Pedalare, degustare, vendere le bontà agroalimentari sarde è la filosofia del progetto BEST, la nuova rete di bike-hotel della Sardegna. Si punta sul ciclo turismo – nel 2017 secondo una ricerca ATTA (Adventure Travel Trade Association) ha generato un fatturato da 580 miliardi di euro e per il futuro si stima una crescita a doppia cifra – per spingere le vendite e la visibilità di vino, formaggi e altri prodotti tipici. Lo strumento chiave è questa rete formata da 25 operatori turistici sardi con 16 hotel, tre cantine, un agriturismo e un accordo con il Consorzio del Pecorino Romano di Macomer.

In sella per Torbato, Malvasia e Vernaccia

I tre vini bianchi che si intendono valorizzare corrispondono a tre diverse località inserite nei percorsi che attraversano la fascia occidentale dell’isola: Alghero e il Torbato, la Planargia con la Malvasia, Oristano e la Vernaccia. Le imprese protagoniste sono l’azienda vinicola Attilio Contini di Cabras per la Vernaccia; Poderi Parpinello per il Torbato e Cantina Salto di Coloras per la Malvasia. Al vino si associa il formaggio grazie ai contatti avviati con il Consorzio del Pecorino Romano di Macomer che mirano a un rapporto di collaborazione che veda la presenza del marchio del Consorzio pubblicizzato all’interno di tutte le strutture partner della rete e nelle manifestazioni ciclistiche di promozione. L’obiettivo è una comunicazione integrata con il Consorzio che opera su mercati internazionali molto interessanti per le vacanze in bicicletta.

BEST ha vinto con il primo posto il bando “Turismo, cultura e ambiente – Sardegna, un’Isola sostenibile” di Sardegna Ricerche (agenzia della Regione che sostiene le imprese e l’innovazione nell’isola – che vede insieme sedici hotel (anche due alberghi diffusi), un agriturismo, tre società di noleggio bike ed escursioni, un tour operator, una società di trasporti e le tre cantine per rafforzare le sinergie con la filiera agricola.

Il lavoro dei progettisti Marcello Usala e Francesco Delogu ha conquistato i responsabili della commissione che ha finanziato BEST: “Una rete ampia, varia e coerente, composta da imprese con offerta adeguata al prodotto bike – si legge nelle motivazioni – Ottima la capacità di networking, volta alla creazione e potenziamento di un network ben definito. La commissione ha valutato il potenziale innovativo del progetto medio/alto con ricadute positive sui territori valutando ottimo il fatto che si integri l’analisi dei flussi con la tecnologia. Merito dell’innovazione tecnologica dei partner Espereal Tecnologies di Torino, Matourism di Trento e Insight di Cagliari.

Capofila della rete è l’Albergo Diffuso Villa Asfodeli di Tresnuraghes e le altre imprese che fanno parte sono: Hotel Alma, hotel Angedras, hotel Country Resort, Biking Sardinia, Cattogno Viaggi e Poderi Parpinello di Alghero. Hotel Al Gabbianodi Bosa, albergo diffuso Villa Asfodeli e cantina Salto di Coloras di Tresnuraghes, azienda vinicola Attilio Contini di Cabras, hotel Mistral 2 e Bike OR di Oristano, hotel Sa Rocca di Guspini. Agriturismo Sa Tanchitta di Ulà Tirso, albergo diffuso Antica Dimora del Gruccione di Santu Lussurgiu, hotel Marghine ed Esedra Escursioni di Macomer, locanda Minerva di Villanova Monteleone. Hotel Leonardo Da Vinci di Sassari, hotel Riviera e hotel Bajaloglia di Castelsardo, residence Il Melo di Porto Torres, hotel Cala Reale, hotel Silvestrino e Windsurfing Center di Stintino. Tanti paesi, tante imprese unite nella valorizzazione di un giacimento di opportunità turistiche tutte da far crescere.