Amaro Amara e Liquori dell’Etna a Identità Golose 2021

Rossa Sicily, il corporate brand che raggruppa Amaro Amara e Liquori dell’Etna, sarà protagonista alla sedicesima edizione di Identità Golose, in scena dal 25 al 27 settembre 2021 al MiCo di Milano, che avrà come filo conduttore il tema Costruire un Nuovo Futuro: Il Lavoro.

A Milano, Rossa Sicily arriva portando con orgoglio le sue punte di diamante, Amaro Amara e il nuovo progetto Liquori dell’Etna, simboli dell’unicità del territorio etneo, che hanno segnato l’innovazione e la crescita produttiva aziendale nonostante le incertezze dovute all’emergenza sanitaria tuttora in corso.

“In quest’ultimo anno – spiega Edoardo Strano, CEO di Rossa Sicily – abbiamo voluto valorizzare ancora di più il lavoro della nostra squadra di agricoltori nei nostri agrumeti e nei nostri giardini, dove matura la migliore frutta di stagione etnea. Lo abbiamo fatto mettendo al primo posto la sapiente cura delle loro mani impegnandoci a sublimare la ricchezza di una materia prima così preziosa in ogni bottiglia cercando di mantenere inalterati profumi, sapori e colori della migliore frutta di stagione”. 

L’autenticità degli spirits firmati da Rossa Sicily nasce infatti da un meticoloso processo produttivo artigianale che dal campo arriva sino alla bottiglia, enfatizzata dall’inconfondibile ceralacca rossa che celebra l’autentica artigianalità siciliana su ogni bottiglia di Amara.

In questa sedicesima edizione di Identità Golose ci saranno tutte le ultime novità di Rossa Sicily: il nuovo release di Amara Caroni, un’edizione limitata e da collezione, dove le note di Amara si arricchiscono di un affinamento di 12 mesi nelle botti che hanno contenuto il mitico rum Caroni, apprezzato e amato da appassionati e collezionisti di tutto il mondo. 

Spazio anche per i nuovi gusti dei Liquori dell’Etna, infusi prodotti con solo frutta fresca tipica del vulcano, raggruppati nel concept Brand “Le Avventure degli Etnauti” che celebrano sensali, agricoltori e commercianti coraggiosi che hanno contribuito a costruire il fascino e il successo dell’agricoltura etnea. Le loro storie agricole sono narrate in una graphic novel che da vita a un racconto originale attraverso un progetto di branding innovativo. A Identità Golose debutteranno i nuovi gusti: Fragola di Maletto, Ciliegia Mastrantonio e Gelso Nero che si aggiungono agli altri sette lanciati la scorsa primavera (Limone Primofiore, Tarocco Gallo, Mandarino Tardivo Marzola, Pesca Tabacchiera, Mela Delizia dell’Etna, Pera Coscia e Fico d’India). 

E poi ancora gli appassionati avranno la possibilità di scoprire le differenti anime di Amaro Amara, l’iconico liquore di Arance Rosse di Sicilia IGP che si esprimerà con i suoi inconfondibili aromi e profumi sia in purezza che in mixology, come ingrediente originale di ricercati drinks. I cocktail saranno firmati dai migliori bartender italiani, in collaborazione con Velier, tra i più importanti player di distribuzione di spirits nazionali e internazionali tra cui Amaro Amara e Liquori dell’Etna. 

Amaro Amara e Liquori dell’Etna saranno inoltre protagonisti al più atteso degli eventi fuori salone “Identità Sicilia”, la festa dei produttori siciliani che si terrà domenica 26 Settembre, dalle 23:00 in poi, presso Fud Bottega Sicula, in via Casale 8, sui Navigli di Milano. ​​

Arancia Rossa: ottima annata ma mercati in crisi

La raccolta dell’arancia rossa di Sicilia IGP entra nell’ultima fase della campagna 2020/2021.

Negli 80 ettari di agrumeti di Contrada San Martino, il quartier generale di Rossa Sicily, l’azienda agricola che produce Amaro Amara dalle scorze di questo prezioso frutto, le attività di raccolta proseguono a pieno regime. Nel cuore produttivo dell’iconico liquore si celebra un’annata particolarmente fortunata dal punto di vista qualitativo e quantitativo ma non altrettanto da quello economico, che risente della mancata apertura di bar e ristoranti, con un conseguente calo degli ordini. Una recessione che non scoraggia però i piani di produzione del brand.

“Con gli standard di qualità dell’arancia rossa di Sicilia IGP registrati quest’anno – spiega Edoardo Strano, founder di Rossa Sicily – Amara avrà una maggiore concentrazione di aromi in grado di conferirle sempre di più quella sicilianità autentica, tratto della sua personalità che lo distingue dal panorama degli amari artigianali, anche per questo non vogliamo abbassare la produzione, nonostante la congiuntura economica non sia delle migliori.”

Ad un anno dall’inizio della Pandemia da Covid-19, Rossa Sicily sta infatti ponendo le basi per una produzione di Amara in linea con le quantità del 2020.

“Abbiamo deciso di andare avanti – continua Edoardo Strano –  nonostante il netto calo degli ordini rispetto a quanto registrato un anno fa. Il nostro approdo principale resta il canale HoReCa e con questo stato di cose siamo tra quelle realtà che di più hanno patito l’impatto delle aperture a singhiozzo di ristoranti, bar ed enoteche. Il nostro è un atto di resilienza a questo periodo, lo dobbiamo a chi in questi mesi ha lavorato in agrumeto per garantire una materia prima di qualità, a chi ha continuato a lavorare per la realizzazione degli obiettivi di crescita e sviluppo che ci eravamo prefissati”. 

Il difficile scenario economico nazionale e internazionale infatti non scoraggia le speranze di crescita del corporate brand Amara: “Abbiamo dovuto rivedere i nostri piani ma non vogliamo fare tagli. Adesso però è necessario un intervento degli organi competenti per consentire una riapertura controllata e in sicurezza delle attività del canale HoReCa. anche nelle ore serali, occorre rimettere in moto tutto il circuito dell’indotto altrimenti sarà il collasso.”

La raccolta delle arance rosse di Sicilia IGP di Rossa Sicily, come di consueto, si è aperta con il taglio del Tarocco Nocellare, una delle varietà più precoci, che si è protratta sino al mese di gennaio; a seguire è stato il turno del Tarocco Gallo la cui raccolta si concluderà nel mese di marzo quando maturerà la varietà tardiva del Tarocco Meli con in contrada San Martino si chiuderanno le operazioni di raccolta della campagna 2020/2021.

Ad oggi la quantità registrata è di poco superiore all’ultima campagna, con rese per ettaro che raggiungono quota 250 quintali, mentre la qualità è superiore con frutti di pezzatura media, di buona sanità e dalle spiccate qualità organolettiche sia della buccia che della polpa: l’arrivo del primo freddo, in anticipo rispetto alla norma, nel mese di novembre ha accelerato la pigmentazione delle arance e favorito, grazie alle notevoli escursioni termiche, l’accumulo delle antocianine che ne determina il caratteristico colore e in generale dei polifenoli nelle bucce, alla base del ricco patrimonio dei profumi che si ritrova in Amara.

L’unicità di Amara, infatti è data da infusione multipla, messa a punto a partire da un’intuizione di Edoardo Strano, che consente di avere una maggiore concentrazione di aromi proprio per il ricambio costante delle scorze delle migliori varietà di arance rosse di Sicilia IGP poste a macerare nello stesso alcool.