Noi di Foodmakers abbiamo seguito la quarta edizione di Re Panettone Napoli che tra innovazione e sapori tradizionali ha dato un grande verdetto: il caffè è ancora il protagonista.

Il pasticciere napoletano Giuseppe Mascolo si è aggiudicato  il premio di miglior panettone di “Re Panettone Napoli 2018”.

All’Hotel Parker’s la giuria di esperti e critici hanno valutato al buio le creazioni dei diciannove pasticcieri presenti alla kermesse napoletana, con la collaborazione degli studenti dell’Istituto Alberghiero Elena di Savoia di Napoli.

Giuseppe Mascolo proprietario dell’omonima pasticceria Mascolo con sede a Visciano, provincia di Napoli, ha ottenuto quindi il premio più atteso grazie al suo “Espresso Napoletano”, un lievitato frutto di sperimentazioni e combinazioni tra farine, tuorli e caffè ad emulsione. 

Mascolo inizia da piccolo a lavorare nel settore della pasticceria grazie ai consigli della mamma poi, tanta gavetta e sacrifici.
A Bologna, durante il militare, gli scatta l’idea di fare stage presso alcune strutture del nord Italia, poi ritorna a  Napoli e si iscrive all’Associazione Pasticceri Napoletani; tanti corsi e master lo portano nel 2005 ad aprire la sua pasticceria. 
“Dopo aver fatto tanta esperienza sui lievitati, ho deciso di entrare anche io in questo settore. Da Bari a Milano ho ricevuto tanti riconoscimenti fino a quest’ultimo direttamente a casa mia, Napoli, dove ho voluto omaggiare la mia città con l’Espresso Napoletano. Non è stato facile perché il caffè non è semplice da gestire insieme alla farina e al lievito. Ci sono voluti quattro anni per raggiungere questo risultato ma alla fine dopo tanto studio e molti fallimenti ci sono riuscito”.

Secondo classificato il panettone salato di Nicola Guariglia della Pasticceria 2000 di Salerno: un lievitato a base di pomodoro confit, alici di Cetara, colatura di alici e capperi.

Infine, terzo classificato, Pasquale Varriale della Pasticceria Varriale di Napoli che si è distinto per un Panettone all’albicocca.