Casatiello di Carmine Scudiero
AuthorSara SannaCategory, DifficultyIntermediate
Yields8 Servings
Prep Time3 hrsCook Time1 hrTotal Time4 hrs

Carmine Scudiero è quello che si può facilmente definire un appassionato della vita. Sorridente, cordiale, amante dell’aria aperta, del mare e del sole. Dopo aver lasciato la Campania in cui è nato e cresciuto, ha trovato in Sardegna la sua seconda casa. Attivissimo nello sport con la sua bicicletta, la canoa ma anche la moto, si diverte a raggiungere sempre nuove mete. Ansioso di fare interessanti scoperte, che arricchiscano la sua già ampia cultura gastronomica, nata dal fortunato connubio tra quella campana e quella sarda.

Carmine ha deciso di condividere con i lettori di Foodmakers la ricetta tradizionale del Casatiello campano, preparata della sua famiglia.

Ingredienti:

Per l'impasto:
 1 kg di farina
 25 g di lievito di birra
 100 g di strutto
 600 ml di acqua fredda
 10 g di sale
 pepe nero abbondante
Per il ripieno:
 400 g di formaggi misti a cubetti con breve stagionatura (tipo emmental, fontina, pecorino morbido)
 400 g di salumi a cubetti
 46 uova intere fresche

Procedimento:

1

Innanzitutto, usare acqua fredda appena tolta dal frigo, e in un contenitore capiente versare metà della farina.
Iniziare a impastare, aggiungere il lievito, e poco dopo, la restante farina e il pepe a volontà, anche in base ai gusti.
Quando l'impasto inizia ad incordare, aggiungere il sale ed infine lo strutto un po' per volta. Lasciare lievitare almeno fino al raddoppio (meglio se al triplo).
Spalmare un po' di strutto sulla superficie dello stampo, meglio conosciuto con il nome di "ruoto".
Stendere su una spianatoia e recuperare un po' di pasta che successivamente servirà per formare le croci sulle uova.
Aggiungere i salumi ed i formaggi (volendo anche del parmigiano o grana grattugiato) stendendoli su tutta la superficie.
Se anziché il castello (che si fa a Pasqua) si opta per il tortano (l'opzione per tutto il resto dell'anno), aggiungere anche le uova a pezzetti.
Arrotolare il tutto, unire le estremità in modo da formare una sorta di ciambella e mettere nello stampo.
A questo punto posizionare le uova sulla superficie (facendo attenzione a non romperle) e con la pasta recuperata in precedenza, formare delle croci su di esse. Lasciare lievitare un altro paio di ore (dipende anche dalla temperatura ambiente, ma se mettete in forno con la sola luce accesa, dovrebbero essere sufficienti).
Finita la lievitazione accendere il forno a 160°C.
Nel frattempo spennellare la superfice con un uovo sbattuto unito a due cucchiai di latte ed infornare per i primi 10 minuti a questa temperatura, per poi aumentare a 180°C per circa un'ora.

Ingredients

Per l'impasto:
 1 kg di farina
 25 g di lievito di birra
 100 g di strutto
 600 ml di acqua fredda
 10 g di sale
 pepe nero abbondante
Per il ripieno:
 400 g di formaggi misti a cubetti con breve stagionatura (tipo emmental, fontina, pecorino morbido)
 400 g di salumi a cubetti
 46 uova intere fresche

Directions

1

Innanzitutto, usare acqua fredda appena tolta dal frigo, e in un contenitore capiente versare metà della farina.
Iniziare a impastare, aggiungere il lievito, e poco dopo, la restante farina e il pepe a volontà, anche in base ai gusti.
Quando l'impasto inizia ad incordare, aggiungere il sale ed infine lo strutto un po' per volta. Lasciare lievitare almeno fino al raddoppio (meglio se al triplo).
Spalmare un po' di strutto sulla superficie dello stampo, meglio conosciuto con il nome di "ruoto".
Stendere su una spianatoia e recuperare un po' di pasta che successivamente servirà per formare le croci sulle uova.
Aggiungere i salumi ed i formaggi (volendo anche del parmigiano o grana grattugiato) stendendoli su tutta la superficie.
Se anziché il castello (che si fa a Pasqua) si opta per il tortano (l'opzione per tutto il resto dell'anno), aggiungere anche le uova a pezzetti.
Arrotolare il tutto, unire le estremità in modo da formare una sorta di ciambella e mettere nello stampo.
A questo punto posizionare le uova sulla superficie (facendo attenzione a non romperle) e con la pasta recuperata in precedenza, formare delle croci su di esse. Lasciare lievitare un altro paio di ore (dipende anche dalla temperatura ambiente, ma se mettete in forno con la sola luce accesa, dovrebbero essere sufficienti).
Finita la lievitazione accendere il forno a 160°C.
Nel frattempo spennellare la superfice con un uovo sbattuto unito a due cucchiai di latte ed infornare per i primi 10 minuti a questa temperatura, per poi aumentare a 180°C per circa un'ora.

Il Casatiello campano. Ricetta di Carmine Scudiero

Sara Sanna

Ho 48 anni e vivo in Sardegna. Ho lavorato come tecnico del restauro archeologico prima, poi come guida turistica e operatrice museale presso la "Fondazione Barumini Sistema Cultura" che si occupa della...

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.