Alessandro Slama è un giovane maestro panificatore ischitano, il 21 ottobre 2019 ha vinto il “World Championship dei panettoni”, una gara internazionale che elegge il miglior panettone artigianale al mondo, organizzata dai Maestri del lievito madre. La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi è avvenuta durante la 41esima edizione di Host a Milano, il Salone Internazionale dell’Ospitalità Professionale, alla Fiera di Milano.

Durante la 41esima edizione di Host a Milano, è stato incoronato vincitore del “Panettone World Championship”. Se l’aspettava la vittoria?

Non mi aspettavo assolutamente la vittoria!
Sapevo di avere un buon prodotto, ma non credevo fosse così eccellente da poter convincere i giudice che mi meritassi il primo posto.
Speravo fino all’ultimo di poter ricevere il premio della critica, vinto da Salvatore Gabbiano, però poi quando venne assegnato, le mie speranze finirono, e invece sono stato proprio io a vincere.

Alla competizione hanno preso parte 32 pasticcieri e panettieri arrivati oltre che dall’Italia anche da Tokyo, Sydney e New York. Secondo lei, cosa le ha fatto aggiudicare la vittoria?

Dopo la proclamazione, ho avuto modo di parlare con i giudici, mi hanno spiegato i motivi della mia vittoria. Loro nel giudizio tengono conto della tecnica e del gusto e il mio panettone è stato per loro un mix perfetto di aromi, sapori e tecniche di lavorazione.

Ogni panificatore ha un suo stile. Quali caratteristiche deve avere un suo panettone?

Il mio panettone deve essere bello, deve avere un profumo del gusto che rappresenta. Per il panettone artigianale che ho presentato alla competizione, ho utilizzato la vaniglia, una buona pasta d’arancio e della frutta candita.

Fin da piccolo ha appreso l’arte dei lievitati e del lievito madre. Chi le ha trasmesso questa passione?

Incarno la terza generazione di una famiglia di panificatori. Il lievito naturale mi ha cambiato totalmente la vita, mi ha fatto riscoprire un mondo nuovo, pieno di prodotti innovativi e salutari.

Lei è stato allievo del grande maestro Rolando Morandin. Quali sono gli insegnamenti che le ha trasmesso?

Il Maestro Rolando Morandin è stato ospite d’onore della kermesse, da lui ho imparato la tecnica di mantenimento del lievito madre in acqua, chiamata proprio “Metodo Morandin”, oggi adottata da molti dei suoi colleghi.

Ha progetti per il futuro?

Il mio sogno era arrivare precisamente dove sono adesso, non posso desiderare di meglio!

A volte la realtà è molto più bella della fantasia, non esiste fantasia più bella della realtà che ti sorprende!

Tutte le creazioni di Alessandro Slama le puoi trovare su www.ischiapane.it