Una delle donne più stupefacenti che abbia mai incontrato è senza dubbio la Maestra Pizzaiuola Teresa Iorio, napoletana e Bi-Campionessa del Mondo 2015 nella categoria pizza napoletana STG (specialità tradizionale garantita) e nel 2017 nella categoria pizza fritta, da cui, nacque, poi, il suo motto FEMMENA E FRITTA.

Teresa mi piace perché non ha segreti. È schietta e genuina, una napoletana verace, come piace a me. Parlare con lei ti porta immediatamente in un mondo tutto suo, fatto di sincerità, buon umore e speranza. Anche quando i tempi sono duri.

Energica, vitale, sorridente. È il simbolo vero e incontestato della “napoletanità'” in tutte le sue sfaccettature. Partigiana delle donne che operano nel campo ristorativo. Non lesina nel prodigare consigli e circondarsi di quote rosa nel suo locale, sito a Napoli, a cavallo tra Piazza Bovio e Via Marina. Figlia d’arte e 19esima di 20 figli, è accanto a suo padre Ernesto che inizia la sua carriera, che la porterà a traguardi gloriosi. Nel tempo, oltre ai titoli mondiali, Teresa ha ricevuto alte onoreficenze come ambasciatrice dell’arte della pizza napoletana nel mondo e della cultura gastronomica campana. È diventata volto di famosi brand e rifermento per tanti giovani desiderosi di imparare quest’arte, ormai patrimonio immateriale riconosciuto dall’UNESCO.

Ci siamo sedute a un tavolo del suo locale sorseggiando un buon caffè, tra le mura che, tappezzate di foto, Trofei e riconoscimenti, raccontano la sua storia. Volti noti delle istituzioni e VIP dello spettacolo hanno varcato questa soglia per degustare le specialità di Teresa. Abbiamo chiacchierato sulla situazione attuale e sulle condizioni di disagio, sia dei ristoratori che della popolazione. Abbiamo condiviso emozioni nel parlare delle nostre storie personali e di personaggi che le hanno caratterizzate. Lei è una vera fonte di ispirazione per me, che in tante occasioni ho mancato di coraggio e di fiducia in me stessa. Periodo difficile economicamente, ma anche emozionalmente, perché Teresa iorio, enormemente implicata nelle faccende del suo quartiere e della sua città che ama tanto, è stata costretta alla difficile scelta di chiudere il suo locale, momentaneamente, senza adattarsi alle tante “indecisioni” governative.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma una donna attiva e vivace come lei non poteva restare indifferente e inerme dinanzi a questa situazione. Allora ha fatto qualche lavoretto per abbellire il suo locale. Puntualmente apre le sue porte la mattina per continuare a sentirsi viva e rendere vivo tutto un quartiere, ormai spento da questa anomala situazione. Ne parla con tanta emozione e con gli occhi lucidi, con la consapevolezza di chi ha vissuto lavorando sodo, facendo tanti sacrifici, ma sempre con le mani in pasta e il sorriso, anche quando la voglia di piangere era predominante. Da qui parte la sua decisione di voler contribuire alle difficoltà di tante famiglie, associazioni, orfanatrofi e case di cura che, in modo esponenziale, hanno maggiormente risentito della crisi attuale.

Tutti i giorni, Teresa produce 100 pizze che vengono distribuite a coloro di cui ha ricevuto segnalazione. Insieme ai suoi collaboratori le consegna personalmente, portando un sorriso, la sua inesauribile energia e un messaggio di speranza, in giro per la città.

L’iniziativa, partita l’8 dicembre, si protrarrà fino al 23 dicembre, per un totale di 1500 pizze, gentilmente offerte dalla campionessa, supportata dai suoi sponsor: farina del “Mulino Caputo”, mozzarella “La Morgesina”, legnami “Del Prete” e la Trader srl. Inoltre, per chi avesse necessità, ci si può recare direttamente in pizzeria per il ritiro, tutti i giorni dalle 12h alle 14h30, previo appuntamento telefonico, onde evitare assembramenti.

Che dire…!!!! Ancora una volta la proverbiale generosità dei professionisti napoletani ci fa onore. L’amore che la città di Napoli le porta Teresa Iorio lo restituisce con sorriso e immensa generosità e gratitudine. La adoro proprio cosi com’è. Un giorno spero di poterla omaggiare con la mia cucina, preparando per lei e i suoi collaboratori una buona Pasta e Ceci, suo e mio piatto preferito.

Auguro a te, come a tutti gli amici in difficoltà, di riaprire presto l’attività. Sono sicura che un vulcano d’amore e di simpatia, quale tu sei, ritorni ancora più forte, a deliziarci con le tue specialità, orgoglio partenopeo nel mondo.

LE FIGLIE DI IORIO
Ristorante e pizzeria

Via Conte Olivares, 73
Napoli
Tel. 081 5520490