Un’intervista a Nicola Morea, Executive chef presso Tenuta La Cavallerizza in Gravina in Puglia(Ba), e con lo stesso gruppo da Gennaio 2014 a tutt’oggi al Castello di San Basilio(Marina di Pisticci).

Giovane ma con grande esperienza: da dove nasce questa forte ambizione e questa grande passione?

In realtà la passione per la cucina è nata “solo” durante gli anni in cui frequentavo l’alberghiero, scuola scelta principalmente per le lingue e la possibilità di viaggiare per lavoro sin dai primi anni di studi. Da li in poi la passione non è mai tramontata e credo sia la fonte principale tutt’oggi per cui svolgo questo lavoro.

Ogni cuoco ha un maestro? a chi devi questa passione?

Sicuramente il mio maestro di cucina Domenico Maggi ha contribuito con la sua esperienza, i consigli e le testimonianze, in maniera chiave ad appassionarmi sempre più ad un mondo quello della cucina in continua evoluzione e mai noioso. Diversi sono stati i maestri post scuola, di ognuno mi porto un arricchimento professionale e oggi posso solo ringraziarli.

Ti piace sperimentare?

Assolutamente si. E’ il leit-motiv quotidiano ma sempre strizzando l’occhio alla tradizione e ai prodotti locali di qualità con cui sperimentare nuovi abbinamenti, sistemi di cottura differenti e presentazioni attuali, al passo con il tempo, senza dimenticare il gusto di una volta.

L’ingrediente o ricetta che rubi a una nazione estera?

Non ho preferenze in tal senso ma non escludo alcun possibile ingrediente nella costruzione di un nuovo piatto anche se prediligo il Made in Italy.

Quali sono gli ingredienti che preferisce usare?

Vivo in una terra, la Puglia, dove le materie prime di qualità non mancano mai. Ogni periodo ha le sue eccellenze a tavola. Frutta, verdura, prodotti caseari ed ittici sono al top della gamma e non invidiano altre realtà. Adoro la cucina a 360°….in questo periodo carpacci di pesce, gamberi rossi, frutti di mare,pesce povero tipo sgombri o alici, cocomeri, cipolla rossa d’Acquaviva, latticini e tanti altri prodotti non possono mancare.

Descrivici il tuo menù perfetto?

Il menù perfetto è quello che a distanza di tanti anni lo ricordi nei minimi dettagli come se fosse ieri. Colpo d’occhio impeccabile, gioco di contrasti e unicità nel gusto sono i 3 fattori che tendono alla buona riuscita di un menu perfetto.

  
13621525_321798364817908_464334517_o
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Gmail
13621566_321801848150893_1891858940_o
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Gmail
13621609_321798414817903_1614915040_o
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Gmail
13624443_321802991484112_136536199_n
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Gmail
13624638_321799738151104_1309816703_n
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Gmail
13624864_321801964817548_505006870_n
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Gmail
13624995_321802354817509_486055591_n
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Gmail