Record mondiale per il Barolo di Serralunga d’ Alba del 1961, è stato eletto il vino certificato DOC più antico del mondo dalla World Certification Limited. 

Un grande riconoscimento per il Barolo prodotto a Serralunga d’ Alba , in provincia di Cuneo, nel 1961: è in assoluto il vino più longevo a vantare la certificazione introdotta per la prima volta nel 1960 per contrastare la vinificazione contraffatta. 

Il vino è esposto e conservato all’ interno del museo popolare ” Robe Veje” di proprietà di Luigi Varrone nella città di Fontanelle Boves, Cuneo. 

L’idea di esporre questa prestigiosa bottiglia è stata di Maurizio Paschetta proprietario della bottiglia : ha deciso di donarla a titolo gratuito e in modo definitivo a Luigi Varrone. 

Il Barolo Doc è prodotto a Serralunga d’ Alba, borgo Piemontese dove si trova il Bistrot di Guido, locale – laboratorio nella Villa Reale della Riserva bio- naturale di Fontanafredda. 

Il vino risulta di colore rosso brillante, con note di rosa appassita, di sottobosco, prugna, liquirizia e spezie. 

Ha una componente acida fresca e giovanile e dei tannini che sostengono la buona struttura. 

Aromi eleganti ed intensi : il frutto è dolce con note di evoluzione che rimandano alle erbe essiccate. 

Viene messo a maturate per 24 mesi in botti tradizionali da 25 ettolitri, dove affina e raggiunge la sua eleganza.

Dopo una sosta che può variare da 6 a 12 mesi, è pronto per essere servito a temperatura di 16/ 18° C .

È ideale in abbinamento a secondi piatti di carne rossa e brasati.

Allora buona bevuta a tutti e Prosit !