I pasticceri dell’Associazione Pasticcieri Napoletani presso la sede del quartiere Ponticelli hanno presentato la grande novità salutistica attraverso le bacche fresche e biologiche del Goji italiano.

Al grande pubblico il Goji è conosciuto nella sua “essiccata” ma da un paio di anni è “Made in Italy”, disponibile in estate in versione fresca e gustosissima, coltivata in biologico grazie alla Rete di Imprese “LYKION” che comprende decine di agricoltori del Sud Italia nella filiera del Goji italiano.

L’Università “Carlo Bo” di Urbino e il Dipartimento di Farmacia dell’Università “Federico II” di Napoli hanno dimostrato che ogni alimento o pietanza che contiene il Goji italiano, sia fresco sia sottoforma di composta o purea, diventa un “superfood” ovvero un “functional food” che fa bene alla salute.

Il 6 giugno presso l’Associazione Pasticcieri Napoletani di Ponticelli si èp svolto un’incontro teorico-pratico “Innovazione per i pastry chef – La pasticceria salutistica e nutraceutica con le bacche bio di Goji italiano” insieme all’agronomo ed esperto Rosario Previtera, presidente della filiera multiregionale del Goji italiano, ad Antonio Castaldo pastry chef e Presidente dell’Associazione ospitante e ai numerosi pasticceri associati napoletani i quali potranno in diretta provare a realizzare con la composta bio di Goji italiano anche prodotti tradizionali: una sfogliatella, una graffa, un babà, un biscotto al Goji italiano oltre ad essere buonissimi faranno anche benissimo alla salute.

Laureato in Economia, ha poi conseguito un MBA presso lo Stoà. Lavora in Enel Green Power dove si occupa di pianificazione e controllo . Dal 2010 scrive su diversi blog di economia e finanza (Il Denaro,...

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.