A pochi giorni dalla presentazione del suo nuovo libro “La mia pizza autentica” ritroviamo Franco Pepe protagonista di una nuova apertura in Basilicata.

Il primo dicembre ha aperto al pubblico Proxima, la nuova pizzeria di Franco Pepe, situata all’interno del San Barbato Resort Spa&Golf, struttura cinque stelle nata grazie alla volontà e l’impegno del patron Antonio Liseno a Lavello e magistralmente diretta da Canio D. Sabia.

Il San Barbato Resort è una moderna struttura alberghiera dotata di ogni comfort e in continua evoluzione che si propone di diventare polo di qualità, capace di richiamare clienti sia italiani che stranieri, anche per la sua proposta gastronomica e destinata a ampliare ancora la sua offerta con campi da golf e centro congressi.

Al suo interno già dall’apertura può vantare una “sede distaccata” del ristorante Don Alfonso, primo faro dell’alta gastronomia in Campania da decenni, già sotto le luci dei riflettori della gastronomia mondiale tanto da aver guadagnato la stella Michelin.

Il lungimirante imprenditore lucano ha puntato in alto per completare l’offerta gastronomica, portando nella sua squadra non solo Franco Pepe e la sua pizza ma una intera pizzeria creata su misura per il pizzaiolo di Caiazzo.

È nata così Proxima, il nuovo progetto di pizzeria che è evoluzione naturale di Pepe in Grani.

Dopo la sua “Filiale” all’Albereta, per rendere ancora più tangibile la continuità tra la sede di Caiazzo e quella lucana, i lavori di quest’ultima sono stati affidati a Beniamino Di Fusco l’architetto che insieme a Franco Pepe ha creato, dalla ristrutturazione di un antico palazzo dismesso, quella che dal 2012 è il centro operativo del pizzaiolo caiatino, con i suoi vari livelli, le sue diverse sale di degustazione, tra cui Authentica.

Proprio sulla base della stessa idea sviluppata con Pepe in Grani, Di Fusco e Pepe hanno dato vita a Proxima, una pizzeria con due forni e due sale circondate quasi interamente da vetrate che danno un senso di continuo movimento e evoluzione.

la terrazza di proxima, la nuova pizzeria di franco pepe

Un’idea nata prima della pandemia ma che in questo periodo ha avuto il suo impulso maggiore a sottolineare la capacità di Franco Pepe di rendere proficuo questo tempo così difficile riuscendo a realizzare e portare a termine il progetto.

Al piano sottostante, sempre per mano dello stesso architetto, la proprietà sta ultimando sei ulteriori suites modernissime ispirate a principi di sostenibilità e rispetto dell’ambiente già nella scelta dei materiali alternativi, come si intuisce ad esempio dalle controsoffittature in mais.

Proxima, secondo quanto dice lo stesso Pepe è il “prossimo passo” dopo le grandi falcate che in questi dieci anni il laboratorio di Caiazzo ha dettato nel mondo della pizza.

proxima, franco pepe al banco

Portare un territorio all’interno di una pizzeria, renderlo riconoscibile e quasi in grado di presentarsi da solo nel mondo attraverso una pizza è quello che Pepe e il suo staff hanno realizzato con la pizzeria di Caiazzo ed è quello che si propongono di ripetere in questo angolo di Basilicata al confine tra Puglia e Campania.

La giovane squadra di Proxima si è formata tra i banchi e i forni di Caiazzo, tra ragazzi casertani e lucani, e sarà supportata sia da Franco Pepe che da suo figlio Stefano.

Le pizze ovviamente sono quelle iconiche di “Pepe in Grani”, dalla Scarpetta alla Ritrovata passando per la Margherita sbagliata e tanto altro. A queste si affianca già qualche novità che prevede l’utilizzo di prodotti locali come la “Cruscardella Lucana” con mortadella di maiale nero lucano e peperone crusco, alla quale si affiancheranno altre pizze del territorio che verranno man mano messe a punto.

Replicare un progetto quindi, renderlo esportabile e riproducibile anche in un diverso territorio attraverso le stesse competenze e lo stesso lavoro è quello che Il San Barbato Resort e Franco Pepe hanno voluto realizzare e che sicuramente cambierà anche in questa regione il concetto di pizza, in attesa di vedere magari nuove sedi di Proxima in altre località.