Ad un anno circa dalla sua apertura, “BradoBurger” propone “BradoPizza”, un nuovo tassello del mosaico che si inserisce all’interno del format già di successo del ristorante, braceria e hamburgeria del locale di Antonio Monda a Castello Di Cisterna, diventato un punto di riferimento importante per i buongustai.

La sfida del patron Antonio Monda dall’apertura di BradoBurger è sempre stata quella di dare spazio alle eccellenze del territorio per lo più campano; nell’ottica di una continua ed accurata selezione di prodotti di qualità, particolarmente significativa risulta essere la selezione di materie prime che sono coinvolte nella sua filosofia di proposta gastronomica, dalle carni di animali allevati completamente allo stato brado, ai prodotti Presidio Slowfood, a quelli D.O.P. ed I.G.P.

Antonio Monda, ideatore e proprietario, porta a compimento la sua idea iniziale quella di affiancare la pizzeria all’hamburgheria cosa che inizialmente aveva accantonato per acquisire prima maggiore esperienza in questo settore. Anche per “Brado Pizza”, ci sarà la ricerca dei sapori campani, i prodotti a Km zero e le emozioni derivanti dalla nostra terra. La speranza, continua Monda, è quella di avere una maggiore cooperazione tra gli imprenditori “food” della campania, una migliore comunicazione verso l’esterno e un miglioramento della cultura imprenditoriale per portare il nostro “sapere” e i nostri “sapori” in tutto il mondo.

Adesso sotto l’insegna di Brado abbiamo BradoBurger, BradoPizza e BradoRisto e l’ultima novità: Brado GLUTEN FREE, la proposta di cucina e pizza per celiaci.

Momento clou della presentazione che andrà in scena questa sera 25 giugno 2018, saranno Tommaso Esposito, giornalista Enogastronomico e Vicepresidente dell’ “Accademia dei Baccalajuoli”, e lo chef Luigi Russo del ristorante “La Lanterna” di Somma Vesuviana che proporrà la Pizza al Baccalà.

Il menù proposto per l’evento è composto dalla pizza che verrà servita in 5 diversi spicchi:
Polpetta al Sugo: polpette al sugo di S. Marzano D.O.P., mozzarella vaccina di Alvignano, basilico, olio evo.
Porchetta: provola vaccina di Alvignano, squacquerone, porchetta, crocchè, olio evo.
Genovese: cipolla, gamboncello, spolverata di pecorino bagnolese in uscita, olio evo.
Ortica: stracciata di bufala, crema di ortica, ciauscolo marchigiano D.O.P., olio evo.
Soffritto: zuppa forte, ciuffi di ricotta Bagnolese, olio evo.

A concludere la cena, sarà servita una crema con fragoline di Sciacca, presidio SlowFood.
Ad accompagnare le proposte di pizza, i vini della casa vitivinicola Sorrentino Vini con “Vigna Lapillo Bianco”  “Vigna Lapillo Rosso”, per chi volesse invece pasteggiare con la birra la proposta è la “Baladin” Metodo Classico.