” Il Mondo della Birra” 🍺

Oggi ci ritroviamo qui non per parlare di vino, ma bensì del mondo Brassicolo.

Vediamo quali novità ci sono all’orizzonte.

L’Associazione Unionbirrai ( Associazione di Categoria dei piccoli birrifici indipendenti) : avanza la proposta per la Legge Regionale sulla Birra Artigianale per rilanciare il settore.

Hanno organizzato un webinar on- line per raccontare i loro progetti, ed ho avuto l’occasione di ascoltare e seguire per comprendere meglio il loro percorso.

È stata un’occasione di confronto sulla proposta di una Legge Regionale sulla Birra Artigianale, come già portate avanti in Regione Lombardia e Abbruzzo, ed un occasione per approfondire il tema dello sviluppo del turismo birraio.

Il titolo dell’evento è stato: ” Birra Artigianale : leggi regionali, territorialità e turismo“, sono intervenuti, l’Avvocato Andrea Soncini ( del Birrificio Oldo, consigliere di Unionbirrai) che ha affrontato il seguente tema: ” La proposta di Legge Regionale sulla Birra Artigianale” ; poi è intervenuto il professore Silvio Mengoni ( docente di marketing agro – alimentare – università di Firenze), che ha affrontato il seguente tema: ” Dal prodotto all’esperienza : dinamiche di mercato e adeguamenti del sistema produttivo artigianale” ; a seguire l’intervento di Antonio Massa ( Birrificio Valdarno Superiore) che ha trattato un’altro tema: ” Turismo Birraio in Italia, potenzialità e collaborazioni sul territorio” ed infine l’intervento di Simone Monetti ( segretario nazionale Unionbirrai) .

È un messaggio utile per la ripresa e la ripartenza del settore.

L’attenzione è stata centrata soprattutto sulla proposta di Legge Regionale sulla Birra Artigianale, che ha come obiettivo dotare la filiera brassicola regionale di uno strumento normativo in collegamento con gli orientamenti della da parte dei consumatori, che Unionbirrai vuole diffondere affinché trovi reale applicazione su territorio nazionale.

L’Avvocato Soncini afferma: ” La filiera è un punto importante per i piccoli produttori indipendenti. È un percorso lungo e articolato, la stesura della norma, ma è già in discussione nella Commissione Turismo Lombardia.

L’obiettivo è una legge unitaria, omogenea e pluricentrica, con interessi trasversali che accomunino tutti gli imprenditori.

Le materie afferenti sono: agricoltura, alimentazione, e turismo. Una legge regionale necessaria anche per utilizzare gli strumenti finanziari.

Un punto importante all art 3, è l’attività di vendita e somministrazione anche all’interno della propria industria.

All’ art 5 , inerente l’ identificabilità del produttore e del prodotto, con un marchio che lo identifichi all’interno di una filiera unica.

Il professore Menghini, ha dichiarato : ” Il territorio deve essere visto in una nuova accezione.

Cosa significa per un micro birrificio artigianale aprire le porte al turismo?

Vorrà dire offrire non solo birra, anche accoglienza per il cliente/ospite, andando oltre la semplice consumazione.

Prestare più attenzione alla differenziazione del prodotto a livello territoriale.

Visto che oggi il ” pubblico” è sempre più interessato a vivere un’esperienza totalizzante.

La ricerca di un’ emancipazione territoriale. Puntare sui nuovi linguaggi ( blog, influencer, social etc) per la promozione dei prodotti Brassicoli.

L’imprenditore con la sua impresa, oltre alla tutela, dovrà puntare anche sul tipo di accoglienza da offrire, che strategia aziendale mettere in atto, punture sulle risorse materiali ed umane, la capacità di inserimento in una rete di relazioni ed itinerari” .

Il professore Antonio Massa, ha dichiarato: ” Ci vuole collaborazione sul territorio, consapevolezza di essere su un determinato territorio.

In Italia un valore importante è l’essere vocati al turismo. I Birrifici devono vivere di più il proprio territorio, avere conoscenza degli eventi culturali e degli interessi del luogo, collegarsi facendo rete territoriale con i diversi artigiani presenti sul territorio, la ricerca della cucina tradizionale come raccordo da trasmettere al cliente.

Sviluppare una proposta turistica: con offerte diversificate tipo Degustazione con tour e Visita al birrificio, offerte territoriali aggregate ( musei, teatri). Utilizzare i portali regionali di promozione turistica.

L’obbiettivo è puntare, sviluppare e dare valore al turismo Birraio Brassicolo, visto che la Birra piace, è trasversale ed ha tanto appeal .

Organizzare visite con gruppi di persone, gruppi esclusivi, visiti di appassionati, gestori di locali. Tutto per trasmettere conoscenze alle persone che bevono birra, ma che non sanno come nasce.

Si vuole proporre il territorio in chiave Birra !

Un concetto di indipendenza dalle mode, ma mantenendo una propria identità” !

Tutto questo per ricordare che il contesto reale, vede la necessità di uno strumento normativo efficace che, rispettando i principi della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, difenda e valorizzi i prodotti ed i produttori locali attraverso l’attivazione di diverse misure, tra cui il turismo,la formazione, lo sviluppo del settore Brassicolo, l’identificabilità dei prodotti di filiera regionale legati al territorio, inserendo il concetto di marchio di Birra di produzione brassicola regionale.

Ma vediamo ora in Regione Campania cosa succede nel mondo Brassicolo.

In questo momento storico è stato organizzato un webinar on- line grazie ad Alfonso Del Forno, sul mondo della birra in Campania.

Il titolo è stato: ” Campania, una terra incantata, ricca di storia, tradizione, cultura e biodiversità. Un nuovo modo di vivere la Birra”.

Alfonso Del Forno, è il fondatore di “Birracampania.it”.

La Campania è una regione in grande espansione sia per la produzione sia per il consumo di Birra artigianale. A testimoniare la crescita del movimento, è sufficiente osservare il numero dei birrifici campani sempre più presenti sul territorio nazionale e la nascita di pub e locali che selezionano birre di qualità.

Affinché il movimento possa crescere, è importante creare un luogo ( virtuale) dove sia possibile fare rete, far conoscere ciò che avviene nel movimento campano della birra artigianale.

Tutti potranno collaborare a realizzare questa rete: produttori, ristoratori, appassionati, donando il loro contributo, affinché il più vasto pubblico possa avvicinarsi al mondo della Birra Artigianale in Campania, con la voglia di condivisione e convivialità.

Il portale birracampania.it vuole essere aggregatore del movimento campano, lasciando le proprie pagine a coloro che hanno desiderio di far conoscere i propri prodotti e le iniziative che si svolgeranno nella Regione.

In Campania siamo avanti e siamo stati lungimiranti. Nel 2020 è arrivata la Legge Regionale Campania, che stabilisce una filiera della birra e nel 2021 arriva l’internazionalizzazione della filiera Birra.

Per Alfonso, l’evoluzione è figlia di ciò che è cambiato dal 2013 col blog fino ad arrivare a oggi, in cui i birrifici si aggregavano in Associazioni di fatto.

È arrivata la Definizione di Birra Artigianale. Basti vedere che i maggiori 8 attrattori culturali sono in Campania.

La filiera della birra artigianale ha trovato forza con la Legge Regionale, definendo le possibilità del settore Brassicolo, su due piani:

A) Il turismo esperienziale con la birra al centro;

B) Il turismo regionale, extra regionale e dall’estero in collegamento con la camera di commercio in Svizzera.

Da giugno 2020 ad oggi, si è lavorato per proporre questo progetto ” Nuovo modo di vivere la birra” , non solo più come bevanda, ma correlata dalla storia dei birrai, del contesto agricolo ecc.

” Birra Campania” è già on line col nuovo sito e logo.

L’Intervento di Errico Forichella, CEO Sef, racconta : ” nel periodo di lockdown si è avvertita la necessità di parlare di associazionismo. La necessità di crea un Marchio che racchiuda i Birrifici per un’apertura al mercato estero, con una selezione dei birrifici con standard produttivi costanti. Dare vita ad un’area più ampia, in modo da coinvolgere anche i birrifici più piccoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ci vuole spirito di coesione con un atto di azione !

Creare un disciplinare per indicare la produzione del prodotto.

L’Intervento dell’assessore Caputo, assessore alle politiche agricole della Regione Campania, ha voluto “sottolineare la disponibilità alla collaborazione. È attento al focus sulla Birra Artigianale.

Per lui, è un settore che mostra grande vivacità soprattutto per la giovane età degli imprenditori.

Seguo questo progetto perché la birra nasce dalla fermentazione di prodotti agricoli, per questo è necessario fare cooperazione e programmazione con nuovi fondi europei per non lasciare indietro nessuna filiera.

La Campania, è tra le poche regioni ad avere già una Legge Regionale, si sta così conquistando il favore dei consumatori. Si vorrebbe che la birra campana si caraterizzasse come prodotto con elementi campani” .

Il successivo Intervento di Vittorio Ferraris, presidente di Unionbirrai.

Rappresenta l’associazione dei birrifici indipendenti, sostiene la diversità delle proposte birraie artigianali/agricole, è sempre espressione di un territorio.

Desidera che si lavori nella definizione di principi comuni per una filiera che valorizzi il territorio in modo reale.

Sottolineo la forte carenza di materie prime trasformate quali malto e luppolo. La necessità di filiere vicine e catene corte, prossime al territorio e in connessione col turismo.

Così come esiste un turismo enogastronomico, è possibile anche un turismo per la birra.

Il punto centrale deve essere un’accoglienza a 360° nelle aziende.

È utile una normativa anche sulla somministrazione diretta della birra, con il consumatore senza filtri”.

Infine non si può non ricordare il passo in avanti della Campania, riuscendo ad organizzare in Campania due manifestazioni Brassicole.

Orgogliosi i napoletani numerosi hanno accolto nel Dicembre 2019 la prima manifestazione sulla birra a Napoli, dal titolo : ” Napoli Beerfest” che si è svolto all’interno del Castel dell’Ovo. Un evento importante per invitare i consumatori e appassionati a degustare varie tipologie di birre, ma conoscendo e confrontandosi direttamente con i produttori.

Molto coinvolgente anche l’organizzazione di workshop degustativi direttamente con i birrai.

Voglio invitare tutti a scoprire con più attenzione il mondo Brassicolo, seguendo questi indirizzi:

√ info

√ http:// birracampania.it/

E vi lascio con il saluto tipico del mondo birra e whisky – Sláinte !