Stefano Versace Gelateria Italiana & Gourmet, grazie alla collaborazione con partner leader nella produzione di gelato e nella realizzazione di gelaterie, offre la possibilità di creare la propria gelateria e di essere artefici del proprio successo entrando a far parte di una delle realtà più giovani e dinamiche del mondo del gelato presenti negli Stati Uniti d’America.

Parliamo con Stefano Versace fondatore della Gelateria Italiana & Gourmet uno dei brand di gelati più importanti negli USA, ad oggi conta 17 Gelaterie negli USA, con una media annua di ricavi che va fra i 400mila dollari al 1 milione di dollari.

La filosofia delle gelaterie Versace è quella di far conoscere al pubblico americano il vero gelato artigianale italiano, offrendo il miglior prodotto in termini di genuinità e freschezza, rispettando la tradizione italiana che ci ha resi famosi nel mondo.

 

Come nasce la tua passione per il gelato

Sono due i fattori che mi hanno portato a fare business nel mondo del gelato:

1- il gelato è di per se un mondo allegro, basta pronunciare la parola gelato e il cervello di una persona pesca nei ricordi un sorriso o un momento di felicità e per uno che veniva dal mondo grigio e monotono della finanza e delle assicurazioni era sicuramente molto attrattivo

2- la parola gelato è ad oggi l’unica parola rimasta italiana a identificare un prodotto alimentare italiano al 100%! Ormai parole come mozzarella, pasta, pizza ecc sono erroneamente utilizzate per prodotti che non hanno nulla a che vedere con il significato originale. Il gelato è solo quello italiano.

Perchè andare proprio in America?

Perché da uno studio di mercato previo che feci risultava che gli americani consumano più frozen dessert degli italiani eppure hanno solo 900 gelaterie contro le 39000 italiane. Ottimo punto di partenza per fare business. Inoltre l’America è da un punto di vista burocratico e di opportunità, sicuramente più frizzante che l’Italia.

Avete diversi punti vendita, qual’è stato il primo e quali sono state le difficoltà in fase di apertura?

Il primo è stato il Miami International Mall vicino all’aeroporto internazionale di Miami. Le difficoltà sono stati enormi soprattutto per il fatto che non avevamo un credit history e quindi non eravamo credibili e nessuno voleva darci un locale in affitto. Ora abbiamo acquisito una credibilità tale che sono i mall stessi a chiederci di aprire.

Il vostro prodotto è il classico gelato italiano, non avete subito l’influenza americana?

Quando decidi di esportare un prodotto non puoi “imbastardirti” troppo. Quindi mantieni la tua linea. Magari offri delle piccole differenze rispetto ad altri mercati per essere più in armonia con l’ambiente dove hai deciso di fare impresa. Noi per esempio offriamo guati come salt caramel o red velvet che non sono comuni in italia ma sono comunque gelati e non ice cream, quindi manteniamo la nostra identità. Anche mc donald vende in india ma non usa carne di mucca.

Avete ricevuto diversi riconoscimenti, frutto del lavoro e della qualità delle materie prime, qual’è il Vs segreto?

Il segreto è un mix di passione, di attenzione alle materie prime e ai processi produttivi (noi produciamo il gelato fresco tutti i giorni e non abbiamo un laboratorio centrale da dove partono miscele o addirittura gelati pronti) ma anche di un ambiente di lavoro stimolante. Il nostro head quarter non ha orari fissi di lavoro, non abbiamo un dress code particolare e personalizziamo il nostro ambiente come vogliamo. I nostri manager non hanno orario in quanto valutati sui risultati e non sulla presenza e offriamo premi e incentivi a quelle gelaterie che dimostrano essere più performanti rispetto ad altri. Siamo aperti alla critica e al confronto e manteniamo un ambiente familiare che va oltre l’ambito lavorativo.

 

 

Stefano Versace è stato agente e broker assicurativo dal 1991 al 2007, poi direttore di una importante compagnia di assicurazione in Venezuela, dove ha vissuto per un periodo.

Nel luglio del 2013 si trasferisce negli Stati Uniti per cominciare una nuova vita. Il mondo del gelato, al quale è sempre stato appassionato, lo spinge ad aprire la prima gelateria a Miami nel novembre 2013: “Fu un grande successo riuscire ad inserirsi all’interno del Miami International Mall, uno dei più prestigiosi centri commerciali di Miami”, ricorda Versace.

Versace è diventato in poco tempo punto di riferimento per molti clienti e per le gelaterie di Miami. Oggi chi dice Versace Gelateria Italiana dice “qualità”. Dopo aver vinto il premio come miglior gelateria degli Stati Uniti in occasione del Gelato World Tour a Austin (TX) l’11 maggio 2014, a settembre partecipa alla Gran Finale di Rimini vincendo il premio BEST GELATO IN THE WORLD – PEOPLE’S CHOICE.