Valentino Buonincontri classe ’88 nasce a Nola e vive a Marigliano. La passione per la ristorazione si manifesta già in tenera età e la cucina della mamma diventa il suo primo laboratorio di sperimentazione. Si diploma allʼI.P.S.A.R. Carmine Russo di Cicciano inizia la sua avventura con la gavetta, sotto la guida del bistellato Francesco Sposito di Taverna Estia. Continua la crescita professionale in rinomate strutture campane tra cui Capri Palace, Terme Manzi, Mimì alla Ferrovia per finire nella splendida cornice di Nerano da Quattro Passi.
Torna nelle sue zone dʼorigine come responsabile in alcune strutture rinomate, fino ad approdare a Nola dove realizza il suo sogno più grande lʼapertura di un bistrot…Bertieʼs Bistrot.
Bistrot con design industryal-shabby con tavoli che ricordano lo stile “rinascimento”, una fusione tra ferro e legno. Circa 100 posti a sedere nella sala interna, misti tra sedie e divanetti. In estate, il Bistrot può accogliere i suoi clienti anche in una terrazza esterna immersa nel verde e luci soffuse. Allʼingresso in bella vista brace,forno e pass di cucina; due le cantinette refrigerate una per bianchi e bollicine, lʼaltra per i rossi. In tutto più di 140 etichette. Entrando in sala, si viene accolti da un imponente banco bar in legno pregiato. La proposta di ristorazione varia tra carne pesce e pizza

Ciao Valentino, da dove nasce la tua passione per la cucina?

La passione per la cucina nasce in tenera età quando  per gioco trovandomi, quotidianamente, in cucina di mamma iniziano a manifestarsi in me emozioni che  hanno fatto nascere curiosità per questo mondo.

 

Hai fatto esperienze importanti da  “Taverna Estia” di Brusciano con lo chef Francesco Sposito, Capri Palace, Mimí alla ferrovia ed infine “Quattro Passi” di Nerano, ci racconti cosa ti ha lasciato ogni singola esperienza? 

Taverna Estia è stato per me l’inizio della conoscenza di tutto ciò che verte questa realtà dove lo studio quotidiano, passo dopo passo, mi ha portato all’elaborazione accurata di alcune pietanze;

Il Capri Palace mi ha insegnato quello che è il rigore ed il far parte di una vera e propria brigata;

Mimì alla ferrovia mi ha catapultato nella tradizione culinaria campana con una conoscenza maggiore del sapore originale;

Quattro passi, infine, mi ha insegnato il rispetto e la scelta della materia prima al fine di portare in tavola  piatti eccellenti.

 

 A meno di 30 anni e sei stato selezionato tra i cinque finalisti in gara per il Premio Miglior Chef Emergente del sud Italia. Cos’hai provato quando hai ricevuto la notizia?

La notizia è stata per me stucchevole. Un’emozione che ricordo ancora oggi, un’esperienza che mi ha donato un tassello in più per la mia crescita professionale e personale.

 

Non hai vinto ma hai ricevuto una menzione per la tua Pasta mista con cavolfiore, ostrica e caffè, ci racconti che piatto era e come l’hai pensato?

“Pasta mista” in gergo napoletano “munnezzaglia”, ingrediente povero storico napoletano che ho voluto arricchire con un alimento più pregiato dando un tocco di sapidità al piatto, il caffè per una nota amara e tostata.

In che modo selezioni gli ingredienti per i tuoi piatti?

Tenendo in considerazione la materia prima di stagione e ciò che offre la mia terra;

 

 Al Bertie’s stai organizzando “Incontri Stellati”, il 19 avrai Angelo Carannante e Luigi Salomone, come nasce quest’idea?

Il 19 è stata la prima data dei tre “Incontri Stellati” a cadenza mensile. L’idea nasce dal voler trascorrere una serata con colleghi/amici dando la possibilità ai miei clienti di poter conoscere ed assaporare l’alta cucina.

 

Qual è la filosofia del Bertie’s?

Il Bertie’s è un progetto in continua crescita che abbraccia tutto ciò che concerne la ristorazione, offrendo servizio sala e cucina di un livello maggiore rispetto alla media. La nostra forza è quella di restare umili senza dimenticare da dove si è partiti ma con obiettivo principale ciò che si vuol diventare;

 

 Ci racconti qualche piatto che possiamo trovare?

Uno dei piatti più apprezzati qui al Bertie’s è lo gnocco ripieno di ragù di coniglio all’ischitana, mantecato con acqua di peperoni arrostiti e guarnito con la polvere dello stesso.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Il cassetto è pieno di sogni che si lavora per esaudirli ma quello principale è quello di portare sempre in alto il nome Bertie’s!