Flan di latte
AuthorSara SannaCategory, DifficultyBeginner
Yields6 Servings
Prep Time15 minsCook Time50 minsTotal Time1 hr 5 mins

Il Flan di latte, è un delizioso dolce al cucchiaio che si usa preparare in Sardegna. Esteticamente è molto simile al crème caramel ma ha un gusto più deciso e una consistenza differente.

Le sue origini sono lontane. Si pensa infatti che sia arrivato nel periodo della dominazione spagnola, ma ricette simili alla “ Timballa de latte” si trovano fino al Centro e al Sud America, creando un vero e proprio legame con il “ Flan de leche”.

La versione tradizionale prevede rigorosamente l'utilizzo del latte di pecora, molto più grasso rispetto al latte vaccino, unito semplicemente a uova e zucchero. Il caramello poi, gli dona un gusto leggermente affumicato che lo rende irresistibile.

Nel tempo, la ricetta si è arricchita di nuovi ingredienti che l'hanno fatta diventare ancora più golosa. In alcune zone, si usa versare nel composto due tazzine di caffè espresso o in alternativa un bicchierino di Rum. Più di frequente, viene lasciato un pezzetto di scorza di limone in infusione nel latte caldo, così che il dolce si aromatizzi con il profumo di questo agrume.

Il flan di latte solitamente viene cotto a bagnomaria dentro il forno, ma in passato veniva preparato anche sul focolare o sul fornello. Io ho provato a cuocerlo nella friggitrice ad aria ottenendo un buon risultato.

Realizzarlo è veramente semplice, ma i tempi di raffreddamento sono piuttosto lunghi. Meglio preparare il flan di latte in anticipo, così che abbia il tempo di rassodarsi e raggiungere la giusta consistenza in frigorifero.

Il flan di latte è un goloso dolce molto semplice da realizzare, infatti contiene solo latte, uova e zucchero, ma che ci riporta alle occasioni speciali legate all'infanzia.

Ingredienti:

Per il composto
 500 ml latte intero
 4 uova a temperatura ambiente
 4 cucchiai di zucchero
 scorza di limone
Per il caramello
 5 cucchiai di zucchero
 1 cucchiaio d'acqua

Procedimento:

1

Preparare il caramello unendo allo zucchero, due cucchiai d’acqua in un pentolino d’acciaio a fiamma bassissima, versarlo e lascialo raffreddare dentro lo stampo.
Intanto intiepidire il latte con la scorza del limone, (volendo anche al microonde).
Sgusciare le uova dentro a una terrina, unire lo zucchero, il latte e con l’aiuto di una frusta da cucina, mischiare il composto fino a renderlo omogeneo e ben amalgamato.
Terminata questa operazione, filtrare il liquido e versarlo dentro lo stampo che contiene il caramello nel fondo. Coprire con un foglio di alluminio resistente e infornare nella parte bassa della friggitrice ad aria, precedentemente riscaldata, per 50 minuti a 160° C.
Trascorso il tempo di cottura, sfornare il flan, lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente e poi tenerlo in frigorifero per almeno qualche ora.
Quando il tutto sarà ben freddo, rovesciare su un piatto da portata e servire.

Ingredients

Per il composto
 500 ml latte intero
 4 uova a temperatura ambiente
 4 cucchiai di zucchero
 scorza di limone
Per il caramello
 5 cucchiai di zucchero
 1 cucchiaio d'acqua

Directions

1

Preparare il caramello unendo allo zucchero, due cucchiai d’acqua in un pentolino d’acciaio a fiamma bassissima, versarlo e lascialo raffreddare dentro lo stampo.
Intanto intiepidire il latte con la scorza del limone, (volendo anche al microonde).
Sgusciare le uova dentro a una terrina, unire lo zucchero, il latte e con l’aiuto di una frusta da cucina, mischiare il composto fino a renderlo omogeneo e ben amalgamato.
Terminata questa operazione, filtrare il liquido e versarlo dentro lo stampo che contiene il caramello nel fondo. Coprire con un foglio di alluminio resistente e infornare nella parte bassa della friggitrice ad aria, precedentemente riscaldata, per 50 minuti a 160° C.
Trascorso il tempo di cottura, sfornare il flan, lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente e poi tenerlo in frigorifero per almeno qualche ora.
Quando il tutto sarà ben freddo, rovesciare su un piatto da portata e servire.

Flan di latte sardo

Sara Sanna

Ho 48 anni e vivo in Sardegna. Ho lavorato come tecnico del restauro archeologico prima, poi come guida turistica e operatrice museale presso la "Fondazione Barumini Sistema Cultura" che si occupa della...

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.