Sin dall’alba dei tempi, il connubio “cibo-eros” è, a qualsiasi latitudine, particolarmente sentito dalla maggior parte delle persone. D’altro canto, mangiare bene, al di là dell’aspetto afrodisiaco, è un mantra imprescindibile per ciascuno di noi, un obiettivo per vivere meglio la nostra quotidianità. Non c’è alcun dubbio, in tal senso, come uno degli aspetti che generano un maggior benessere individuale è da ricercare in un’appagante vita intima.

Ed anche il cibo, a tal proposito, può fornire un contributo nel renderla maggiormente stimolante. D’altronde, cosa c’è di più coinvolgente di una bella cena afrodisiaca in compagnia di un uomo elegante e affascinante, piuttosto che una donna seducente ed ammaliante di Simpleescorts.com.

“Champagne per brindare a un incontro”

I cibi afrodisiaci sono molteplici e si possono differenziare tra quelli stimolanti ed eccitanti e quelli, invece, volti a migliorare l’efficienza ormonale legati all’apparato cardiovascolare. Vediamo, quindi, quali sono i cibi propedeutici non solo a gustare una cena coi fiocchi, ma siano in grado, soprattutto, di rendere decisamente più coinvolgente il dopo-cena.

Qualsiasi cena afrodisiaca, prima di scendere nel dettaglio dei cibi, non può che essere consumata sorseggiando champagne. Una credenza popolare che, ad onor del vero, non ha alcun riscontro scientifico. Ma è noto come l’azione inibitoria dell’alcol renda la serata decisamente più easy, leggera. E lo champagne, anche per quel che rappresenta nella credenza popolare, è certamente un buon “compagno di viaggio” durante una cena afrodisiaca.

Peperoncino, il “viagra naturale”
Tra i cibi ad alto tasso afrodisiaco, un posto particolare spetta, per quanto ovvio, al peperoncino. Le sue proprietà erotiche, d’altronde, fanno parte della credenza popolare di molte civiltà latine. E più di un soggetto, in particolar modo afferente alla sfera maschile, è pronto a giurare di aver ottenuto enormi benefici nella propria vita intima grazie ad esso.

Il perché venga considerato il “non plus ultra” dei cibi afrodisiaci, è presto detto. Oltre ad avere effetti estremamente benefici per la digestione, il peperoncino aumenta la sensibilità del battito cardiaco e rilascia endorfine, ricalcando, in buona sostanza, quanto avviene durante un rapporto intimo di coppia. Il peperoncino, inoltre, sarebbe anche un ottimo deterrente ad un problema come la disfunzione erettile, al punto d’essersi guadagnato, nel corso del tempo, il soprannome di “viagra naturale”.

Una cenetta afrodisiaca che venga accompagnata da un primo piatto ricco (ma non eccessivamente) di peperoncino, è certamente consigliato. E se a questo piatto, poi, aggiungiamo una spruzzatina di Parmigiano Reggiano, tanto meglio. Le proprietà afrodisiache di quest’ultimo, infatti, sono state testate in laboratorio dall’Università di Modena, che ha dimostrato come la vita sessuale dei ratti fosse maggiormente attiva dopo aver assunto un po’ di Parmigiano Reggiano.

Ostriche di secondo, un dolce al cioccolato e un caffè rigorosamente al ginseng
Come secondo piatto, invece, un’ottima idea è rappresentato dalle ostriche, notoriamente considerate tra i cibi più afrodisiaci del mondo. Anche in questo caso, alcuni studi scientifici hanno dimostrato la loro valenza in ambito sessuale, in quanto in grado di stimolare ormoni, testosterone e progesterone, oltre ad essere particolarmente ricchi di vitamine A, B e C. Non è casuale, di conseguenza, che uno degli uomini più donnaioli esistiti nella storia dell’umanità, Giacomo Casanova, lo considerava il miglior supporto per lo spirito e l’eros.

Il dolce, invece, non può che essere al cioccolato. Le proprietà afrodisiache di questo gustoso alimento sono davvero infinite. Basti pensare, come scientificamente dimostrato, che è in grado di stimolare il cuore, oltre a contenere un potente eccitante come la caffeina e un ottimo antidepressivo come la feniletilamina, tutte caratteristiche che contribuiscono, significativamente, a migliorare il sistema cardiovascolare.

Per chiudere la cena, ovviamente, non può mancare il caffè. Quello al ginseng è, senza alcun dubbio, il più afrodisiaco, in grado non solo di migliorare la digestione: le sue proprietà afrodisiache, infatti, sono note sin dall’alba dei tempi.

Redazione Foodmakers

Account della redazione del web magazine Foodmakers. Per invio di comunicati stampa o segnalazione eventi scrivere a foodmakersit@gmail.com

Leave a comment

Rispondi Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.