“Ci sono luoghi, momenti, eventi ricolmi di energia, che fanno la differenza. Tra gli eventi del mondo dell’enogastronomia pochissimi hanno la stessa forza e lo stesso cuore della Florence Cocktail Week, ed è stato un onore per noi poter collaborare con Paola Mencarelli e la sua squadra, portando sul palco della manifestazione (ospitati dal meraviglioso Team del Sina Villa Medici Hotel) le nostre Masterclass e la nostra passione per distillati e liquori italiani. Altresì una grande gioia salire su un palco così prestigioso per premiare non solo i migliori ristoranti e cocktail bar fiorentini e toscani, ma anche e soprattutto per anticipare due dei nostri Award più importanti: l’Ampolla d’oro per la miglior carta di distillati in un Ristorante d’autore e l’Ampolla d’oro per la miglior carta di distillati in una pizzeria, andati rispettivamente al Ristorante Morelli di Milano e alla Pizzeria Maiori di Cagliari”. A parlare così Francesco Bruno Fadda fondatore e co-curatore di Spirito Autoctono, nel tirare – entusiasta – le fila della trasferta fiorentina. Ovvero del primo appuntamento del lungo autunno che ci porterà fino al 15 gennaio 2022, giorno della pubblicazione della Guida.

“Le motivazioni dietro i premi sono lineari e hanno portato a una vittoria chiara per tutti i votanti, fondamentale nella scelta è stata la capacità del locale di distinguere il bere in purezza dal bere miscelato, riuscendo a dare pari dignità a entrambi, scegliendo per ogni etichetta il suo perfect serve. Altro aspetto in comune a tutti i locali (compresi quelli di Firenze e della Toscana premiati in collaborazione con la FCW)” sottolinea con attenzione il co-curatore della guida, “è stata la capacità di dominare la sala, portando a tavola i prodotti con un servizio impeccabile, adatto al luogo e al contesto”.

Linee guida ben precise che hanno portato il primo Award a Milano:  “Il Ristorante Morelli, indirizzo meneghino dello chef Giancarlo Morelli, ha affiancato alla tavola (compresa quella del Bulk, il Bistrot della maison) un American Bar di assoluto spessore, dove a una bottigliera bella esteticamente si accompagna una vera penetrazione del bar manager all’interno della produzione italiana e internazionale. Il tutto riuscendo ad abbinare con precisione e preparazione millimetrica la proposta beverage alla carta, sempre elegante, firmata dallo chef Morelli. La concomitanza di questi due importantissimi fattori, ci hanno fatto scegliere questo indirizzo per la nostra Ampolla d’oro”.

“Lavorare all’Award dedicato alla pizzeria” continua Fadda, “è stato ancora più complesso. Nonostante l’abbinamento tra alcuni distillati e i lievitati sia in assoluto il migliore possibile per questi ultimi, è un’abitudine non ancora diffusa in Italia, che rende gli imprenditori della ristorazione cauti. Pizzeria Maiori, Cagliari, in questo è assolutamente coraggiosa e lungimirante. Il bar gestito da Antonio Varotto non solo riesce a danzare all’unisono con il forno gestito da Emanuele Riemma, ma non sfigurerebbe in nessun indirizzo specializzato in mixology. L’offerta è trasversale per gusti, generi e occasioni, riuscendo a coprire alla perfezione ogni momento della cena”.