Cosa intendete voi per pausa pranzo? Come e dove preferite mangiucchiare il vostro pasto? Ecco, io vorrei proporvi il mio modo di fare uno spuntino a Napoli, quando sono in giro per delle commissioni o sono impegnata all’università. E no, non voglio proporvi la classica merenda del più tradizionale street food napoletano, immagino abbiate tutti conoscenza ed esperienza a riguardo.

13565387_1038273362919966_267010025_n

La mia è una sosta in una delle più famose strade del centro storico, via San Sebastiano, la stadina dei negozi di strumenti musicali, quella che collega piazza del Gesù con piazza Bellini e il Conservatorio di San Pietro a Maiella. Qui si fa spazio, tra i modaioli toast e le strafritte patatine, un posticino accogliente:
SnapFood #gustoitaliano, uno spuntino semplice e veloce proprio come uno schiocco di dita. Nasce dalla passione di Salvatore Collina e Alessandro Del Giudice che hanno pensato per Napoli ad un format giovane ed inusuale, soprattutto per il centro storico, “una tramezzineria artigianale” una scommessa tra i più tipici street food napoletani. La loro passione viene dalle loro esperienze lavorative a Roma e a Venezia, patrie del tramezzino: “ci siamo detti, perché non a Napoli dove sarebbe una novità? Quindi vai con la ricerca del locale, dello stile, del pane tipico, rigorosamente artigianale, particolarmente soffice e saporito e delle materie prime del nostro territorio, sempre fresche e di qualità”.

13565430_1038273219586647_2112423802_n

Le combinazioni degli ingredienti variano spesso – ogni volta che passo trovo un nuovo tramezzino!- ma all’occorrenza possono soddisfare ogni esigenza o gusto. La mia missione è provarle tutte (per ora vince quello con la chicken salad!) ma oltre ai tramezzini  l’offerta è vasta: panini gourmet, focacce farcite, panini vegani, bagel farciti, bretzel e torte artigianali e non escludo qualche altra novità alla mia prossima visita. I prezzi sono alla portata dei tanti studenti che frequentano quella zona, la qualità è ottima e il sapore è innegabilmente alla sua altezza. E’ possibile consumare sul posto, magari intrattenendosi a chiacchierare coi due simpatici proprietari sempre gentili e cordiali, oppure scegliere una delle magnificenze napoletane, lì a due passi, come sala da pranzo. Insomma, a me questo SnapFood piace tanto!

Ci tornerò?
Certo, ho una missione da compiere!