estate abbiamo lanciato il gusto gelato “Segreto di Pulcinella” realizzato con una base di  latte e panna fresca arricchita con una variegatura croccante di pasta di pistacchio e mandorle tostate. Quest’anno invece abbiamo preferito consolidare la vendita dei gelati già in produzione, ma non escludiamo la possibilità di ampliare la linea con qualche golosa novità.

Secondo voi con il periodo del Covid-19, cambieranno definitivamente le modalità d’acquisto dei vostri prodotti?

In parte sono già cambiate. La gente durante i lunghi mesi di lockdown dello scorso anno e del 2021 si è spinta progressivamente verso gli acquisti online. Molte sono le persone che per la prima volta hanno ordinato i nostri panettoni, le uova pasquali o ceste regalo tramite il nostro sito aziendale. Eppure la voglia di tornare al punto vendita l’avvertiamo ogni giorno. Il piacere di sostare davanti alle vetrine, il contatto diretto con il cliente, la possibilità di incedere, di sostare e lasciarsi consigliare…il contatto umano è qualcosa di unico e insostituibile.