AuthorSara SannaCategoryDifficultyBeginner
Yields4 Servings
Prep Time30 minsCook Time30 minsTotal Time1 hr

Sgambaro – Molino e Pastificio

Fondato da Tullio Sgambaro nel 1947, Sgambaro è uno storico pastificio veneto che produce pasta di altissima qualità, frutto del sapere trasmesso all’interno della famiglia e delle intuizioni degli attuali membri alla guida dell’azienda. L’obiettivo di Sgambaro è da sempre portare sulla tavola degli italiani una pasta buona, sana e sicura. Una delle poche realtà medio-grandi del settore ad avere un mulino interno, utilizza dal 2001 esclusivamente grano duro prodotto in Italia: una scelta che da un lato assicura il controllo della filiera e, dall’altro, si traduce in un rapporto diretto e stretto con i fornitori. Sempre alla ricerca del grano perfetto, proprio la collaborazione con gli agricoltori ha portato Sgambaro alla selezione del grano duro Marco Aurelio, dopo 15 anni di studi e prove sul campo, e all’introduzione del farro monococco per produrre pasta a livello industriale con uno dei grani più antichi e dalle elevate proprietà nutrizionali.

L’azienda ha sede e produzione a Castello di Godego in provincia di Treviso.

Il menu del Natale 2022 si veste di tradizione e creatività con un primo piatto di eccellenza proposto dal pastificio veneto, in collaborazione con il pastificio dall’agenzia partner Plus – Trento.

Ingredienti:

 350 g di Trivelline Farro Dicocco, Etichetta Bio Pasta Sgambaro
Per il sugo
 250 g di cotechino già cotto
 150 g di lenticchie
 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
 1 carota
 1 sedano
 1 cipolla
 salvia q.b.
Per la salsa verde
 100 g di pane raffermo
 Prezzemolo q.b.
 2 tuorli sodi
 Aglio q.b.
 4 acciughe sott’olio
 Capperi sotto sale q.b.

Procedimento:

1

Cotechino
Se utilizzate un cotechino precotto iniziate lessando il cotechino seguendo le istruzioni e i tempi indicati sulla confezione, poi toglietelo dal suo involucro e lasciatelo intiepidire. Se invece utilizzate del cotechino avanzato e dunque già cotto, come nel nostro caso, tagliatelo a dadini e tenetelo da parte.

Lenticchie
Per la cottura delle lenticchie iniziate tritando finemente sedano, carota e cipolla e fateli soffriggere in un tegame con un filo di olio extravergine e una foglia di salvia. Aggiungete le lenticchie (dopo averle sciacquate in acqua fredda), uno o due cucchiai di concentrato di pomodoro sciolto in acqua calda e poi coprite il tutto con del brodo bollente. Fatele cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti, o comunque finché saranno tenere, bagnando con altro brodo man mano che si asciugano, poi regolate di sale.
Una volta cotte travasate una parte del composto in un frullatore e mixate fino ad ottenere una crema, che terrete da parte.
Mettete poi a bollire l’acqua e versatevi la pasta.

Salsa Verde
Per preparare la salsa verde, che servirà da guarnizione finale, cominciate cuocendo le uova sode. Una volta pronte utilizzate solo i tuorli sodi, aggiungete il pane raffermo, che avrete ammorbidito con dell’aceto di vino, l’aglio, i capperi sciacquati, le acciughe e il prezzemolo. Tritate il tutto aggiungendo olio e sale e lasciate riposare a temperatura ambiente.
Una volta cotta scolate la pasta leggermente al dente e unitela in padella alla crema di lenticchie lasciata da parte, impiattate aggiungendo il resto del sugo di lenticchie, il cotechino ed infine la salsa verde.

Ingredients

 350 g di Trivelline Farro Dicocco, Etichetta Bio Pasta Sgambaro
Per il sugo
 250 g di cotechino già cotto
 150 g di lenticchie
 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
 1 carota
 1 sedano
 1 cipolla
 salvia q.b.
Per la salsa verde
 100 g di pane raffermo
 Prezzemolo q.b.
 2 tuorli sodi
 Aglio q.b.
 4 acciughe sott’olio
 Capperi sotto sale q.b.

Directions

1

Cotechino
Se utilizzate un cotechino precotto iniziate lessando il cotechino seguendo le istruzioni e i tempi indicati sulla confezione, poi toglietelo dal suo involucro e lasciatelo intiepidire. Se invece utilizzate del cotechino avanzato e dunque già cotto, come nel nostro caso, tagliatelo a dadini e tenetelo da parte.

Lenticchie
Per la cottura delle lenticchie iniziate tritando finemente sedano, carota e cipolla e fateli soffriggere in un tegame con un filo di olio extravergine e una foglia di salvia. Aggiungete le lenticchie (dopo averle sciacquate in acqua fredda), uno o due cucchiai di concentrato di pomodoro sciolto in acqua calda e poi coprite il tutto con del brodo bollente. Fatele cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti, o comunque finché saranno tenere, bagnando con altro brodo man mano che si asciugano, poi regolate di sale.
Una volta cotte travasate una parte del composto in un frullatore e mixate fino ad ottenere una crema, che terrete da parte.
Mettete poi a bollire l’acqua e versatevi la pasta.

Salsa Verde
Per preparare la salsa verde, che servirà da guarnizione finale, cominciate cuocendo le uova sode. Una volta pronte utilizzate solo i tuorli sodi, aggiungete il pane raffermo, che avrete ammorbidito con dell’aceto di vino, l’aglio, i capperi sciacquati, le acciughe e il prezzemolo. Tritate il tutto aggiungendo olio e sale e lasciate riposare a temperatura ambiente.
Una volta cotta scolate la pasta leggermente al dente e unitela in padella alla crema di lenticchie lasciata da parte, impiattate aggiungendo il resto del sugo di lenticchie, il cotechino ed infine la salsa verde.

Trivelline Sgambaro con lenticchie, cotechino e salsa verde. Ricetta dell’agenzia Plus – Trento

Sara Sanna

Ho 48 anni e vivo in Sardegna. Ho lavorato come tecnico del restauro archeologico prima, poi come guida turistica e operatrice museale presso la "Fondazione Barumini Sistema Cultura" che si occupa della...

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.