WayCap è la società italiana, operante nel torinese, che si è inventata le capsule per caffè riutilizzabili all’infinito (compatibili con la macchinetta Nespresso). Le capsule della WayCap risolverebbero invece il problema dello smaltimento delle capsule con un risparmio secondo gli ideatori fino all’85% sul costo delle cialde per espresso tradizionali. Ad oggi le cialde di alluminio non sono ancora considerate come rifiuto riciclabile in quanto la capsula andrebbe infatti pulita dopo l’uso, il caffè rimasto dovrebbe essere buttato nell’organico e l’alluminio nel contenitore ad esso dedicato, queste situazione comporta che alla fine le capsule vengono gettate direttamente nel contenitore di casa dell’indifferenziato.

La capsula è identica a quella usa e getta, e grazie al dosatore che viene fornito in dotazione consente di essere ricaricata con e con qualsiasi tipo di miscela. La capsula è facile da pulire in quanto basta svuotarla ed tirare fuori la polvere rimasta e poi sciacquare il piccolo contenitore. Una volta asciugata, la capsula è pronta per un nuovo caffè, inoltre la capsula può essere lavata direttamente in lavastoviglie. Il dosatore permette poi di contenere due capsule ed è richiudibile grazie ai due tappi posti all’estremità.

Sul sito di WayCap è disponibile un modulo per calcolare quanto si risparmierebbe utilizzando le loro capsule rispetto a quelle usa e getta, in relazione al proprio consumo quotidiano.

Gli ideatori hanno affermato che sono serviti numerosi tentativi e due anni di sperimentazione per determinare la forma e la distribuzione degli slot di uscita dei fori di entrata che permettono all’acqua di fluire all’interno del contenitore nello stesso modo come in un tradizionale espresso.