A Sant’Egidio dei Monti Albini, comune collocato nel cuore dell’Agro Sarnese Nocerino, a metà strada tra Napoli e Salerno, si trova la rinomata pasticceria Pepe Mastro Dolciere che ha reso il piccolo paesino ai piedi dei Monti Lattari meta turistica in ambito gastronomico. La pasticceria ha ottenuto nel corso degli anni vari riconoscimenti, tra i quali il “World Pastry Stars”, il premio di alta pasticceria internazionale più importante in Italia, che si è svolto a Milano nel maggio 2019.

La storia d’amore tra Alfonso Pepe e la pasticceria inizia già durante la sua infanzia quando, con occhi pieni di meraviglia, osservava lo zio lavorare nel suo laboratorio di pasticceria in Cilento. Verso gli inizi degli anni ’80, decise di trasformare questa passione nella sua professione, e cominciò a fare le prime esperienze e a muovere i primi passi in questo settore, frequentando scuole prestigiose quali l’Etoile e Cast Alimenti.

Il suo più grande desiderio era quello di avviare una propria attività e di creare prodotti di qualità che portassero il suo nome.

Riuscì a raggiungere questo traguardo quando nel 1995, grazie al sostegno e alla collaborazione dei tre fratelli Prisco, Giuseppe e Anna, aprì la pasticceria Pepe Mastro Dolciere nel piccolo comune pedemontano.

In quello stesso anno, Alfonso Pepe entrò nell’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani e si specializzò nella lavorazione dei lievitati; fu infatti proprio lui a scrivere la storia dei lievitati nel Sud Italia, con il suo panettone e la sua colomba, che ottenne il primo posto nella classifica del Gambero Rosso. Partendo dal suo piccolo laboratorio in provincia di Salerno, con la dedizione e l’umiltà che lo contraddistinguevano, è arrivato pian piano a distribuire i propri prodotti artigianali in ogni parte del mondo, ricevendo numerosi consensi.

Il Maestro purtroppo ci ha lasciati due anni fa, nel febbraio del 2020, a causa di un male incurabile, ma la sua eredità è stata portata avanti dai fratelli, in particolare Giuseppe Pepe, membro dell’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano.

Ciò che tutt’oggi la famiglia Pepe si propone di fare attraverso le proprie creazioni è di “ricercare e proseguire il complesso progetto sulla pasticceria e sui lievitati avviato trent’anni fa e tramandare storia, saperi, sapori e dolcezza ovunque ce ne sia bisogno nel mondo. Perché le cose dolci rendono felici”. 

Il locale si trova su un’ampia strada che collega le province di Napoli e Salerno. 

A livello estetico, prevalgono i toni del verde che illuminano l’arredamento semplice e moderno. All’ingresso sono presenti delle vetrine con le torte e i semifreddi, mentre sugli scaffali a destra sono esposti in bella vista le targhe con tutte le onorificenze e soprattutto i prodotti artigianali confezionati che è possibile acquistare alla cassa, uno fra tutti il panettone. 

Dietro le vetrine si intravede un piccolo laboratorio, dove vengono effettuate le lavorazioni più semplici, mentre al piano inferiore, lontano dalla vista della clientela, si trova il laboratorio vero e proprio.

I clienti possono accomodarsi sia all’esterno che all’interno, ai tavolini posti di fronte la vetrina, che mostra tutti i dolci a disposizione oppure sulle poltrone color verde smeraldo situate in fondo al locale, o ancora sulla piccola e confortevole veranda, per godere di maggiore intimità.

Il menù è molto vasto: propone gelati artigianali preparati con prodotti della zona, come le albicocche pellecchielle, i dolci da colazione, ad esempio cornetti e le soffici graffe fritte, la classica pasticceria napoletana, tra cui il babà e le sfogliatelle, piccole e belle monoporzioni di diversi gusti e le torte, servite al taglio. 

Tra le torte, spiccano la caprese, dall’impasto omogeneo e compatto di cioccolato e mandorle, e la classica torta della nonna, dal guscio croccante di pasta frolla ripieno di morbida crema pasticcera e guarnito con pinoli tostati e zucchero a velo.

Ciò che colpisce, oltre alla qualità dei prodotti, è la presentazione: vi è infatti una particolare attenzione all’estetica e una cura impressionante nell’impiattamento. 

Per concludere si può optare per un caffè espresso napoletano oppure per un liquore a scelta.

Pepe Mastro Dolciere, tra l’altro, è una delle poche importanti pasticcerie che ha pensato ad una proposta, parallela a quella originale, interamente dedicata al gluten free e lactose free. Nel febbraio 2021 infatti, sono stati inaugurati un nuovo punto vendita e un nuovo laboratorio, dove vengono prodotti dolci da colazione, dolci tipici partenopei e monoporzioni utilizzando farine alternative e materie prime per celiaci, insieme ai tipici prodotti della terra campana, come arance, mandarini, limoni, fichi bianchi del Cilento, albicocche del Vesuvio c.d. “Pellecchiella”, melannurche casertane e tanti altri. Il progetto in questione si chiama “È buono uguale”. Il nome deriva dall’esperimento messo in atto dai proprietari, che hanno fatto assaggiare questi dolci ad amici e clienti, al buio e davanti a una telecamera. La maggior parte delle persone intervistate non ha saputo distinguere questa tipologia di dolci da quella tradizionale. 

Lo scopo di Pepe Mastro Dolciere è quello di consentire a tutti di cimentarsi in quest’esperienza gastronomica e di immergersi nei gusti unici della tradizione.

Citando il Maestro Alfonso Pepe, “Un dolce non è solo un dolce, è un rito per estraniarsi dal mondo che ci circonda, ritrovando se stessi”.

Alessandra Persico

Nata a Napoli, classe 2000. Studentessa di Culture digitali e della comunicazione presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Dopo aver mosso i primi passi nel mondo del giornalismo, sperimentando...

Leave a comment

Rispondi Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.