Matematica per passione, consulente per dovere, pasticciona per vocazione, seguitemi e capirete perchè do i numeri in cucina!” – è questa la promessa fatta ai miei lettori e followers quando, lo scorso 29 aprile 2018, ho deciso di realizzare un piccolo desiderio ed farmi conoscere in rete come Matematica in Cucina.

Il blog è recente, tra poco compie 1 anno, e già mi sta dando tante soddisfazioni, nulla che potessi immaginare prima di quel giorno. È nato per gioco, incoraggiata e sostenuta da chi conosce questa mia passione da anni; ma in silenzio e quasi di nascosto, lavorando per mesi durante le pause pranzo, di sera e nei weekend. Chi mi circonda sapeva della passione per il cibo, per la cucina e l’alimentazione in generale ma nessuno immaginava che stessi lavorando al blog, curandolo personalmente in ogni aspetto, da quello tecnico ai contenuti, ma soprattutto nessuno poteva sapere quale fosse la mia mission. Matematica in Cucina ha messo a nudo una Anna che pochissimi conoscevano, mi ha regalato (e mi regala) emozioni e tanta forza quando parlo di me e di piccoli momenti di vita privata nascosti prima che il blog fosse online.

Non riuscite a seguirmi vero? O forse vi ho incuriosito? Bene, faccio un passo indietro e mi presento così vi sarà tutto più chiaro!

Mi chiamo Anna, ho 30 anni e di origini campane che, nonostante i diversi anni lontano dalla mia terra, porto dentro di me nella mia quotidianità con fierezza. Sono cresciuta con i miei nonni e sono fortemente legata alla mia famiglia, cane compreso! Mia madre è la migliore scuola di cucina, è lei che osservo da quando ero piccola e che, probabilmente e senza volerlo, mi ha trasmesso la passione per la cucina, sempre vissuta come momento di condivisione e manifestazione d’affetto. Sono laureata in Matematica –  e qui un primo indizio sul perché “Matematica in Cucina” – ma era ed è una mia passione, mai sfruttata o desiderata nel mondo del lavoro. Infatti da 8 anni lavoro nel mondo dell’IT, in società di consulenza, prima a Milano e poi a Roma.

Del mio lavoro non parlo mai, perché dovrei? Matematica in cucina è passione, è gioia, è condivisione e progettare, perché dovrei annoiarvi con le storie del consulente stressato?! Parlerò di tutto il resto, parlerò di cucina, di sport, di alimentazione e di diabete. Non solo, quindi, cucina e ricette perché Matematica in cucina è sì un food blog ma il cibo e l’alimentazione sono solo complici in questo mio microcosmo fatto anche di sport, salute e diabete. Sono questi gli argomenti vitali del blog e che riassumono chi sono e la mia vita. Amo essere in forma, amo prendermi cura del mio fisico e lo faccio allenandomi in palestra tutti i giorni e camminando tanto e ogni volta che posso. Da oltre un anno sono anche parte di un’associazione e, quindi, tempo e impegni permettendo, partecipo ad eventi organizzati di escursionismo, trekking urbano, fitwalking o camminata nordica.

L’alimentazione è una mia passione, non ho nessun titolo in campo scientifico o medico, ma mi piace documentarmi, approfondire articoli di salute, di alimentazione, di diete, di benessere fisico e psicologico. Tutti gli articoli che leggerete a riguardo sono solo frutto di ricerche e mai vorrò dare suggerimenti per la vostra salute!

Non sono vegana, né vegetariana, né crudista: mangio bene, mangio sano, mangio tutto ciò che mi fa bene e che il mio fisico può tollerare. Forse posso dire di avere un debole per gli alimenti a basso indice glicemico e questo mi spinge a ricercare farine alternative, dolcificanti naturali, alimenti ricchi di fibre o di proteine vegetali. Ma non sono una santa e, come avrete modo di leggere se mi seguirete, cedo anche alle tentazioni e di tanto in tanto mangio quello che non potrei.

Ed ora arrivo alla mission segreta di Matematica in Cucina. Sono diabetica da quando avevo 16 anni con terapia insulinica e dal 2009 con microinfusore, uno strumento straordinario che ha cambiato la mia vita. Dico segreta perché prima del 29 aprile 2018 pochi amici intimi, le coinquiline, la mia famiglia erano a conoscenza di questa patologia che mi accompagna da 15 anni e che, volendo o nolente, influenza la mia quotidianità ma che ho sempre affrontato a denti stretti e con determinazione perché non fosse un ostacolo ad ogni mio desiderio ed esigenza. Non raccontarlo alle persone con cui condivido le mie giornate, quindi colleghi e amici, non è per vergogna o per paura di pregiudizi e offese (spero che nel 2019 siamo ben lontani da questi problemi) ma è stato sempre per abituarmi a vivere normalmente, a non contare su nessuno se non su me stessa, a mangiare quando io so che posso o devo, a fare tutto quello che mi va di fare o che mi propongono senza che nessuno, io in primis, debba preoccuparsi e pensare che il diabete sia un ostacolo o un problema. Questo perché negli anni ho “frequentato” diversi ospedali, iniziando dai reparti pediatrici, e ricordo con tristezza bambini e adolescenti che vivevano male la nostra patologia, a tal punto da vergognarsene e nascondersi.

Quando ho pensato a Matematica in Cucina è stato con un solo obiettivo: far conoscere la mia vita perché tutti, bambini, adolescenti e adulti, diabetici e non, capiscano che il diabete, per fortuna, si gestisce e può non essere invalidante.

Nel blog, quindi, parlo di me, della vita da diabetico sotto ogni punto di vista; ci sono le mie ricette, ovvero quelle che si adattano alla mia vita, quelle che preparo velocemente per la pausa pranzo, tante ricette semplici, con poco condimento ma molte spezie, tantissime “ricette senza” con le varie sottocategorie (senza glutine, senza uova, senza latte, senza zucchero, senza lievito) alla ricerca di nuovi piatti gustosi ma salutari con cui potermi coccolare.

tabella-pennette-integrali-barilla-450x260La matematica in tutto questo? Il conteggio dei carboidrati, con i suoi fattori di correzione, rapporti insulina/carboidrati, indice e carico glicemico mi fa dare i numeri ogni giorno! E per me che sono un matematico è un gioco da ragazzi, quando riesco a individuare correttamente i carboidrati da calcolare ovviamente! E quando non ci riesco? Beh… Non sono un medico e per questo sono in cura anche io periodicamente!

In ogni ricetta scrivo sia le tabelle nutrizionali, utili per tutti, sia una simulazione del conteggio dei carboidrati (secondo i settaggi del mio microinfusore) per chi vuole utilizzarlo per la gestione del diabete ma non sa come fare perché lo trova complicato.  

Spero che possiate leggere il mio entusiasmo e la mia voglia di condivisione, senza alcuna presunzione, e aiutarmi a far conoscere questo piccolo grande progetto così importante per me.