SU CASIDDU ARTE E GUSTO CHE FILANO

dietro la maschera l’arte di Michela Casiddu.

Appassionata collezionista di maschere, mi arriva, per caso, sulla pagina FB, una foto di strane maschere che non conosco, che scopro, poi, essere quelle tipiche della Sardegna.

Leggo la didascalia… Stupefatta, il mio primo pensiero è: “non ci posso credere!!!”

Non sono di legno, ne di ceramica, ne di terracotta ma, udite udite, sono piccole opere d’arte di FORMAGGIO, tutte fatte a mano, mani “guidate dal cuore” di una donna stupenda e tremendamente intraprendente: Michela Casiddu.

Decido di saperne di più cominciando dal luogo dove Michela vive e lavora: Assemini, un comune della provincia di Cagliari, ricco di storia e tradizioni, paese dichiarato di antica tradizione della ceramica, custode delle case campidanesi, costruzioni dall’evidente influenza spagnola per la loro similitudine con le “hacienda” ispaniche.

Decido di saperne di più cominciando dal luogo dove Michela vive e lavora: Assemini, un comune della provincia di Cagliari, ricco di storia e tradizioni, paese dichiarato di antica tradizione della ceramica, custode delle case campidanesi, costruzioni dall’evidente influenza spagnola per la loro similitudine con le “hacienda” ispaniche.

Poi, curiosità da chef, scopro la SA Panada, piatto unico, di forma circolare, simile ad un vaso, fatto con una pasta non lievitata, ripieno, chiuso da ricami a treccia fatti a mano e cotto in forno ed il SU Coccoi, pane tipico del sud, a pasta dura, realizzato a mano e considerato votivo per le festività religiose.

Michela ha 40 anni, moglie e mamma di due bambini. Suo marito Adriano è operaio in un caseificio. Michela, da buona casalinga, ama cucinare e la sua vena artistica la porta a deliziare famiglia ed amici con dei piccoli regali fatti in casa, formaggi intagliati nelle più svariate forme e colorati che diventano un must molto richiesti. Comincia a maturare l’idea, incoraggiata da tutti, di farne la propria attività. Studia e mette a punto una tecnica di produzione a doppia filatura mista di cagliata vaccina di capra, pecora o vacca, ricoperta da una pellicola igienico-protettiva in crosta, ideata per i formaggi.

Deposita ed ottiene nel marzo di quest’anno il brevetto per disegno, modello e marchio d’impresa, in giugno innaugura il suo laboratorio e di recente ha acquistato un camioncino per le consegne.

Le soddisfazioni cominciano ad arrivare ed al momento Michela riesce a realizzare da sola 200 pezzi circaa a settimana, venduti a privati ed aziende, si occupa delle consegne ed anche se conciliare lavoro e famiglia risulta, talvolta, difficile, il suo entusiasmo e la sua voglia di fare sono palpabili e coinvolgenti e sento che è nata, anche, una bella amicizia perché donne come lei sono da ammirare e motivanti, ti danno la carica e tanta positività.

Quello che mi ha stupita di Michela è la sua perseveranza e determinazione in un momento così scoraggiante della nostra storia, il suo essere così semplice e dolce, che ha saputo trasmettermi con generosità e passione le emozioni del suo quotidiano, della sua arte, avendo un riguardo particolare per la mia curiosità da cuoca, il tutto attraverso due semplici telefonate. Il suo sogno nel cassetto è continuare ad esercitare la sua attività, potersi ingrandire, creare dei posti di lavoro e trasmettere il suo sapere. Il mio, invece, poter andare al più presto in Sardegna per conoscerla di persona.

Le maschere hanno forme, gusti e dimensioni diverse, dai 300gr al 1,200kg con prezzi che variano dai 10€ ai 50€. Ideali per un regalo originale e fantastiche per un tagliere.

Ringrazio Michela per la disponibilità, la cortesia e le magnifiche foto. Le diciamo in bocca al lupo per tutto e le auguriamo tutto il successo che merita.

Pagina FB:

@sucasidduartegustochefilano

Info: 3271085913

sucasiddu@gmail.com