My Wine Store si occupa di vendita vini online di cantine italiane e internazionali: selezioniano rossi, bianchi e bollicine con grandi firme e ne inseriscono di nuovi ogni giorno per offrire un catalogo sempre aggiornato. Oltre al vino, online propone distillati, prodotti tipici, accessori da regalare. 

Abbiamo intervistato il fondatoredi My Wine Store , Francesco Somma

Come nasce My Wine Store?

My Wine Store è il risultato di un progetto che girava nella mente già da tempo, poiché quella del vino è una realtà che conosciamo bene e nella quale lavoriamo da oltre 30 anni grazie all’attività di vendita al dettaglio in provincia di Latina. L’idea di aprirci al mondo digitale ci stuzzicava parecchio, ma prima di farlo abbiamo realizzato un piano strutturato e preciso, ne abbiamo valutato la fattibilità, i rischi e le opportunità, ma soprattutto le nostre capacità di curare l’e-commerce come un negozio fisico, con le stesse attenzioni da ogni punto di vista, forse addirittura di più. Così abbiamo deciso e, circa 5 anni fa, abbiamo creato la nostra enoteca online www.mywinestore.it.

Il fondatore viene dal mondo del vino o da altra realtà imprenditoriali?

Il fondatore, Francesco Somma, fa parte del mondo del vino e della gastronomia in generale. A San Felice Circeo (LT) gestisce il negozio Gusto e Tradizione, che si potrebbe definire un supermercato-bottega poiché all’interno vi è particolare esposizione per le eccellenze tipiche, non solo locali, della gastronomia. Particolare attenzione ovviamente è dedicata allo spazio dell’enoteca, complice dell’esperienza maturata in tanti anni nella vendita di vino e distillati.

Quali sono i risultati raggiunti ad oggi ?

Riguardo al catalogo, ci avviciniamo alle 2.000 bottiglie, tra vini, spumanti, champagne e distillati. Garantire una scelta più ampia è sempre stata una nostra priorità, ma la nostra ambizione è anche quella di selezionare bottiglie più ricercate e difficili da reperire online. Ci orientiamo alla qualità più che alla quantità. I numeri del fatturato sono davvero incoraggianti; quest’anno abbiamo già raddoppiato le vendite rispetto allo stesso periodo del 2019. Da questo punto di vista il lockdown per noi è stato molto costruttivo; ci ha portato ad acquisire un numero impressionante di clienti, che nel tempo abbiamo mantenuto. Infatti, riguardo a questi ultimi, credo che il dato più interessante sia che abbiamo una fidelizzazione altissima: oltre la metà delle persone che sceglie My Wine Store per la prima volta, poi torna a comprare. Questo aspetto ci dà grande soddisfazione perché conferma la nostra idea che per vendere vino online non bastano i prezzi competitivi, ma è necessario fornire un servizio eccellente che renda memorabile l’intera esperienza della persona, che la faccia sentire “coccolata”.

La crisi del Covid ed il lockdown hanno dato un grande impulso alle vendite online, molti produttori stanno aprendo il loro e-commerce, cosa ne pensa?

Il lockdown è stato un periodo molto particolare anche per il mondo del vino. Come per altri settori, purtroppo, le difficoltà sono state moltissime, ma chi aveva dalla sua una presenza già forte online ha potuto sfruttare le grandi possibilità della rete. Abbiamo registrato numeri che non ci aspettavamo, sia in termini di traffico che di vendite, una chiara dimostrazione che ormai la distinzione tra mondo digitale e reale non esiste più. I produttori che hanno colto l’occasione per aprire un e-commerce hanno fatto benissimo perché periodi non prevedibili e quasi apocalittici come quelli del covid portano a grandi cambiamenti, che, probabilmente, andavano già fatti da tempo. Meglio tardi che mai! Tuttavia fare e-commerce non vuol dire semplicemente mettere un sito online; se non si è pronti a sostenere tale attività con una strategia precisa, mirata e continuativa, meglio lasciar perdere.

Quali sono i vini più venduti online?

Parlando di categorie, nella nostra enoteca online hanno un riscontro eccezionale spumanti e champagne, sia di cantine conosciute come Ferrari che maison come Louis Roederer. Vero è che su questa categoria di vini ci muoviamo molto bene, anche con proposte più di nicchia come Encry, Castelnau, Philippe Gilbert, molto apprezzate dai nostri clienti. Tra i rossi e i bianchi vanno molto bene i classici italiani, come l’Amarone, il Barolo, il Lugana. Possiamo dire che in generale nel nostro negozio di vini online le bottiglie più vendute sono quelle che portano grandi nomi, insieme a quelle di annate particolari, più difficili da trovare in rete.

Quanto costa il servizio clienti?

A noi il servizio clienti costa soprattutto in termini di impegno, perché gestire con costanza e tempestività ogni singolo ordine o necessità è un lavoro prioritario e continuativo; sono necessarie cura, attenzione, precisione, ma anche empatia, comprensione e voglia di fare bene le cose, altrimenti, come detto prima, tutto si ridurrebbe semplicemente ad avere un sito online statico, abbandonato a se stesso. Con My Wine Store invece lavoriamo sull’esperienza del vino, che inizia quando l’utente entra sulla piattaforma e termina mentre degusta il suo vino. Ogni richiesta è gestita da me, perché non voglio essere una figura super partes della mia enoteca online, ma mi piace conoscere le persone che si rivolgono a noi, capire cosa vogliono e come possiamo aiutarle. Non vi nego che in più di un’occasione ho provveduto di persona a fare consegne urgenti ad indirizzi poco distanti da me; ecco, conservare l’aspetto dei legami umani è impegnativo quando la vendita avviene online, ma al tempo stesso straordinario e gratificante. E vi garantisco che le persone lo apprezzano e ci scelgono anche per questo.

Per le persone ovviamente questo servizio non ha un costo; i clienti, anzi, ci guadagnano in termini di gratificazione e, oserei dire, di sorpresa e gioia.

Una curiosità il suo vino preferito e un abbinamento con un piatto

Difficile indicarne uno. Adoro le bollicine, soprattutto in determinati contesti come può essere il famoso “apericena”, in abbinamento con salumi e formaggi rigorosamente selezionati e di alta qualità. Mi piace che l’atmosfera sia scandita da un certo stile e, da questo punto di vista, la scelta della bottiglia giusta è fondamentale; immagino, ad esempio, una Grande Cuvée Encry. Ecco, questo champagne è sicuramente tra le scelte che prediligo.

 

—-

Francesco Somma –  Oltre ad essere fondatore e titolare dell’enoteca online My Wine Store e del supermercato-bottega Gusto e Tradizione a San Felice Circeo, Francesco Somma fa parte della Confcommercio Lazio, del direttivo FIDA nazionale, Federazione Nazionale Dettaglianti dell’Alimentazione. Attraverso la federazione è impegnato in attività di tutela e sviluppo delle imprese che sostengono il territorio locale, e non solo, e che con il loro lavoro ne favoriscono la crescita e ne preservano tradizioni e storia.