Nella moderna società sempre più minacciata dal cambiamento climatico, ma sempre più predittiva, votata al consumismo sfrenato e allo spreco continuo di risorse, diventa ancora più indispensabile ripensare il ciclo economico in termini di economia circolare; un sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo.

Come ha fatto la circular Farm,  la Fattoria urbana circolare di Scandicci, di Antonio di Giovanni laureato in Agraria.

circular faRMSi prefigge l’obiettivo di produrre cibo sano e di qualità rigenerando le risorse e genera una varietà di prodotti alimentari a partire da uno scarto.

Ad esempio i fondi di caffè ricchi di nutrienti costituiranno il substrato per la coltivazione di funghi  che poi vengono venduti. Nell’azienda vengono fatte anche percorsi didattici per le scuole e-training di formazione.

Cambiare il nostro sistema alimentare è una delle cose più importanti che possiamo fare per affrontare il cambiamento climatico creare città sane e ricostruire la biodiversità ma per farlo serve cambiare mentalità. L’esempio virtuoso di Circular farm dimostra che si può fare, adottando un’ approccio olistico in cui gli impatti vengano analizzati lungo tutta la catena alimentare dalla produzione delle materie prime, fino alla trasformazione e al consumo.

Circular Farm si trova a Scandicci (FI) in via di Triozzi 31/A

CONTATTI

+39 329 7490279

info@circularfarm.it

www.circularfarm.it

Alessia Acunzo

Mi chiamo Alessia Acunzo 29 anni, di Napoli. Studentessa laureata in Discipline dello spettacolo. Ogni giorno cerco di pormi un obbiettivo nuovo, anche semplice da raggiungere, così da essere stimolata....

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.