Azzurro nel volto, salino nello spirito, profondo nel cuore: dallo straordinario incontro tra il mare e gli aromi naturali della macchia mediterranea, nasce MeMento Blue, una pregiata selezione analcolica di acque aromatiche distillate, miscelate secondo l’antica sapienza, interamente dedicata alla mixology.

Il nuovo distillato analcolico di MeMento si aggiunge alla linea del pluripremiato brand creata da Eugenio Muraro di cui fanno parte anche MeMento, primo italiano della categoria nato nel 2017, e MeMento Green, lanciato nel 2019.

Realizzato con ingredienti mediterranei, oltre ad essere completamente alcool free, è certificato vegan e senza zuccheri, promuovendo uno stile di vita sano, consapevole e in piena armonia con la natura.

Dall’idea ispirata agli antichi rimedi trascritti nel Ricettario Fiorentino del 1498, al suggestivo design della bottiglia, interamente sostenibile e con etichetta materica in carta certificata FSC a tutela delle foreste, MeMento Blue, con il suo aroma profumato accende nella mente di chi assaggia il ricordo dell’estate italiana, incarnando con orgoglio i valori del progetto: il perseguimento della gioia attraverso l’equilibrio, la condivisione e la libertà di scegliere, perché bere non vuol dire necessariamente bere alcol.

Limpido alla vista, fresco e speziato al naso, sapido e leggero all’assaggio, MeMento Blue regala un senso nuovo alle creazioni analcoliche e a quelle a bassa gradazione alcolica, riempiendo il palato e lo spirito del gusto vivace del Mar Mediterraneo, grazie a una miscela unica nel suo genere:

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Acqua del Mar Mediterraneo, preziosa e ricca di sali minerali
  • Salvia Sclarea, profumata e rilassante
  • Santoreggia, speziata e intensa
  • Origano, tonico ed balsamico

Sull’etichetta azzurro mare, invito alla spensieratezza, cinque elementi verticali, che richiamano l’idea dei cinque sensi, compongono un graffio, permettendo a chi osserva di guardare oltre, scoprendo un paesaggio, quasi un ricordo lontano: MeMento (in Latino, appunto, “Ricorda!”).