Tanti, tantissimi vini , magari poterli provare tutti!
Ognuno con i suoi profumi ed il suo carattere, ognuno legato al suo territorio.
Ecco però, dieci vini con un ottimo rapporto qualità/prezzo che non possono mancare durante le feste :
 
1) Trentapioli di Salvatore Martusciello 
Campania, Aversa (CE)
Asprinio in purezza, spumante, metodo martinotti. Rigorosamente prodotto da vigneti ad alberata, il nome fa riferimento al numero di pioli della lunga scala che si utilizza per raccogliere l’uva. Freschezza ed acidità sono le caratteristiche peculiari di questo spumante, ottimo per iniziare al meglio l’aperitivo , servito freddo, e meglio ancora se abbinato a della mozzarella di Aversa.
 
2) Terra di Rosso di Galardi : 
Campania, Sessa Aurunca (CE)
Fratello minore di Terra di lavoro, prima annata prodotta la 2017, in concomitanza con una buona annata ed un ottima performance del piedirosso. 
Dunque, uve di piedirosso in purezza , breve passaggio in barriques (8 mesi) per un totale di 6.500 bottiglie prodotte.
Pronto, morbido, corposo ed abbastanza aromatico, si fa bere con facilità. 
Abbinamento consigliato? Tagliare di salumi e formaggi a pasta dura.
 
3) Le difese di Tenuta San Guido :
Toscana, Castagneto Carducci
Prodotto dal 2002, è un blend di Cabernet e Sangiovese. Un anno di affinamento in barriques di rovere francese ed americano e qualche mese in bottiglia. Vino caratterizzato da buona struttura, morbido e persistente al palato, caratteristiche che lo rendono particolarmente piacevole. Perfetto per accompagnare piatti di carne o rustici salati.
 
4) Altare di Marramiero
Abruzzo, Rosciano (PE)
Ottenuto da uve di trebbiano in purezza, la fermentazione avviene in barriques, in parte con macerazione delle bucce. Possiede un aroma ampio ed intenso con accenni agrumati, speziati ed una nota mielata sul finale. Bella sapidità ed ottima persistenza. Per assaporarlo al meglio, lo si può abbinare a crostacei e formaggi freschi a pasta molle.
 
5) Cabochon di Monterossa
Bornato, Franciacorta (BS)
È attualmente in commercio la fuoriserie N°022. È il Franciacorta più prestigioso dell’azienda ed è nato da una selezione ancora più attenta dei cru.
Vino spumante dal colore oro e dal perlage fine e persistente, naso complesso , che spazia dalla menta , alla mandorla, alla grafite, al pompelmo.
Sapore equilibrato ma di buona struttura.
Ottimo per una serata…stellare!
 
6) Winkl di Terlano
Alto Adige, Terlano (BZ)
Sauvignon Blanc in purezza, di quelli con carattere, aroma vegetale intenso e discreta sapidità, nel complesso abbastanza persistente, fine ed elegante.
Affinamento solo in acciaio per circa 4 mesi.
Per gustarlo al meglio? Uova, torte salate spinaci e ricotta, o pesce alla griglia.
 
7) Susumaniello di De Castris
Puglia, Salice Salentino (LE)
Ottenuto dall’omonimo vitigno in purezza, il Susumaniello . Uva che in genere, date le sue caratteristiche organolettiche, si usa come uva da taglio per altri vini della stessa zona, come il Negroamaro o la Malvasia Nera, i quali si presentano più morbidi. Il Susumaniello, invece , porta alla formazione di un vino con carattere. Robusto, secco, abbastanza tannico e discretamente aromatico. Perfetto se abbinato a piatti di struttura come la lasagna o i manfredi con la ricotta.
 
8) Etna bianco di Palmeto Costanzo
Sicilia, Passopisciaro (CT)
Espressione pura del territorio , ottenuto da un blend di Carricante e Catarratto . Sapido, figlio di un territorio vulcanico, ma anche aromatico, in particolare frutti e note floreali , e con una buona acidità. L’accoppiata vincente è sicuramente quella con i crostacei.
 
9) Preliminare di Cantine del Notaio
Basilicata, Vulture (PZ)
Uve di Aglianico, però vinificate in bianco, unite ad una percentuale minore di Malvasia bianca, formano un blend piacevole e versatile. L’acidità dell’aglianico unita al profilo aromatico della Malvasia creano un bianco esuberante che si sposa perfettamente con una zuppa di cozze.
 
10) Rossese di Dolceacqua di Testalonga
Liguria, Dolceacqua (IM)
Vino dall’anima mediterranea, longevo, rustico, corposo, speziato e piacevolmente energico. Prodotto con uve di Rossese in purezza ricavate in parte da vecchie viti , alcune anche di 100 anni ed affinato per 12 mesi in botti di rovere antiche, è un vino che conserva gelosamente la sua identità.
Perfetto per un risotto ai funghi porcini.
 
Buone feste e buoni vini a tutti!