Fare il pane a casa non è solo un modo divertente per passare una giornata con i bambini, svagarsi, o stupire gli amici. È anche una scelta estremamente sana. Solo facendolo in casa, infatti, puoi sapere quali ingredienti ci sono davvero nel tuo pane e controllare le dosi di sale e lievito ad esempio, evitando di assumere troppo sodio, o di trovarti con la pancia gonfia a causa di una cattiva lievitazione. Inoltre, si tratta sicuramente della scelta più indicata per chi è afflitto da intolleranze alimentari o soffre di celiachia.

Se un tempo il pane fatto in casa era un lusso per chi aveva abbastanza tempo e forze, oggi grazie alle macchine per il pane si tratta di un piacere davvero alla portata di tutti. Grazie a queste macchine, infatti, ti basta dosare e inserire gli ingredienti. Sono loro, poi, a impastare, cuocere e spegnersi quando il tuo pane è pronto. curioso di conoscere meglio questi elettrodomestici, e magari sapere come scegliere quello perfetto per te? Allora questo articolo fa proprio al caso tuo! Ti spiegheremo quali modelli sono oggi sul mercato, e in base a cosa scegliere la macchina del pane che fa a caso tuo.

Dimensioni e capienza

Se hai già cominciato a informarti su quale sia la migliore macchina per il pane, probabilmente avrai notato che ne esiste una varietà davvero ampia, e che ogni elettrodomestico ha caratteristiche diverse. Per prima cosa, quindi, quello che ti consigliamo di fare è considerare lo spazio che hai in cucina, e quante persone compongono la tua famiglia. In questo modo infatti potrai già fare una prima scrematura in base a dimensioni e capienza.

La maggior parte delle macchine del pane ha un cestello la cui capienza varia da 500 grammi a un chilo. Questa misura indica il peso del pane dopo la cottura e, come potrai notare, è pensata per soddisfare i bisogni di una famiglia di 3 o 4 persone. Se però sei single e vivi in uno spazio ristretto, non disperare! Esistono macchine anche da 350 grammi, così come è possibile trovarne da 2kg per chi ha una famiglia numerosa e una cucina ampia.

Una o più ricette

Il mercato delle macchine per il pane è estremamente ampio, e soddisfa ogni genere di esigenza e, soprattutto, di portafogli. Uno dei fattori che incidono maggiormente sul prezzo, oltre ovviamente alla capienza, è il numero di programmi di cui la macchina dispone. Esistono, infatti, macchine in grado di realizzare un solo tipo di pane, decisamente indicate per chi mette il risparmio al primo posto, ma anche per gli intolleranti che, loro malgrado, possono preparare un solo tipo di pane.

Viceversa, se vi piace sperimentare e potete farlo, e magari desiderate anche provare qualche ricetta diversa dal pane, potrete trovare macchine che offrono fino a 15 funzioni, alcune delle quali davvero sorprendenti. Volete un esempio? Ci sono macchine in grado di preparare le baguette francesi, ma anche la marmellata, lo yogurt e l’olio di semi, ma anche cuocere la carne, o addirittura un pollo intero!

Per chi ha poco tempo

Come abbiamo detto, la macchina del pane si spegne da sola una volta finito di cuocere, anche se ci sono ancora modelli particolarmente basici che richiedono l’uso di un timer esterno. Se però avete poco tempo e non volete rinunciare al piacere di viziarvi, quel che fa per voi è una macchina programmabile. Questi modelli permettono infatti di impostare non solo il tempo di cottura, ma anche quello di accensione. In questo modo, ad esempio, potreste tornare dal lavoro e farvi accogliere dal profumo del pane appena sfornato.

Facili da lavare e a basso consumo

Alcune delle macchine multifunzione supportano un doppio set di lame che, sebbene permettano di preparare un’incredibile varietà di ricette, risultano difficili da smontare e da lavare. Prima di acquistare un modello multifunzione, quindi, il consiglio è quello di riflettere bene su quanto tempo e quanta voglia avete da dedicare alla vostra macchina del pane. Se volete comprarla per avere una ricetta pronta senza sforzo, forse i modelli multilama non sono esattamente quel che fa per voi.

Sempre nella stessa ottica, considerate che un modello multifunzione consumerà, per forza di cose, più energie rispetto a una macchina che si limita a impastare e cuocere. Un’alternativa è quella di acquistare un modello di ultima generazione a basso consumo energetico che, però, ovviamente richiederà un investimento iniziale leggermente più alto.

Qualche consiglio finale

Come avrete potuto intuire, scegliere la migliore macchina per il pane richiede un po’ di tempo per informarsi bene e riflettere sul vostro acquisto. La buona notizia, però, è che esiste una macchina perfetta per ciascuno, e che quindi tutti oggi possono cimentarsi con il pane fatto in casa. Basta ricordarsi poche semplici regole: dimensioni della cucina e numero di familiari, quante e quali ricette volete preparare, se avete più o meno tempo per seguire la preparazione, quanto tempo volete investire e quanto siete disposti a pagare in bolletta. Una volta deciso questo, non vi resta che sfornare!