Mi presento: mi chiamo “Scottona” di nome e “femmina di bovino” di cognome.

Mi sono stufata di essere considerata quella che non sono e di ritrovarmi nei discorsi dei saccenti come una delle razze più pregiate.

Io non sono una razza ,ma bensì una caratteristica di gran spessore che si può trovare in tutte le razze.

Sono una femmina giovane che non ha mai partorito e la mia età non può superare i diciotto mesi,anche se le più fortunate sono arrivata a ventidue mesi.

I miei pregi sono: “Tenerezza, sapore delizioso, sapidità e pregiatezza”.

Per essere più incisiva una Scottona di chianina e più pregiata e gustosa di un manzo di chianina, come quella di fassona, di angus, di pezzata, di podolica, e potrei continuare all’ infinito.

La mia leggenda narra che questo nome me lo diede un fantozziano contadino che si sentì ” Scottato” perché mi portò al macello costretto per ristrettezze economiche e sacrifico’ una femmina che non aveva mai partorito , quindi che non aveva potuto sfruttare sia con il latte e soprattutto con quei figli che avrebbero incrementato il suo allevamento.

Io non ho bisogno di grandi trattamenti ed elaborate lavorazioni. Sono buona di mio. Cotture veloci e poco salsate sono la miglior scelta.

Nel salutarvi spero che la prossima volta che mi incontrerete saprete chi avete di fronte.