Dopo il successo degli anni passati, Leguminosa torna a Napoli per la sua terza edizione e l’evento avrà luogo in piazza Dante da venerdì 9 a domenica 11 marzo 2018. Sarà l’occasione per i produttori, provenienti da tutta Italia e non solo, di promuovere i propri prodotti, e per il pubblico di conoscere la grande biodiversità che la terra offre: insomma un percorso anche culturale, oltre che culinario.

La piazza ospiterà il tradizionale mercato di legumi all’interno del quale si potrà liberamente passeggiare e partecipare alle degustazioni. Ci saranno, inoltre, numerose occasioni per approfondire le tematiche messe al centro dell’evento: non mancheranno, infatti, conferenze e possibilità di confronto all’interno dell’Agorà che verrà costruita al centro del mercato.

Per quest’anno sono previsti anche numerosi eventi interattivi fra cui 11 Social Cooking, in occasione dei quali il pubblico stesso si potrà lanciare nella preparazione di nuove ricette, e la sua versione per i più piccoli: lo Sciò Sciò Cooking.

Il progetto Leguminosa nasce grazie all’iniziativa virtuosa di Slow Food Campania che dal 2012 promuove la biodiversità e guida il grande pubblico alla riscoperta del vasto patrimonio di legumi spesso rimasto sconosciuto. Per i più curiosi è stata progettata e realizzata una app ad hoc: la LeguminApp utile ad individuare tutti i negozi che fanno parte della Comunità Leguminosa e vendono questo genere di prodotti.

L’educazione del gusto sarà rivolta anche alle famiglie e agli Istituti scolastici in primo luogo con gli orti realizzati per l’occasione in Piazza Dante in collaborazione con TerraOrti e poi con gli Sciò Sciò Cooking (social cooking per i più piccoli) e il Legumigame, un social game per tutta la famiglia. Due Istituti napoletani (l’Alberghiero “Elena di Savoia” e l’ITE “Enrico Caruso”) saranno inoltre coinvolti attivamente nell’evento grazie alle attività di Alternanza Scuola Lavoro.“

Tra le novità del 2018, la sezione “Le voci di Leguminosa” in cui gli artisti dedicheranno la propria voce all’evento secondo il proprio specifico ambito d’azione: venerdì 9 marzo protagonista dell’incontro sarà il regista Ciro Fabbricino, autore del documentario Cucinì mentre domenica 11 chiuderà la tre giorni il cantante e percussionista Marzouk Mejiri.

Leguminosa si arricchisce inoltre quest’anno di ulteriori spazi: oltre al tradizionale Mercato dei legumi, la mostra mercato della biodiversità leguminosa, sarà infatti possibile trovare: la Legumerà, l’agorà posta al centro del Mercato dove svolgere gli incontri e i momenti di confronto e approfondimento; Casa Slow Food, un luogo dove raccontare e raccontarsi, condividere storie, informazioni ed esperienze legate principalmente ai legumi e alle utilizzazioni gastronomiche; la Triade Mediterranea, uno spazio riservato agli oli extravergini di oliva, ai vini, alle birre e al grano, per andare alle radici della cultura del Mediterraneo, partendo dalle eccellenze produttive della Campania. Non mancheranno ovviamente gli spazi di degustazione con l’Osteria della Pasta affidata al Pastificio Di Martino e l’Osteria della Zuppa a cura di Alma Seges.