Manca poco per la seconda edizione di EST.FOOD!!!

Nella bucolica location della Tenuta Re Ferdinando, immersa nel verde del parco archeologico di San Prisco (CE).

Quest’anno hanno deciso di sostenere la onlus Spazio Donna che tutti i giorni da diversi anni, sviluppa concrete e sempre nuove iniziative contro la violenza sulle donne.

 

Che cos’è Est.Food?

Est.Food è un progetto di “buon cibo e ottimi vini del territorio casertano” nato come una scommessa ma che ad oggi è già alla sua seconda edizione. È un bambino con grandi potenzialità.

Quale è il suo obiettivo?

E’ quello di far conoscere le eccellenze del territorio casertano, presentando in ogni edizione grandi, medie e piccole realtà dell’imprenditoria; eccellenze della ristorazione, della viticoltura, del drink e dell’artigianato locale.

Perché per noi è così importante?

E’ una grande occasione per proiettare nella visione nazionale le nostre eccellenze. Non è semplicemente una vetrina di aziende con l’obiettivo di auto – pubblicizzarsi, il suo scopo è quello di far del bene…..infatti ogni edizione di Est.Food si prefigge un’obiettivo sociale sempre nuovo, devolvendo gli incassi ad un’associazione benefica. La scorsa edizione sono stati devoluti come fondo per la formazione professionale di giovani Chef provenienti da realtà familiari particolari. Quest’anno il nostro partener più importate sarà l’associazione onlus Spazio Donna, che ormai da oltre 20 anni è attiva sul territorio per la libertà e la consapevolezza e la costante attenzione ai bisogni delle donne non solo sostenendo ma anche sviluppando concrete iniziative contro la violenza alle donne. (http://spaziodonnaonlus.com/lassociazione/)

La cosa che vi unisce?

L’amicizia. È  nostro legante.  L’amicizia che nasce davanti ad un buon piatto e un buon bicchiere di vino, quel legame che permette di fare grandi cose senza perdere il sorriso e il buon umore.

Che cosa vuol dire Est.Food?

Est.Food = “c’è cibo”, l’unione del passato “est” con il presente “food” nell’ottica del futuro.

Dove saremo?

Il 28 Maggio dalle 19 e 30 nella splendida location Tenuta Re Ferdinando immersa nel verde del parco archeologico di San Prisco (CE) (www.tenutareferdinando.it).

Perché essere presenti ad Est.Food?

Sarà una serata all’insegna del buon cibo e del buon bere a bordo piscina, ascoltando musica dal vivo e godendo della migliore espressione di natura che può esprimere la ‘Tenuta Re Ferdinando’.

Chi sono i nostri amici?

A questa seconda edizione di Est.Food saranno presenti:

Pizza

  • Sasà Martucci, classe ’83, figlio d’arte, le sue radici sono ben salde in una famiglia di maestri pizzaioli, cresciuto tra sbuffi di farina e lieviti, tra il bancone a vista della prima sede al taglio ed il caldo logorante del forno rigorosamente a legna; ormai affezionato amico dell’evento e proprietario della Pizzeria “I Masanielli”- Sasà Martucci.
  • Paolo Buro pizzaiolo e proprietario della pizzeria “Il Folletto”, ama credere che la pizza sia il giusto equilibrio tra tradizione e cultura, alla quale aggiunge ricerca ed innovazione, la sua pizza è un viaggio tra sensi, stupore e passione, facendo sempre attenzione, alla qualità dei prodotti.
  • Aldo Assirelli della pizzeria “TGusto”  giovane laureato in economia, ma da sempre pizzaiolo inside. Un mix di pizze preparate con ingredienti locali, un sincero omaggio al territorio e alla tradizione.

 

Pizza Fritta

  • Isabella De Cham,classe ’93 regina della pizza fritta napoletana nel rione Sanità. Seppure giovanissima, Isabella vanta esperienze al fianco dei big della pizza fritta napoletana come Sorbillo da Zia Esterina, Masardona e Ciro Oliva da Concettina ai Tre Santi. Le sue pizze fritte parlano per lei e la sua fama ha raggiunto presto tutta la città. Nel 2017 ha ottenuto il riconoscimento di pizzaiola dell’anno da “50 Top Pizza” e si è classificata al secondo posto al Campionato Mondiale del Pizzaiuolo nella categoria “pizza fritta”. È miglior proposta dei fritti nell’edizione 2018 di “50 Top Pizza”.

 

Steak House and Burger

  • Maddalena Tessitore proprietaria e anima di “Dogana Golosa”. Il ” Paradiso dei Carnivori ”
    Ormai locale veterano dell’ambiente casertano, un piccolo parco giochi per gli intenditori della carne. Dogana golosa ha sempre dato importanza alle materie prime e alle cotture per esaltarne il pregio. Scelta assidua delle migliori razze e ovviamente dei migliori allevamenti che danno importanza soprattutto alla salute dell’animale e alla sostenibilità dell’ambiente.
    Maturazione della carne è ormai un altro punto a favore, approvato da Federcarni.
  • Gerardo Vigoriti e Umberto Marino sono due “ragazzacci”, amici da una vita che inseguono un sogno comune, creando il “Lawless Caserta”. Uno locale con uno stile particolare… una distilleria clandestina anni ’20. Insieme allo chef Andrea Domenico Maredda, sopraffino interprete della cucina. Loro compagno di viaggio è il giovane Giuseppe Casino che nulla ha da invidiare ai grandi della pizza nostrana…
  • Mario Bevilacqua & Giuseppe Monaco prorietari di “Plublic Vintage Diner”. Un’amicizia che dura dai tempi della scuola superiore, un legame, un matrimonio per intenderci. Un locale con preparazioni totalmente Home Made. Un po’ come è la loro idea di ristorazione.

 

Restaurant & Bistrot

  • Marialuisa Ottaiano e Cristina Ottaiano proprietarie del Bistrot Napoletano “Chiù o Meno”, ricche di passione e grandi sorrisi. Cucina totalmente partenopea, e non solo, anche un mix di aperitivi pensati per ogni ospite.
  • Gaetano Tartaglione, dall’ètà di 13 anni comincia a manifestare la sua attrazione verso la cucina osservando e affiancando la nonna nelle preparazioni degli immensi pranzi domenicali, dopo varie esperienze formative, nel 2018 inizia la nuova avventura con “PAM 1870”.
  • Nippon Sushi Caserta nasce nel cuore del capoluogo casertano per offrire un’espressione Fusion che coniughi alta qualità e ricerca dei sapori sempre nuovi. Lo chef Manuel Finizio ci trasporterà in una contaminazione di sapori.
  • Biagio Federico Chef di Kilometro 32, la sua filosofia di cucina è amore e umiltà con rispetto delle materie prime soprattutto quelle locali. Legato alla sua terra d’origine, ci presenterà un piatto che la esalterà. Tradizione mista ad innovazione.
  • Alfonso Pepe, chef di “Pane e Acqua Bistrot Napoletano”. Classe ’83 ha cucinato per l’europa, per poi tornare nella sua terra di origine, Napoli. Devoto alla cucina della nonna, dalla quale ha appreso la passione e il gusto.
  • Gennaro De Luca insieme ai suoi soci hanno ideato un format unico tipico della nostra culture “o Cuzzetiello ra’Nonna”. A Pomigliano D’Arco è arrivato il generale, la nonna che oltre ai vostri comportamenti, educherà anche i vostri palati!!!
  • Adriano Sterle e Cristina Palmieri, uniti nella vita come nel lavoro. Bottiglie di buon vino, una tradizione culinaria impossibile da trascurare e un po’ di sano rock’n’roll. Sono questi gli ingredienti magici per la formula del successo della “Salumeria di Turno”, locale dal nome bizzarro al centro di Caserta.
  • Anna Chiavazzo Pastry Chef del “il Giarino Di Ginevra”. Cresciuta con un profondo rispetto per il cibo, nell’ottica delle rivisitazione della rivisitazione della cucina tradizionale, senza stravolgere eccessivamente i sapori e profumi, quelli veri buoni e semplici della nostra terra. Ogni sua creazione è un dolce boccone, uno spazie raffinato tra cioccolato e Amore.

 

Beverage

  • Donato Natale, per chi lo conosce, sa bene qual è il suo punto di forza, lo shaker. Mixlogo e socio fondatotore del “Say Please”.
  • Antonio di Mattia, proprietario di “Berolà distillati” e mago dei distillati; mescolando le lettere di “Berolà” viene fuori la parola albero; la materia prima, effettivamente, ed è proprio da li che viene raccolta. Ad ispirazione, di base c’è un analogia. L’albero, attravero il fuoco naturale del sole, concentra gli aromi nelle innumerevoli varietà di frutti esistenti; parimenti l’alambicco, mediante il giusto regime del fuoco, concentra questi aromi nei corrispondenti distillati di frutta..
  • MBA Micro Birrificio Artigianale; la grande passione per la propria terra d’origine rappresenta il denominatore comune di questo giovane progetto, che attraverso produzione di birra artigianale valorizza la molteplici risorse del territorio campano. La loro missione è realizzare un prodotto artigianale e genuino, frutto costante della ricerca e della continua sperimentazione sulle materie prime quali malti, luppoli e lieviti.

 

Music

  • Marco Boemio Dj made in Caserta. Classe ’95 ma alle spalle ha già una bella e soddisfacente carriera, con nomi importanti, tra cui Roger Sanchez, Debora De Luca, Dj Fiore, Pako S., JG Bros.
  • I Freudbox, nascono l’8 Gennaio del 2015 composto da Andrea Giglio e Valerio De Stefano. Il loro sound elettronico, al limite del glitch, è caratterizzato da una massiva presenza di campionamenti e loop. La loro musica è strutturata ed arricchita da una forte sensibilità melodica di classica matrice pop.

Come essere dei nostri?

https://www.facebook.com/events/2651736254853464/

https://www.eventbrite.it/myevent?eid=60974652828

Quando sarà l’evento e dove?

28 Maggio 2019 in Tenuta Re Ferdinando  in Via Annibale Barca, 81054 San Prisco CE