Se è difficile costruire un’azienda di successo, immaginate le complicazioni nel provare ad aprirne un’altra cercando di coniugare l’idea iniziale e l’esperienza maturata ma in un luogo “diverso”.
Complesso, ma non impossibile per i fratelli Ferraro, giovani e brillanti manager che hanno deciso di mantenere i pilastri principali di Caserta come qualità del cibo, accoglienza e design e riproporli con un ambiente ancora più ricercato ed esclusivo nella provincia di Caserta e precisamente ad Aversa.
Sono stato una sera con Nicola e Ivan Ferraro per farmi raccontare “storie inaspettate di sapori tradizionali”.

Aprire una nuova struttura ad Aversa, un progetto inaspettato e impegnativo come è nata l’idea?

Tutto è partito da un nostro fornitore, siamo partner Illy da sempre, è stato ospite nella nostra struttura di Caserta, ne è rimasto così colpito che ci ha proposto questo posto ad Aversa che in parte era non in uso. Lo abbiamo valutato e ci è piaciuta l’idea di avere un alterego tra la storicità della nostra struttura casertana e la modernità di questa aversana. 
Aversa, poi, è un bacino tra Caserta e Napoli e possiede tutte le caratteristiche che sono fondamentali per noi come una grande visibilità su strada, ampie vetrate, grande luminosità, modernità della struttura e così ci siamo convinti.
Con mio fratello Ivan ci siamo confrontati ed abbiamo valutato di intraprendere questo nuovo percorso.

Per quanto riguarda la parte gastronomica rispecchierà la tradizione ed i sapori di Caserta?

In realtà abbiamo lasciato invariato tutto a partire dalla cucina, dai vini e alla nostra idea di ristorazione proprio perché vogliamo proseguire sulla quella strada che ci ha premiato.
Anche il nostro menù sarà rivolto a quei clienti a cui piacciono i sapori tradizionali ma rivisitati in chiave moderna.

Avete creato possibilità lavorativa a Caserta ed ora una nuova squadra ad Aversa, chapeux per Voi.

In questo momento abbiamo una èquipe con venticinque unità. La cucina è affidata ad una vecchia conoscenza, lo chef Adriano di Silvio che ha partecipato  all’apertura di “Tre Farine Caserta”  poi ha fatto esperienza a Palazzo Avino con la conferma della Stella Michelin.
Per la pizzeria, sai bene che è il regno di mio fratello. Geloso del suo “impasto”, si dividerà tra Caserta ed Aversa con una squadra che ha curato lui personalmente.  

Caserta, poi Aversa, ci avviciniamo a Napoli. Potrebbe il prossimo step?

Mai dire mai. Napoli rappresenta per noi la “metropoli” dove bisogna arrivare preparati. L’idea ci stuzzica; è presto ma noi i sogni l’immaginiamo e poi li realizziamo. Proprio per questo, come detto più volte siamo in fase avanzata con  un progetto a Marcianise.

So che tuo padre è sempre al vostro fianco mettendo in campo la sua grande esperienza, cosa vi ha suggerito?

Sono figlio d’arte, gli somiglio tanto. Quando si tratta di fare nuove esperienze e nuovi investimenti non dice mai di no. Forte, ovviamente, della sua grande formazione ed esperienza.
Certo, Antonio, non ti nascondo che il percorso ed il successo di Caserta ci ha dato modo di decidere e affrontare questa nuova sfida con una maggiore serenità.

Il Ristorante Pizzeria – Tre Farine Aversa – si trova in Viale Olimpico, 122, 81031 “Aversa” (CE), se avete voglia di assaporare la tradizione culinaria mediterranea rivista in chiave moderna, condita con un design moderno e un sottofondo musicale adeguato, allora vi conviene provare il nuovo progetto dedicato al “food & beverage” dei fratelli Ferraro.