La mia ricetta dei roccocò napoletani è un segreto di famiglia che si tramanda ormai da 4 generazioni  e, che come dice un noto comico napoletano, è stata perfezionata col tempo grazie ai suggerimenti di un lontano parente  che lavorava in una delle più importanti pasticcerie di Napoli ….:) 

La realizzazione del dolce presenta un grado di difficoltà minimo.

Per la sua buona riuscita, come in tutte le cose,  consiglio di mettere  amore e dedizione.

Ingredienti

  •             farina g 600
  •             mandorle g 300
  •             zucchero g 500
  •             ammoniaca g 3
  •             bucce di mandarino n° 2
  •             cannella  (un pizzico)
  •             chiodi di garofano  (un pizzico)
  •             succo di arancia o mandarino ½ tazzina da caffè
  •             uovo 1.

Procedimento

  1. Setacciare la farina e formare la fontana sulla spianatoia.
  2. Tritare grossolanamente le mandorle.
  3. Tagliare a cubettini molto piccoli le bucce di mandarini.
  4. Schiacciare i chiodi di garofano.
  5. Unire alla farina le mandorle, lo zucchero,  l’ammoniaca, i cubettini di mandarini, le polveri(cannella e chiodi di garofano) e il succo di agrume.
  6. Mischiare il tutto molto bene fino a formare un panetto.
  7. Lasciare riposare per 1 ora.
  8. Col panetto formare dei bigoli lunghi 20 centimetri, poi unire le due estremità per formare una ciambellina.
  9. Trasferire le ciambelline su una leccarda rivestita con carta forno, spennellate la superficie con l’uovo battuto e cuocere in forno preriscaldato a 200° x 15 minuti fin quando non saranno diventate dorate.
  10. Lasciate raffreddare completamente i roccocò su una gratella e, solo ora potranno essere gustati.