Dambo Beef & grill, nasce dall’idea di Amedeo Quagliata, giovane imprenditore che porta avanti con passione e nuove idee la storia di una famiglia da sempre nel mondo della ristorazione. Nel 1979 infatti i genitori di Amedeo, aprono il Gallo nero, poi nel 1990 Trattoria Medina e nel 2007 Serafina al Vulcano buono e qui che inizia lui, quindi 13 anni fa.

Il tratto distintivo dei Quagliata è la scelta di proposte di eccellenza e soprattutto la continua evoluzione rispetto ai tempi. Se solo si pensa a Trattoria Medina, alla sua evoluzione, a come abbia intercettato i cambiamenti non solo del mondo della ristorazione ma anche quelli provenienti dal pubblico. Dambo invece è l’ultimo nato. Un progetto fortemente voluto ma anche molto sperimentale. Un locale dal sapore e dalla filosofia americana che punta su una proposta food d’eccellenza caratterizzata da una scelta di carne selezione Cillo pensata e voluta proprio per offrire ai suoi ospiti, turisti e napoletani, piatti di altissimo livello.

Il brand si ispira al quartiere di Brooklyn “Dumbo” e ai suoi locali che sono sempre di più punto di ritrovo per business man e giovani che cercano non solo buon cibo ma un posto dove poter condividere spazio e tempo in serenità e in un’atmosfera di design ed eleganza. Ecco perché la scelta di uno stile che anche nel design rispecchia molto i locali di Brooklyn così come la proposta drink, altra colonna portante della scelta gastronomica del brand.

Il cocktail bar con la professionalità dei bar tender propone cocktail senza tempo e quello più di tendenza. Mangiare una focaccella e bere un drink al bancone di Dambo, questa vogliamo che sia la nuova tendenza napoletana: creare uno spazio dove si possa gustare ottimo cibo, ottima carne e bere dei drink proprio come nei migliori locali.

Il tutto accompagnato da un’atmosfera di relax curata in ogni minimo dettaglio.

 

Dambo Beef & Grill si ispira al quartiere di Brooklyn “Dumbo”, come mai questa scelta?

New York è una città di massima ispirazione, creare un locale che richiamasse quelle atmosfere in una zona di locali tipici ho pensato potesse essere un tratto distintivo sia per i “locali” che per gli stranieri.

 

Dambo non solo un cocktail bar, ma anche una braceria e bistrot, qual’è l’idea alla base dei vostri piatti?

 I punti fermi della nostra offerta sono: in primis la carne (e di conseguenza i panini), i cocktail, le focaccelle, le uova ed i risotti.

Ognuno di questi elementi si sviluppa all’ interno del nostro menù partendo da una ricerca qualitativa molto alta che poi viene arricchita dalla scelta di prodotti di stagione.

Non vogliamo essere una steak house classica (anche quelle newyorkesi sono abbastanza pesanti nelle ambientazioni), puntiamo ad essere unici nel nostro genere.

 

La selezione delle vostre carni è di altissima qualità (selezione Cillo), ci racconti qualcosa in più?

Non avendo celle di frollatura, ci riforniamo di carni già eccellenti al momento dell’ acquisto e Cillo ci consente di fare questo tipo di lavoro.

Ricorda i locali newyorkesi non solo per il designa, ma anche per la proposta cocktail, un format innovativo per la città di Napoli con il barman Marco De Martino

 

Come nasce anche l’idea del food pairing?

Mi piaceva l’idea che si potesse scegliere il Dumbo non solo per mangiare e poi eventualmente bere qualcosa, ma anche facendo il percorso inverso: voglio bere bene e semmai mangio anche qualcosa (focaccelle e uova sono l’abbinamento ideale in questo senso, e nel periodo estivo un super club sandwich).

 

Avete riaperto dopo questi mesi di lockdown, cosi vi aspettate per questi mesi?

 

Nulla. Siamo consapevoli che il mercato interno alla città non è assolutamente sufficiente per soddisfare l’offerta, soprattutto nei mesi estivi quando aprono i ristoranti stagionali. Continueremo a fare del nostro meglio senza prefissarci obiettivi irraggiungibili, ma con la consapevolezza che è l’unico modo per essere vincenti a lungo termine.