La cultura di Napoli vanta numerosi patrimoni. Uno di questi è l’arte della dolcezza, intesa sia come sentimento umano e sociale dei suoi abitanti, sia come maestria di validissimi professionisti nel far eccitare le papille gustative con capolavori di pasticceria tramandati e venerati da lunghissimo tempo. Esplorando le vie della città, si entra facilmente in contatto con importanti realtà di gusto, figlie di storie familiari ancora oggi sulla scia del successo grazie alla presenza nei suoi esponenti di un’ingrediente fortissimo, ovvero la passione trasmessa di generazione in generazione. È il caso dei Bellavia, che dalla Sicilia arrivarono all’ombra del Vesuvio. 

Alessandro e Diego Bellavia narrano di nonno Antonio che ebbe i suoi natali a Palermo e, giovane intraprendente, cercò fortuna in giro per il mondo.

Si fermò a Napoli, città non troppo diversa dalla sua amata Palermo dove, complice la passione per il suo lavoro e l’amore per nonna Orsola, napoletana “doc”, inaugurò, a metà degli anni 20, la prima PASTICCERIA BELLAVIA, a Portalba, nel cuore del centro storico napoletano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Egli comprese subito la necessità di coniugare i dolci tradizionali della sua terra con quelli della sua città di adozione. Presto spiegata la chiave del suo successo!

È, dunque, dal 1925, che la famiglia Bellavia si cimenta nella preparazione di Cassate, di Cannoli Siciliani, della Pastiera e dei Babà, che non hanno mutato il loro gusto originario, anzi arricchitosi, negli anni, grazie all’estro e alla fantasia dei fratelli Bellavia. Le specialità dolciarie sono realizzate secondo le ricette tradizionali e selezionando i migliori ingredienti, in modo da ottenere un risultato ineguagliabile. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Negli anni ’60, quasi per scommessa, i figli Vincenzo e Giuseppe vollero iniziare una nuova avventura nel quartiere Vomero, e, ben presto, conquistarono i palati e la simpatia dei vomeresi.

Oggi, i quattro nipoti di nonno Antonio, ovvero i figli di Giuseppe – Alessandro e Diego al Vomero, in via Luca Giordano n.50, Davide in Viale Colli Aminei n. 225 e Luca a Milano in via Moscati n. 20 e in via Teodosio 56 ( prossima apertura) – terza generazione di una intensa storia familiare, continuano a lavorare con la stessa passione e professionalità, utilizzando le ricette del nonno, talvolta, rivisitandole in chiave moderna.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Pasticceria Bellavia continua ad essere un punto di riferimento di quartiere per la bontà e qualità dei prodotti, per l’empatia dei fratelli Bellavia e per la loro accoglienza.

Una dolce storica tappa fissa, tant’è che anche tra i più giovani, risuona familiare il classico appuntamento “Ci vediamo da Bellavia”.