Secondo molti dietologi il pane è il vero nemico della linea, rappresenta la causa principale dell’ obesità e della alt pressione sanguigna. Ma da Singapore viene una novità assoluta il pane viola che non espone a questi rischi.

Zhou Weibiao, docente alla National University of Singapore, cercava un modo di rinnovare la ricetta del pane senza renderla però alterarlo in modo artificiale. La sua soluzione è stata quella di recuperare l’antocianina, un antiossidante, dal riso nero, e mescolandola con la farina del normale pane. In tal modo la digestione del pane viene rallentata: il problema per la salute dato dal normale pane bianco sarebbe appunto la sua digestione molto veloce, con l’amido che viene convertito rapidamente in zuccheri che finiscono velocemente nel flusso sanguigno.

Il fatto però è anche che l’antocianina è la sostanza che dà la colorazione caratteristica non solo al riso nero, ma anche a uva, mirtilli, e molti altri frutti. Da tali prodotti deriva il particolare colore delle pagnotte preparate secondo la ricetta di Zhou Weibiao. Eppure finora, forse alimentate anche dalla curiosità, le richieste per il nuovo pane sono state molte, e Weibao sta lavorando con alcuni grandi produttori che potrebbero lanciare a breve delle linee di pane basate sull’idea del ricercatore.