Sto per raccontarvi la storia e l’offerta enogastronomica di Vincenzo Fotia. Giusto il tempo di una breve premessa. 

In precedenti articoli, ho messo più volte in evidenza la qualità delle nuove proposte enogastronomiche calabresi, una sorta di risanamento di un territorio, per lungo tempo abbandonato dalla gioventù nativa del posto. Prodotti di eccellenza, metodi ancestrali, ricette tipiche trovano, oggi, nuova vita, attraverso il coraggio e l’audacia di giovani imprenditori, che hanno deciso di restare nella propria terra d’origine e giocarsela come alla roulette.

Scommessa vinta. Grazie a personaggi come Wlady Nigro di Calabria Food Porn, che ogni giorno calca le strade, per farci scoprire tutte le giovani promesse e i prodotti tipici del territorio calabro, notiamo questa “vague” meravigliosa in continua espansione. Tanti i professionisti che mi hanno accolta nei loro locali, nelle loro cucine e laboratori, che mi hanno fatta partecipe del loro quotidiano, racconti intimi e sinceri sui loro percorsi di vita.

LA CARRIERA DI VINCENZO FOTIA

Senza alcun dubbio, uno dei personaggi calabresi di spicco del mondo pizza, la cui professionalità è mondialmente riconosciuta, è il maestro pizzaiolo Vincenzo Fotia, l’Artigiano della pizza. Classe 1978, qualche anno fa, nessuno avrebbe scommesso su di lui. Forse, neanche lui stesso.

La sua serietà, il suo amore per il lavoro ben fatto, i suoi studi approfonditi dell’arte bianca, la sua collaborazione con l’Accademia Pizza Doc di Antonio Giaccoli, hanno operato la magia.

Oggi, Vincenzo è uno dei migliori pizzaioli al mondo. Non si arriva a certi livelli senza aver lavorato seriamente e duramente sudato sui banchi della vita. A 16 anni lascia la Calabria per raggiungere Firenze dove il fratello esercitava già la professione di pizzaiolo. Inizia, così, la sua carriera, scoprendo un’innata passione per il disco di pasta più famoso al mondo. Ha seguito una seria linea di condotta e vi si è attenuto lungo tutto il suo percorso, di vita e professionale, senza tralasciare nulla al caso e con grande maturità, impegno, serietà e professionalità.

Risultati? Enormi e lodevoli. Il suo percorso, non senza difficoltà, è stato coronato da grandi successi. Vincitore di tanti concorsi di pizzaioli, rimettendosi in gioco ogni volta, inizia a interessarsi alla Verace Pizza Napoletana e al suo metodo, ancestrale, di fabbricazione. Frequenta alcune Masterclass dell’AVPN, entra a far parte dell’APN. Ciò gli permette un confronto costruttivo con i maestri napoletani. Studia seriamente la farina che utilizza, per ricavarne il meglio dalla lavorazione. Studia la materia prima per le sue ricette e non esita a mettersi ai fornelli, se necessario.

Sempre con la voglia di conoscere, di restare al passo con i tempi, inizia a studiare le farine alternative come la senza glutine e lo ritroviamo pluripremiato nei campionati di categoria. 

Impasti speciali non hanno più segreti per lui, che con il tempo, trova la sua identità nella pizza napoletana contemporanea con l’utilizzo di materie prime sia calabresi che campane. La sua integrazione all’Accademia Nazionale Pizza Doc gli permette una formazione continua al fianco di grandi maestri del calibro di Piergiorgio Giorilli e di intraprendere il percorso per diventare, a sua volta, istruttore. Infatti, lo scopo primario dell’Accademia è proprio quello di professionalizzare il mestiere di pizzaiolo, con formazioni serie, continue e mirate, dirette sia ai neofiti che ai professionisti del settore. 

Numeri elevatissimi di partecipanti, piazzano il maestro Fotia all’apice ben meritato: a partire dal lockdown, una serie di corsi online vengono lanciati dall’accademia, tanti anche gratuiti, permettendo di poter continuare le formazioni e gli aggiornamenti anche in tempo di pandemia. Idea geniale, i corsi in multilingue, attraverso i quali, Vincenzo, e i suoi colleghi istruttori, riescono a raggiungere allievi in qualsiasi parte del mondo. Sperando che presto la pandemia sia solo un brutto ricordo, il maestro ricomincia i suoi corsi e consulenze in presenza, in giro per l’Italia, sempre con lo stesso entusiasmo e la voglia di fare bene il suo lavoro. Trasmettere alle nuove generazioni il suo sapere e l’amore per l’arte bianca, è la sua filosofia di vita. Posso testimoniare che ha una dote innata per poterlo fare.

Oggi, Vincenzo è brand ambassador per la Calabria di numerose aziende del settore come Mulino Caputo, Latteria Sorrentina e Mecnosud. Nel 2019 ottiene grande successo come pizzaiolo ufficiale di CASA SANREMO e partecipa al GUINNESS WORLD RECORDS per la realizzazione di 10823 pizze in 24h. Nel 2020 delizia i palati delle grandi star internazionali alla 77a MOSTRA INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI VENEZIA, acquisendo una più grande notorietà. I progetti futuri sono tanti, soprattutto incentrati sulla famiglia. Tra qualche giorno sarà papà per la quarta volta e gli facciamo i nostri più sinceri auguri.

LA LOCATION

Il ristorante pizzeria di Vincenzo Fotia si trova a Siderno, bella cittadina sulla costa ionica, in provincia di Reggio Calabria. Originario del posto, il maestro vi ritorna nel 2010, convinto di potervi rimanere, metter su famiglia ed attività. Detto fatto. Gli spazi sono molto ampi, sia all’interno che all’esterno; di buon gusto, hanno subìto un relooking proprio durante la pandemia. Adoro lo stile sobrio dell’arte povera e tanti richiami allo stile napoletano, compreso un poster gigante della baia di Napoli, che fa da cornice alla grande sala. Spazi di lavoro larghi e ben distribuiti, un ampio laboratorio dedicato esclusivamente all’impasto della pizza, bella cucina funzionale, angolo bar/cassa super equipaggiato e scorrevole.

A coronare il tutto l’angolo del pizzaiolo, con il forno a pizza, opera magnifica della ditta GRIMALDI Forni, tre banchi da lavoro ed un considerevole spazio di manovra per il miglior confort degli operai.

Lo spazio esterno non è da meno: un bellissimo gazebo in legno delinea tutta l’area, circondato da piante e luci; attinente, lo spazio adibito alla pizza con banco e forno, assicurando al cliente una pizza calda, appena sfornata, anche in piena estate. Ampio parcheggio attinente e servizio take-away. Il ristorante è anche la sede ufficiale dell’Accademia Pizza Doc per la Calabria, con corsi e masterclass in loco.

LA DEGUSTAZIONE

L’equipe del maestro Fotia è veramente eccezionale e come si dice, dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. Regola confermata dalla direttrice e moglie del maestro, la sig.ra Giusy, donna energica, accogliente e brillantemente implicata nella gestione del ristorante. Insieme hanno creato non solo una bellissima famiglia, ma una solida realtà imprenditoriale, completandosi a vicenda nella gestione del quotidiano. Chapeau!! 

Ad affiancare Vincenzo, al banco pizza, due giovani e brillanti promesse: Domenico Mazzone e Francesca Archinà. Il primo, già provetto pizzaiolo, ragazzo semplice, pulito ed educato, segue le orme del suo maestro, destinato ad un brillante successo, vista la qualità del suo lavoro, mentre Francesca, laureanda all’Università di Scienze dell’Alimentazione, addetta ai topping delle pizze in uscita, è una giovane donna appassionata di cucina, molto implicata nel suo ruolo e desiderosa di poter intraprendere una carriera nel settore gastronomico. Chiacchierare con lei è stato un vero piacere, un ritorno alla mia giovinezza, a quando, desiderosa di cucinare, accarezzavo sogni di gloria e di avventure.

Domenico Mazzone

Da sinistra: Chef Angelina e Francesca Archinà

Il menù proposto è molto vario: non solo pizza ma antipasti, primi piatti, secondi di terra e di mare, hamburger, fritti e dessert. Tutto rigorosamente elaborato con prodotti tipici del territorio, freschi e di stagione.

Paccheri alle seppie di nassa

Bella la proposta di pizze con le classiche e le speciali, tra le quali spiccano la Zuccotta, vincitrice del Campionato Mondiale di Pizza Piccante nel 2019, e le pizze con impasti alternativi quali impasto ai Cereali, alla Curcuma ed impasto al Carbone Attivo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chiaramente la mia scelta si è portata verso la Margherita. Per essere declinata “contemporanea”, l’ho trovata molto a mio gusto, leggera, asciutta, cottura perfetta, cornicione ben alveolato e non troppo pronunciato. Prodotto veramente meritevole per gusto e gestione dell’impasto, che confermano la mia idea di buona pizza napoletana, realizzata fuori dal territorio campano e che ne rispetti le caratteristiche. Complimenti maestro!!

Margherita

Vari gli assaggi degli antipasti e fritti della casa con una Tartare di manzo al tartufo fresco, Affettati e formaggio fresco tipici calabresi, Involtini di melanzane, Fiori di zucca pastellati, Mozzarella in carrozza e Crocchè di patate. Tutto buonissimo e di qualità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Panatura croccante ed asciutta all’esterno, morbidissimi e gustosi all’interno, la mia nota  di merito va ai fritti  fatti in casa: mi piace  dirlo,  ho mangiato uno dei migliori crocchè di patate della mia vita. Neanche io li preparo così e rari anche qui a Napoli. Complimenti allo Chef Salvatore Errigo

Concludo la mia bella visita a Siderno ringraziando il Maestro Fotia per avermi accolta nella sua famiglia con affetto e professionalità, per la sua umiltà nel condividere con me il suo quotidiano, il suo incredibile percorso professionale, qualche progetto per il futuro, la spensieratezza dei bei momenti in amicizia e le risate quando, all’improvviso, vidi sbucare un certo Ronaldo, in cartone, grandezza naturale, da dietro le quinte….indimenticabile. Grazie.

VINCENZO FOTIA – L’ARTIGIANO DELLA PIZZA
Via Cesare Battisti-Piazzale I Portici
89048 SIDERNO (RC)
Tel. 0964 381867
www.vincenzofotialartigianodellapizza.com