Nel 2019, ho soggiornato a Milano per un corso professionale ed avendo corrisposto via Facebook con Mario Matarazzo, napoletano, pluripremiato maestro pizzaiolo e vice campione mondiale a Parma, edizione 2016 e 2019, della pizza napoletana Stg, decido di andare a Brescia per conoscerlo di persona, per degustare il suo prodotto, per scoprire l’uomo e la sua passione che suscitano non poche polemiche. Conosco, così, un’intera famiglia di appassionati della ristorazione perché Mario ed Angela, sua moglie, hanno saputo trasmettere ai propri figli, l’amore, il senso del dovere, il sacrificio, il rispetto necessari per svolgere questa professione, coinvolgendoli costantemente e quotidianamente nella loro attività. Risultato più che eccellente perché il loro primogenito a soli 18anni dirige da solo una pizzeria d’asporto ed è campione di freestyle, mentre gli altri due, più piccoli, seguono la scia con qualche campionato già al loro attivo. Il Manuno bis è uno dei ristoranti/pizzeria più puliti ed attrezzati che io abbia mai visitato, Mario ha studiato nei minimi particolari tutto ciò di cui il cliente ha bisogno per essere soddisfatto, non lesinando ad essere il primo a dare il buon esempio. Con la sua VAPORELLA sterilizza tutto regolarmente, a cominciare dai macchinari per finire alle toilette. Cucina e laboratori impeccabili, attrezzati con le migliori tecnologie, caricatori di cellulari ad ogni tavolo, Wi-Fi gratuito con password indicata, area giochi interna per bambini passando per un distributore di spazzolino e dentifricio monouso sulla parete del bagno. Insomma un ristorante con la R maiuscola dove la passione è palpabile. Abbiamo discusso e condiviso le nostre esperienze e da allora, oltre la stima reciproca siamo legati anche da una bella amicizia ed ancora oggi Mario detiene un grande primato: quella sera a Brescia ho mangiato ben 2 pizze Margherita. L’impasto non si può spiegare… È di un altro pianeta e frutto di un lavoro costante, di studio e di rispetto per il disciplinare, redatto esplicitamente per rendere la pizza napoletana Stg unica ed il mestiere di pizzaiolo patrimonio immateriale dell’UNESCO.

In tutto questo, la mia scoperta è duplice perché Mario, oltre alla sua bravura, ha un altro asso nella manica, anzi al suo fianco, la bella e talentuosa Angela. La definisco una Wonder Woman: ha saputo conciliare perfettamente vita privata e professionale, occupandosi della casa, dell’educazione dei figli, della carriera di suo marito, della sua spiccata femminilità, senza tralasciare nulla, senza mai lamentarsi, guidata dall’amore incondizionato per la sua famiglia ed il suo lavoro. Mi sono sentita completamente a mio agio, come se fossimo amiche da sempre. Parlandole è palpabile la sua felicità, ha sempre un sorriso stupendo e coinvolgente, perché la sua vita è stata costruita su basi solide di un amore puro ed incondizionato. Non contenta di dare man forte nella gestione del locale, ha saputo crearsi all’interno dello stesso, uno spazio tutto suo, dove poter dare sfogo alla sua creatività, con tutto l’appoggio di suo marito che non ha esitato a darle tutti gli strumenti necessari per realizzare un sogno: la pasticceria. Ebbene si, Angela, completamente autodidatta, comincia a studiare libri e tecniche di lavorazione, prova differenti ricette di dolci, dalle monoporzioni alle torte design, passando per i dolci della tradizione partenopea ed i gelati artigianali. Con il tempo riesce a perfezionare la sua tecnica e ad equipaggiarsi delle migliori attrezzature degne di una professionista. Un successo di pubblico, gradito ed inaspettato, che la spronano a perseverare. Ormai le sue creazioni sono molto richieste. La guardavo stupita èd ammirata mentre decorava una torta di compleanno, ordinata per la sera, e mentre riempiva la vetrina con le proposte del giorno, dalle più svariate forme, colori e gusti. Le chiedo: “ma fai tutto questo lavoro tutti i giorni??” mi risponde sorridente: “si sempre!!!”,perché dopo essersi occupata delle sue creazioni, da pasticcera si trasforma in direttrice di sala, coordina il lavoro di tutto il personale, accoglie la clientela e si adopera affinché tutto sia curato nei minimi dettagli. In ogni suo gesto leggevo una pace interiore: precisa e meticolosa, senza stress alcuno, come quando una mamma prepara una leccornia per i suoi piccoli: con tanto amore. Durante la cena la vedevo energicamente “volare” in sala, tenendo d’occhio tutto e tutti, intrattenere conversazioni con i clienti, tutto come una vera Pro. Umile ed a volte timida, non ama farsi fotografare, non ama i social, una delle rare persone à non avere un profilo personale FB od equivalente. Allora, là , tutto ha un senso, capisci che questa famiglia sprigiona amore e passione in ogni luogo, che quel sentimento che un giorno li ha legati è rimasto inmutato nel tempo ed è diventato una vera forza, capace di affrontare qualsiasi ostacolo con pazienza e dedizione. Il suo sogno è di poter frequentare un corso professionale di pasticceria con un grande maestro. Le auguriamo di poterlo presto realizzare.

 

MANUNO Bis ristorante e pizzeria

Via Creta, 80 BRESCIA

Tel. 0302421510

http://www.ristorantemanunobis.it/