Nel salotto di Napoli arriva la pizza in teglia di Golocious: 15 aperture in tutta Italia in soli 2 anni

Golocious napoli carducci

Nel salotto di Napoli arriva la pizza in teglia di Golocious

In via Carducci sbarca il format degli imprenditori e food influencer Vincenzo Falcone e Gian Andrea Squadrilli che ha già conquistato mezza Italia: 15 aperture in 2 anni

Nel salotto buono della città di Napoli, tra palazzi storici e vetrine eleganti, arriva la “Pizza in teglia” targata Golocious. Il format ideato dagli imprenditori e food influencer Vincenzo Falcone e Gian Andrea Squadrilli che ha già conquistato mezza Italia in soli 2 anni, festeggia la sua quindicesima apertura in via Carducci 47.

C’è l’imbarazzo della scelta nel ricco menù, a partire dalla golosa la Queen of Pistacchio (Mortadella Igp bolognese, pesto di pistacchio, provola, dadini di patate al forno), per poi passare alla Crispy (stick di patate dolci americane fritte, salsiccia di suino, provola e salsa crispy), e come non nominare la Rotolo (crocchè panato al panko, fonduta di cheddar, provola, bacon croccante e dadini di patate al forno). Non mancano tutte le classiche come Margherita, Marinara e quelle che strizzano l’occhio a Nerano e Amatriciana.

Il trancio è crunch grazie alla all’impasto a 48 ore di lievitazione con utilizzo della biga per un blend di farine tipo 0 (30%) e tipo 1 (70%). Completano l’offerta le fritture come il crocchettone panko, le frittatine al ragù e al pistacchio.

Il brand, nato con l’obiettivo di far godere occhi, palato e stomaco, si declina anche nei format “Burger&Wine”, “Pizza & Cucina” e “Sbam” presenti a Napoli, Sorrento, Portici, Roma, Milano, Padova, Jesolo e Verona.

Ecco l’app dell’Antica Pizzeria Da Michele in the world

L’Antica Pizzeria Da Michele in the world lancia la sua app, sviluppata dall’azienda campana Protom, per unire tutte le sedi nel mondo dello storico marchio in un unico dispositivo digitale.

L’Antica Pizzeria Da Michele, tra le pizzerie più legate alla tradizione di Napoli, incontra e sposa la tecnologia – spiega Alessandro Condurro, AD de l’Antica Pizzeria Da Michele in the world. – Ciò che può apparire come un controsenso, rappresenta in realtà la nostra strategia di sempre per la Michele in the world: manteniamo alto il nome della tradizione attraverso i mezzi di comunicazione e marketing più moderni. Questa app aggiunge un tassello importante  per far conoscere la nostra pizza in tutto il mondo e ci permette di arrivare direttamente sugli smartphone di tutti coloro che possono essere interessati a noi. Per ora lanciamo il servizio nella nostra lingua madre, l’italiano: l’app è già disponibile su Google Play e App store. Stiamo preparando le versioni in inglese e giapponese e, a seguire, cercheremo di continuare in tutte le lingue dei paesi in cui, attualmente, la nostra pizzeria è presente“.

Le nuove aperture tante attese e l’accoglienza che riceviamo in ogni paese in cui arriva l’Antica Pizzeria Da Michele ci ricordano quanto siamo amati nel mondo – continua Daniela Condurro, AD de l’Antica Pizzeria Da Michele in the world. – È per questo orgoglio, per la storia fatta dai nostri genitori, che proprio il racconto di famiglia è una parte fondamentale dell’app. Non mancano le 23 sedi, 24 a breve, la geolocalizzazione, le news e tutto ciò che può servire ai clienti per trovarci con facilità e per conoscere qualcosa in più di noi“.

L’app Michele in the world è disponibile gratuitamente in Italia su Google Play e App Store.

www.micheleintheworld.com

App Store https://apps.apple.com/it/app/mitw/id1593644284

Google Play https://play.google.com/store/apps/details?id=io.ionic.mitw

A Roma Termini arriva Mignon alle Mura

 Nel maestoso atrio di stazione

200 mq dedicati al food affacciati sulle Mura Serviane

A Roma Termini, l’atrio di ingresso, il famoso Dinosauro che grazie ai lavori di Grandi Stazioni Retail ha riacquistato la vista sulle Mura Serviane, ospita da pochissimi giorni Mignon alle Mura, uno spazio destinato al gusto per la colazione, l’aperitivo il pranzo o una semplice pausa.

Gli spazi di Mignon alle Mura sono stati progettati dallo studio AMW Architetti Associati, in coordinamento con Estrogeni&Partners per la comunicazione interna ed esterna, con l’obiettivo di valorizzare con discrezione le Mura Serviane, le vestigia archeologiche che rendono Termini una stazione unica al mondo.

Non ci sono pareti a delimitare Mignon alla Mura, che è aperta e dialogante con le architetture circostanti. Gli elementi perimetrali, che seguono il profilo del Dinosauro, evocano le mura con una struttura eterea e leggera all’occhio, dando continuità agli spazi, in armonia con la vetrata retrostante.

Materiali, forme e colori sono stati scelti all’insegna della sostenibilità, per minimizzare l’impatto ambientale e visivo con originalità ed eleganza. Tutti gli arredi, ad esempio, sono realizzati con legnami e materiali certificati e riciclabili, completamente disassemblabili e riutilizzabili. L’illuminazione è ad alta efficienza energetica e tutti i materiali sono coerenti con lo stile e i materiali di Termini, travertino in primis.

Per il pavimento è stata scelta una ceramica bioattiva certificata ed ecocompatibile, con caratteristiche antibatteriche e autopulenti.

Buongusto e sostenibilità: dalla colazione alla cena, passando per gli aperitivi e il pranzo, un menù di specialità di alta qualità della cucina italiana. Le ricette proposte sono fedeli alla tradizione ma, all’interno dei laboratori, maestri e tecnici lavorano quotidianamente per adeguarli al gusto contemporaneo e alle tendenze di mercato. Grande rispetto verso la natura e l’ambiente anche nella scelta delle miscele di caffè, i caffè Mogi, coltivati da cooperative locali e prevalentemente a gestione femminile in piantagioni organiche e sostenibili, per una ricca varietà di aromi, profumi e preparazioni.

Mignon alle Mura offre anche comodi e eleganti spazi dove sedere per meglio gustare le specialità e la bellezza del luogo, oltre alla possibilità di una consumazione veloce al bancone e del take away.

Qui, nelle comode sedute in velluto dalle tonalità pastello, è possibile gustare tutta la gamma di prodotti di Mignon. Un’offerta che parte al mattino con la colazione: croissant (anche integrale), sfogliatella, pasticciotto e altri classici della nostra tradizione disponibili tutti i giorni dalle 6.30, con la possibilità di scegliere anche alcune proposte vegane. Da Mignon c’è spazio anche per la piccola pasticceria all’italiana con code d’aragosta, cannoli, bignè e babà, da accompagnare con caffè Mogi, centrifughe o spremute. Il momento del pranzo è invece caratterizzato dalle proposte salate con tramezzini, panini, pinse e insalate con leimmancabili versioni vegetariane. Un format elegante e di qualità che punta su materie prime tracciabili, sulla moderna interpretazione e innovazione della pasticceria tradizionale e su un team tutto al femminile guidato da Maria Acquaviva (CEO), Roberta Virgilio (Brand Manager) e Alessandra Iasiello (Pastry Chef).

La partnership tra Mignon e Grandi Stazioni Retail è iniziata nel 2016 con l’apertura di Mignon a Milano Centrale, in uno spazio storico e di grande pregio, e ha segnato l’ingresso del brand nel travel retail. Sono seguite poi l’apertura a Torino Porta Nuova e oggi Roma Termini.

“Siamo immensamente felici di poter esprimere la nostra attenzione all’arte, al bello, al sostenibile, al piacere, in una location di eccezione, protetti da un’icona speciale come le mura Serviane – ha dichiarato Maria Acquaviva, CEO di Tyty -.
Sarà un’emozione particolare abbinare prodotti che hanno una antichissima tradizione a un ambiente che trasuda storia, sarà un cerchio di cultura, anche imprenditoriale, che si conclude dopo le altrettanto prestigiose e consolidate presenze a Milano Centrale e Torino Porta Nuova. Motivo per il quale ringrazio Grandi Stazioni Retail per la fiducia, la stima e l’opportunità”.

“Siamo orgogliosi dell’apertura di Mignon alle Mura – ha dichiarato Sebastien de Rose COO di Grandi Stazioni Retail – nuovo punto di riferimento gourmet per i viaggiatori e per i cittadini romani. La partnership con Mignon racconta la grande attenzione che poniamo nel cercare format nuovi che alzino la qualità dell’offerta. Mignon alle Mura sposa perfettamente la nostra strategia, volta a valorizzare le caratteristiche della stazione: non più solo un luogo di passaggio, ma una destination sostenibile, innovativa e comoda.”

Mignon alle Mura

Atrio Roma Termini

https://mignon2go.com/

Mignon è di proprietà di Tyty srl, dal 2016 ha aperto 3 punti vendita all’interno delle principali stazioni italiane, Torino, Milano, Roma. La capacità di rispondere in tempi rapidi alle sollecitazioni del pubblico, siano esse inerenti il prodotto o il processo, è la peculiarità organizzativa di Mignon. Dal punto di vista dello sviluppo commerciale, abbiamo l’obiettivo di strutturare ogni nuovo punto vendita come l’avanguardia dell’eccellenza, a partire dal buongiorno che accompagna ogni caffè servito la mattina al buon viaggio e grazie che saluta il cliente che parte. Lavoriamo per applicare e condividere, con ognuno dei nostri collaboratori, l’approccio sociale che ci guida in ogni decisione strategica.

Grandi Stazioni Retail è la società privata affidataria della gestione e valorizzazione degli spazi commerciali e di comunicazione all’interno delle 14 più grandi stazioni italiane nel cuore delle 11 città più importanti (Roma, Milano, Napoli, Torino, Firenze, Venezia, Bologna, Verona, Genova, Bari e Palermo) e che interpreta in modo nuovo, moderno e funzionale servizi, retail e comunicazione.

Roma Termini

È la stazione più grande d’Italia e la prima stazione europea a livello commerciale, è nel ranking delle migliori stazioni europee (votate dai viaggiatori).

Conta 210 milioni di visitatori l’anno, 170 Unità commerciali di cui 40 dedicate al food, 900 treni in arrivo e partenza ogni giorno, 48.000Sqm GLA e oltre 400 impianti media.

L’Antica Pizzeria Da Michele a Roma Tuscolana: inaugurazione dedicata ad Antonio e Francesco Condurro

L’Antica Pizzeria Da Michele apre a Roma Tuscolana: l’inaugurazione è dedicata ad Antonio e Francesco Condurro, recentemente scomparsi

Apertura al pubblico mercoledì 26 gennaio alle 20 in viale Spartaco 76

Mercoledì 26 gennaio, l’Antica Pizzeria Da Michele apre nel quartiere Tuscolana, in viale Spartaco 76. Un’apertura diretta al pubblico, come da tradizione dell’Antica Pizzeria Da Michele in the world, dedicata ad Antonio e Francesco Condurro, recentemente scomparsi.

Roma aggiunge una terza sede alle precedenti, toccando stavolta il quartiere residenziale Tuscolana, alla giusta distanza dalle altre pizzerie, che si trovano rispettivamente a Flaminio ed Eur. – spiega Alessandro Condurro, AD de l’Antica Pizzeria Da Michele in the world. – Quest’apertura è dedicata a Don Antonio Condurro, nel giorno del suo trigesimo, decano della pizzeria di Napoli, e a mio padre Francesco, tra i fondatori de l’Antica Pizzeria Da Michele in the world dieci anni fa, esattamente il 31 gennaio 2012, quando la sede di Tokyo è stata inaugurata”.

Ci è sembrato giusto rendere omaggio a due persone che hanno fatto tanto per la pizzeria e per la diffusione della nostra pizza nel mondo – continua Daniela Condurro, AD de l’Antica Pizzeria Da Michele in the world –. A loro va il nostro pensiero, nel continuare il lavoro che hanno iniziato. Questa dedica alle persone care che non ci sono più rafforza ancora di più la nostra presenza nella città eterna e rappresenta l’impegno delle nuove generazioni a tenerne sempre vivo il ricordo, per non deluderli mai”.

L’Antica Pizzeria Da Michele Roma Tuscolana conta 120 coperti interni e 35 esterni e ripropone il design della pizzeria di Palermo e Roma Eur, realizzato dagli architetti palermitani Salvo Laversa e Vincenzo Simanella.

Una pizzeria elegante nel progetto e nella realizzazione, che mantiene l’autenticità della Casa Madre nel gusto e nelle scelte presenti in menu, con tutte le note tradizionali che il prestigioso marchio de l’Antica Pizzeria Da Michele porta con sé.

Nel menu sono presenti le pizze della sede di via Sersale, a Napoli, ovvero margherita, marinara, cosacca e marita, con l’aggiunta di altre varianti concordate con il brand che, come da tradizione, rispettano la storia e i 152 anni de l’Antica Pizzeria Da Michele.

L’appuntamento per l’apertura al pubblico è dunque per mercoledì 26 gennaio alle 20 in viale Spartaco 76.

L’Antica Pizzeria Da Michele Roma Tuscolana

Viale Spartaco 76

FB @damicheleromatuscolana

IG @damicheleromatuscolana

Sito http://damicheleroma.it/

Telefono 06764898

Torna il Cacio e Pepe Festival da Eataly Roma

TORNA IL CACIO E PEPE FESTIVAL
DA EATALY ROMA
DAL 28 AL 30 GENNAIO 2022

TORNA IL CACIO E PEPE FESTIVAL DA EATALY ROMA

Dal 28 al 30 gennaio 2022 lo store romano
celebra la cacio e pepe, uno dei primi piatti più apprezzati della tradizione romana,
con degustazioni, incontri e momenti didattici

Sembra un primo piatto di facile realizzazione ma in realtà non lo è affatto. La Cacio e Pepe è un must della cucina romana che viene eseguita con pochi ingredienti di qualità e che richiede una grande maestria. Nata nel mondo della pastorizia, è una delle specialità immancabili nei menu dei ristoranti romani.

E così lo store di Roma ha deciso di chiudere la celebrazione per i quindici anni di Eataly, con un Festival dedicato allo Cacio e Pepe che si terrà al Terzo Piano dal 28 al 30 gennaio. Alcuni dei più celebri rappresentanti del panorama gastronomico romano porteranno ricette classiche e rivisitate: Felice a Testaccio preparerà i Tonnarelli cacio e pepe, l’Osteria Fratelli Mori farà degustare le Mezze maniche cacio e pepe, Alari i Cannelloni di ricotta con crema cacio e pepe e le Polpettine con crema cacio e pepe. Trattoria Verbano farà le Fettuccine cacio, pepe e baccalà e le Puntarelle cacio e pepe.

Il Pastificio Secondi realizzerà i Ravioli ripieni di cacio e “pepe rosso Kampot della Cambogia” con guanciale croccante; i Ravioli ai carciofi alla romana con crema di cacio e “pepe Terra, selezione di pepie limone; la Mattonella di lasagna fritta cacio e “pepe bianco Muntok dell’Indonesia” e “pepe nero Sarawak della Malesia”. La scelta del pepe per la creazione di ogni piatto del Pastificio Secondi è in collaborazione con L’Emporio delle spezie.

Manforte delizierà i presenti al Festival con il Supplì cacio e pepe (gluten free), le Patate fresche maltagliate con salsa fatta in casa cacio e pepe (gluten free), l’ Hamburger (di manzo o vegetariano) con rucola, pomodoro e salsa calcio e pepe mentre, la proposta dolce, sarà affidata ad Alari Pasticceria che porterà una golosa offerta di Crostate tra cui quella con Ricotta e cioccolato.

Tutte le specialità saranno abbinate alle birre artigianali proposte da Beer Fellas (Birrificio del Doge, Rebel’s Brewery, Birrificio Amerino) e alla selezione di vini e bibite analcoliche al Bar di Eataly.

Oltre a degustare i piatti si potrà prendere parte anche a una serie di interessanti attività e incontri: sabato 29 gennaio dalle ore 19.00 alle 22.00 si potranno mettere le mani in pasta nel corso “La cucina romana: i primi” con Alessandra Mariani, chef della didattica di Eataly.

Sempre sabato 29 gennaio alle ore 20.30, Mauro Secondi, del Pastificio Secondi e Fabio Gizzi, dell’Emporio delle spezie, saranno protagonisti dell’incontro “Cacio e pepe: alla scoperta dei sapori“. Un momento formativo durante il quale verrà raccontata la storia delle diverse varietà di pepe e il loro utilizzo in cucina, guidando i presenti in un viaggio sensoriale e antropologico tutto da scoprire.

Ad animare il Cacio e Pepe Festival ci sarà il dj set a cura di Brad Fongusto, venerdì dalle 19.00 alle 21.30 e, a seguire fino alle 24.00, Beat Soup. Sabato la parte musicale sarà a cura di dj set La Reina dalle 19.00 alle 21.30, per poi proseguire con Dj Ascolto. Domenica 30 gennaio dalle 12.45 alle 15.15, dj set con Mister Stereo 8, mentre dalle 19.00 alle 21.30 spazio al sound di Federico Zanghì.

L’ingresso al Festival è gratuito ed è consentito solo con Green Pass rafforzato nel rispetto di tutte le misure di sicurezza anti-covid.

Per informazioni: https://www.eataly.net/it_it/negozi/roma/news/cacio-pepe-festival-roma

Cacio e Pepe Festival
Eataly Roma – Terzo Piano
dal 28 al 30 gennaio 2022

Orario:
Venerdì 28 gennaio | 19.00 – 24.00
Sabato 29 gennaio | 19.00 – 24.00
Domenica 30 gennaio | 12.00 – 16.00 | 18.00 – 22.00

 

Exit mobile version