Mai inaugurazione fu più riuscita: pizze al portafoglio a go-go, buffet di antipasti e rustici a volontà, bibite ed angolo cocktail super forniti, cuoppi di fritturine e dulcis in fundo, torta e piccola pasticceria del maestro Gianluca Ranieri. Come diciamo a Napoli, ”che vuò cchiù”, non mancava nulla, soprattutto, il voler fare bella figura, onorando, indistintamente, gli invitati ed i passanti. Chapeau!!!!! Questa la mia super serata a Quarto, dove è nata, il 12 luglio 2021, la pizzeria LIEVITUM, da un’idea imprenditoriale di due giovani e brillanti ragazzi, Raffaele Marigliano e Giorgio Riccio, duo perfetto, si completano a vicenda per carattere e professionalità.

La loro è una bella storia di amicizia, nata tra le farine, perpetrata nel tempo, anche quando le loro vite professionali, sembravano dividerli. Non sono neofiti dell’arte bianca, con più di 10 anni di esperienza sui banchi da lavoro, in giro per l’Italia ed oltre, un passato da 50 TOP PIZZA, pronti a ripetere l’exploit e tanto ancora da realizzare. Mi piacciono tanto e li seguirò con particolare attenzione.

Sorridenti, cordiali, educati, disponibili al colloquio ed al confronto costruttivo, hanno dato largo spazio a tutte le mie curiosità e libero accesso a tutti gli spazi, soprattutto in cucina, dove ho potuto constatare la corretta organizzazione degli spazi di lavoro, il rispetto delle regole di sicurezza alimentare e la pulizia nell’esecuzione dei fritti, non semplice da fare se non sei un professionista e ti ritrovi con più di 200 persone da servire d’un sol colpo.

Allo stesso modo, dicasi, per l’angolo pizzeria: due forni e cinque pizzaioli/fornai che senza fiatare e con il sorriso, hanno sfornato pizze tutta la serata con un’organizzazione perfetta nei tempi e nello spazio. Concentrati, testa bassa sul banco, occhio al forno e via. Bella equipe giovane e brillante. Bravi e complimenti a tutti.

LA LOCATION

Quarto, in provincia di Napoli, è una simpatica cittadina, immersa nella splendida cornice dei Campi Flegrei, nota per il suo terreno fertile e lussureggiante, di natura vulcanica, le cui produzioni sono, da sempre corteggiate, per la qualità esclusiva delle coltivazioni dei produttori locali. La location di Lievitum “mi piace assai”!! Un magnifico rosso predomina nell’arredamento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un collage di foto di tutto ciò che ci rappresenta, la nostra fiera “napoletanità”, fa da cornice alla sala, frutto di una notte passata dai due giovani, con carta e penna alla mano, e che non lascia nulla al caso. Chiaramente, come potete immaginare, il mio occhio è caduto subito su D10S, non senza la solita emozione ed una lacrima sul cuore. D’obbligo una foto ricordo.

Da destra: Raffaele, chef Angelina e Giorgio

Molto confortevoli e di classe il divanetto e le sedie e la mia nota di merito va, senza dubbio, ai tavoli in marmo, chic ed eleganti, scelti a ricordare l’antico banco da lavoro dei maestri pizzaioli. Sobria ed essenziale la mise en place con calice serigrafato e bicchiere, ho apprezzato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Bello e ben arredato anche lo spazio esterno, con pedana in legno e gazebo. Tutte le regole di distanziamento ed anti-covid sono rispettate, sia all’interno che all’esterno del locale. La capienza di Lievitum è di circa 50 posti.

IL MENU

Rigorosamente di stagione, Raffaele e Giorgio, amano lavorare con i prodotti a Km 0 e presidi Slow Food, proponendo un cambio menù ad ogni stagione. Bella proposta di tradizione mista ad innovazione, con dei tocchi molto personali. Si inizia con bruschette e fritti artigianali, tra i quali spiccano le polpettine di chianina con ragù napoletano o fonduta di formaggio, crocché, frittatine di pasta, arancine di riso e montanarine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I taglieri di salumi e formaggi DOP, compresa un’ottima mozzarella di bufala, sono serviti con miele di castagno e focaccina calda. Le patatine non potevano mancare, come le stick e le chips fresche e le Lamb Weston, che, per chi non ne fosse a conoscenza, è una delle marche americane leader al mondo nella produzione e trasformazione di patate fritte. Trovandoci in periodo estivo, al menu, anche, tre belle insalatone fresche e salutari.

Passiamo alle pizze. Dalla tradizione all’innovazione, più di 30 le proposte, compresi i ripieni fritti ed al forno. L’impasto è un diretto, realizzato con un blend di farine tipo “0” e tipo “1”, del Molino Vigevano, una lievitazione che va dalle 24 alle 36 ore, altamente digeribile, soffice e leggero. Da segnalare il condimento con olio EVO biologico del frantoio Guglielmi, il pomodoro Solania ed i latticini di Latteria Sorrentina.

 

Per chiudere il pasto in bellezza, avrete la scelta delle esclusive delizie proposte dal pastry chef Gianluca Ranieri. Per il beverage, oltre ai “soft”, mi piace la proposta di birre artigianali napoletane a cura di N’Artigiana ed una bella cantina di vini locali, proposti, anche al calice. 

LA DEGUSTAZIONE

La pizza al portafoglio mi è piaciuta tantissimo, ben eseguita ed anche ben servita, accuratamente avvolta in un foglio di carta alimentare firmato e di qualità.

Il cuoppo di fritti con crocchè di patate, arancine di riso e zeppoline, tutte artigianali, veramente eccellenti, croccanti ed asciutte. Ottime le ciliegine di mozzarella e le provolette affumicate fresche.

Sorpresa dello chef, una buonissima Pasta e patate con la provola eseguita nel rispetto della tradizione napoletana e saporitissima. Tutto servito con grande generosità e buon gusto. I progetti sono tanti, ivi compresa, la voglia di aggiungere al menù, qualche buon piatto della tradizione e legare stretti rapporti commerciali con i produttori locali, nell’intento di sostenere un’economia circolare e di qualità…a seguire. 

Cari Raffaele e Giorgio, sono rimasta positivamente impressionata del vostro “essere” tanto gentili, professionali e di grande umiltà e generosità, così come tutta la vostra equipe, soprattutto, la bellissima e dolce Chiara (fidanzata di Raffaele), che si prodiga tanto per la riuscita del progetto, apportando un affascinante sorriso, sopportando e supportando il suo amato.

Di scoperte ne ho fatte tante e con il mio “occhio clinico” non ho alcun dubbio sulla vostra riuscita e sulla continuità del lavoro ben fatto nel tempo, che vi porterà, sicuramente, le soddisfazioni che meritate. Grazie del tempo che mi avete dedicato.

Potete seguire le avventure dei protagonisti di LIEVITUM e tutte le loro novità sulla pagina Facebook e su Instagram @lievitumpizzerianapoletana.

LIEVITUM
Corso Italia, 65/67
Quarto (NA)
Tel. 08118789054 – 3455495785