Anche il Festival della Canzone italiana, giunto alla sua 71a edizione, quest’anno, vestirà un nuovo format, versione no-covid. Niente pubblico in sala e spazi digitali allestiti nell’ormai famosa Casa Sanremo, nella quale, le diverse stanze, ospiteranno interviste, talk show, premiazioni e cooking-show. Una di queste stanze ospiterà l’ITALIA IN VETRINA, uno dei format di maggior successo della casa. Promotrice dei territori italiani, sarà palcoscenico di interviste con presenze in studio di consorzi, enti, associazioni e produttori locali che racconteranno storie e tradizioni del nostro patrimonio gastronomico. I territori presenti sono: Liguria con il comune di Sanremo, Abruzzo, Basilicata con i Comuni di San Severino Lucano e di Matera, Calabria e la nostra Campania con il Comune di Salerno e le Terre del Bussento.

Per deliziare gli ospiti e gli addetti ai lavori della manifestazione, anche quest’anno saranno presenti numerosi pizzaioli, provenienti da tutt’Italia, che dal 01 al 05 Marzo sforneranno tutto il meglio dell’Arte Bianca. Di seguito, vi parlo di alcuni di loro.

Responsabile dell’area pizzeria di Casa Sanremo sarà ENZO PIEDIMONTE, napoletano di origine ma residente a Messina. Brand Ambassador del Molino Riggi, Enzo esercita la sua professione al “Ritrovo La Scala” di Rodia (ME), pizzeria Eccellente 2020 della Guida 50 Top Pizza. Maestro di PIZZART, già volto noto dei programmi RAI, con presenze in La Prova del Cuoco e Detto Fatto, Enzo sarà anche protagonista della pizzeria televisiva di Casa Sanremo, con un angolo coocking dedicato.

A rappresentare la Calabria ci sarà LORENZO FORTUNA, del ristorante pizzeria Number One di Cosenza. Una bella vetrina per quest’umile e simpaticissimo pizzaiolo, che da ben 25 anni esercita la professione con amore e passione. Viste le restrizioni, potremo seguire le avventure di Lorenzo via social, con le fantastiche storie su Instagram, realizzate a distanza, dal mio amico Wlady Nigro di Calabria Food Porn.

I rappresentanti della Campania sono volti noti del mondo pizza, a me cari, anche se, purtroppo, non ho avuto l’opportunità di frequentarli molto. Ma li stimo tantissimo per la loro umiltà e semplicità, felicissima di questo loro meritato traguardo.

AGOSTINO LANDI, figlio d’arte, gestisce in famiglia il ristorante pizzeria “Del Corso” a Capaccio Paestum (SA). Dal 1999 la famiglia Landi propone la vera “autentica” cucina mediterranea mettendo all’onore i prodotti del territorio cilentano. Pane e pasta fatti in casa e pizza d’eccezione, elaborati con la farina proveniente, esclusivamente, dai campi del Cilento. A completare il tutto, l’utilizzo dei prodotti della terra a cui Agostino tiene particolarmente, oltre che i formaggi e i prodotti di stagione.

ALFONSO SAVIELLO, pizzaiolo del ristorante pizzeria “Granammare” di Salerno, new entry nella famosa guida 50 Top Pizza d’Italia. Ho visto nascere questo luogo, nel 2019, situato sul magnifico lungomare di Salerno, la mia città natale. Insieme a Tommaso Lastra, altro pizzaiolo di talento, con Alfonso hanno dato vita a un nuovo format gastronomico, alleanza tra pizza, cocktail, fritti e sapori del mare. Una stupenda location, idealmente da visitare in qualsiasi momento della giornata, con vista panoramica sul golfo. Grande successo di pubblico e di critica, completano un percorso “sans faute”.

SALVATORE PALMIGIANO, titolare della pizzeria “Il Grappolo” di Ascea (SA), è un volto noto del mondo pizza. Di origini partenopee, ama fondere la tradizione cilentana con quella napoletana, con una profonda conoscenza dei territori e i suoi frutti. I suoi impasti sono eccellenti, ad alta idratazione e gestiti con grande maestria. Appassionato dell’arte bianca, durante la kermesse sanremese, offrirà un assaggio della sua pizza cilentana, senza dimenticare la tradizionale napoletana.

In bocca al lupo a tutti, ragazzi, sicura del vostro successo e di una grande performance da veri VIP dell’Arte Bianca.