Frozen è il dispositivo che tiene traccia delle variazioni di temperatura lungo tutta la catena del freddo a garanzia della qualità e a tutela del consumatore.


E.O.S. – la holding guidata dall’imprenditore visionario Stefano Maccagnani ha presentato alla Maker Faire Rome – The European Edition  un’innovativa applicazione che monitora la temperatura dei prodotti surgelati: FROZEN: Thermal History Indicator.
Applicato sul packaging di un prodotto surgelato, Frozen (Patent Pending) è in grado di tenere traccia delle variazioni di temperatura subite dallo stesso garantendone la qualità ed evidenziando eventuali anomalie dal momento della produzione sino alla vendita finale del prodotto, grazie al monitoraggio costante della così detta “catena del freddo”. Frozen è in grado di evidenziare eventuali anomalie (fluttuazioni eccessive della temperatura, abusi termici di grave entità, etc.) garantendo la qualità del prodotto. Inoltre è l’unico Indicatore Termico che per il suo funzionamento non utilizza sostanze tossiche, bensì sostanze utilizzate in campo alimentare e farmaceutico. La Direttiva 89/108/CEE in materia di alimentazione umana stabilisce che la temperatura degli alimenti surgelati deve essere mantenuta in tutti i punti del prodotto a un valore pari o inferiore a -18° (con una tolleranza di +3°). Frozen, applicato all’interno del packaging, è un dispositivo che tutela il consumatore dandogli la possibilità di verificare il rispetto di questo requisito di legge.
Un impegno quello di Stefano Maccagnani verso la tecnologia che da diversi anni si concretizza anche attraverso un concreto sostegno all’educazione. Attraverso la E.O.S. per il 2019 Maccagnani ha finanziato 25 Borse di Studio, destinate agli studenti meritevoli dei corsi di studio di Laurea Magistrale, attivati presso la Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Università di Camerino.
Maker Faire Rome – The European Edition è il più grande Maker Fair al di fuori degli Stati Uniti e il secondo al mondo per numero di visitatori con 105 mila presenze nell’edizione 2019.
E.O.S. SpA è la Holding che riunisce le società fondate e gestite dall’imprenditore e visionario Stefano Maccagnani e che operano in vari settori tra cui quello meccanico, elettronico, automotive e bio-medicale.
Stefano Maccagnani, nato a Torino e adottato da Roma, intraprende nella Città Eterna il suo percorso nei campi della finanza, dell’elettronica e della meccanica, aprendosi anche ad esperienze internazionali. Nel 2002 concretizza il suo concetto di innovazione interdisciplinare fondando la E.O.S. Spa, holding che riunisce una serie di società che operano in settori diversi: meccanico, elettronico, automotive e biomedicale. Fra gli altri, realizza un progetto per la costruzione dell’auto elettrica fino ad arrivare al prototipo e alla messa a punto di una scocca, possibile partenza di vari modelli. Nel settore biomedicale uno dei traguardi più ambiziosi raggiunti:
l’esoscheletro Phoenix, protesi motorizzate che consentono ai paraplegici di muoversi in autonomia, ma anche di sostenere parti del corpo impegnate in lavori pesanti. La sua innata curiosità e la necessità di stimoli continui lo portano nel 2009 a collaborare con l’Università di Camerino, dalla quale consegue la laurea ad honorem in matematica ed applicazioni, con l’Università di Bologna e con il Diae (Ingegneria Astronautica, Elettrica ed Energetica) de La Sapienza di Roma. E sempre con l’Università di Camerino è partito il progetto Limix, spin-off per affrontare i problemi delle persone audiolese, di cui il primo risultato è un guanto ‘Talking Hands’ che permette, attraverso un sistema sofisticato, di dare voce ai segni.