Credit: deliziosavirtu
AuthorSara SannaCategoryDifficultyIntermediate
Yields4 Servings
Prep Time30 minsCook Time30 minsTotal Time1 hr

Sgambaro – Molino e Pastificio

Fondato da Tullio Sgambaro nel 1947, Sgambaro è uno storico pastificio veneto che produce pasta di altissima qualità, frutto del sapere trasmesso all’interno della famiglia e delle intuizioni degli attuali membri alla guida dell’azienda. L’obiettivo di Sgambaro è da sempre portare sulla tavola degli italiani una pasta buona, sana e sicura. Una delle poche realtà medio-grandi del settore ad avere un mulino interno, utilizza dal 2001 esclusivamente grano duro prodotto in Italia: una scelta che da un lato assicura il controllo della filiera e, dall’altro, si traduce in un rapporto diretto e stretto con i fornitori. Sempre alla ricerca del grano perfetto, proprio la collaborazione con gli agricoltori ha portato Sgambaro alla selezione del grano duro Marco Aurelio, dopo 15 anni di studi e prove sul campo, e all’introduzione del farro monococco per produrre pasta a livello industriale con uno dei grani più antichi e dalle elevate proprietà nutrizionali.

L’azienda ha sede e produzione a Castello di Godego in provincia di Treviso.

Il menu del Natale 2022 si veste di tradizione e creatività con un primo piatto di eccellenza proposto dal pastificio veneto, in collaborazione con la food blogger deliziosavirtu, la talentuosa Tiziana Ricciardi.

Ingredienti:

 320 g di Bigoli Nobili Sgambaro
Per il pesto di broccoli
 280 g di cimette di broccolo
 25 g di mandorle pelate
 30 g di pecorino grattugiato
 ½ spicchio di aglio
 6 foglie di basilico
 olio extravergine di oliva q.b.
Per il baccalà mantecato
 450 g di baccalà dissalato
 ½ limone
 2 foglie di alloro
 prezzemolo tritato q.b.
 olio extravergine di oliva q.b
 sale e pepe

Procedimento:

1

Lessate le cimette di broccoli in una pentola con acqua salata. Scolateli bene, mettete da parte qualche cimetta per decorare e la restante parte nel boccale di un frullare. Unite il pecorino grattugiato, le mandorle pelate, le foglie di basilico e l’aglio a pezzettini. Unite poco per volta l’olio extravergine di oliva e frullate sino ad ottenere un composto cremoso. Aggiustate di sale e pepe e tenete da parte.

In una pentola adagiate i pezzi di baccalà e ricopriteli a filo con dell’acqua fredda, unite il succo del limone e le foglie di alloro. Cucinate il baccalà per circa 20 minuti.

Trascorso il tempo, scolate il baccalà conservando un po’ del liquido di cottura; Una volta raffreddato, eliminate la pelle e le spine e sfaldatelo con le mani.
Mettetelo nella ciotola della planetaria munita di frusta, azionate la planetaria ed aggiungete al filo l’olio extravergine di oliva poco per volta sino ad ottenere un composto cremoso. Se il composto risulterà troppo sodo allora potrete aggiungere un po di acqua di cottura tenuta da parte. Il baccalà potete anche lavorarlo a mano con una frusta. Aggiungete ora il prezzemolo tritato e aggiustate di sale e pepe.
Cuocete i bigoli nobili in abbondante acqua salata, scolateli e fateli mantecare nella padella con il pesto di broccoli. Se occorre aggiungete poca acqua di cottura alla volta fino a quando i bigoli saranno ben amalgamati.
Distribuite in un piatto i bigoli nobili e serviteli con una quenelle di baccalà mantecato e qualche cimetta di broccolo tenuta precedentemente da parte. Irrorate con un filo di olio extravergine di oliva e servite
con una macinata di pepe.

Ingredients

 320 g di Bigoli Nobili Sgambaro
Per il pesto di broccoli
 280 g di cimette di broccolo
 25 g di mandorle pelate
 30 g di pecorino grattugiato
 ½ spicchio di aglio
 6 foglie di basilico
 olio extravergine di oliva q.b.
Per il baccalà mantecato
 450 g di baccalà dissalato
 ½ limone
 2 foglie di alloro
 prezzemolo tritato q.b.
 olio extravergine di oliva q.b
 sale e pepe

Directions

1

Lessate le cimette di broccoli in una pentola con acqua salata. Scolateli bene, mettete da parte qualche cimetta per decorare e la restante parte nel boccale di un frullare. Unite il pecorino grattugiato, le mandorle pelate, le foglie di basilico e l’aglio a pezzettini. Unite poco per volta l’olio extravergine di oliva e frullate sino ad ottenere un composto cremoso. Aggiustate di sale e pepe e tenete da parte.

In una pentola adagiate i pezzi di baccalà e ricopriteli a filo con dell’acqua fredda, unite il succo del limone e le foglie di alloro. Cucinate il baccalà per circa 20 minuti.

Trascorso il tempo, scolate il baccalà conservando un po’ del liquido di cottura; Una volta raffreddato, eliminate la pelle e le spine e sfaldatelo con le mani.
Mettetelo nella ciotola della planetaria munita di frusta, azionate la planetaria ed aggiungete al filo l’olio extravergine di oliva poco per volta sino ad ottenere un composto cremoso. Se il composto risulterà troppo sodo allora potrete aggiungere un po di acqua di cottura tenuta da parte. Il baccalà potete anche lavorarlo a mano con una frusta. Aggiungete ora il prezzemolo tritato e aggiustate di sale e pepe.
Cuocete i bigoli nobili in abbondante acqua salata, scolateli e fateli mantecare nella padella con il pesto di broccoli. Se occorre aggiungete poca acqua di cottura alla volta fino a quando i bigoli saranno ben amalgamati.
Distribuite in un piatto i bigoli nobili e serviteli con una quenelle di baccalà mantecato e qualche cimetta di broccolo tenuta precedentemente da parte. Irrorate con un filo di olio extravergine di oliva e servite
con una macinata di pepe.

Bigoli nobili Sgambaro con baccalà mantecato e pesto di broccolo. Ricetta di deliziosavirtu, Tiziana Ricciardi

Sara Sanna

Ho 48 anni e vivo in Sardegna. Ho lavorato come tecnico del restauro archeologico prima, poi come guida turistica e operatrice museale presso la "Fondazione Barumini Sistema Cultura" che si occupa della...

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.