Molestie e Favori sessuali alla Court of Master Sommeliers, uno scandalo che colpisce il mondo del vino in America

Sotto la lente di ingrandimento dello scandalo Fred Dame e Geoff Kruth, due figure principali della Corte. 

21 Donne hanno denunciato il tutto, sostenendo di aver ricevuto richieste di favori sessuali pur di entrare nella prestigiosa realtà della sommellerie. 

Lo scandalo è stato riportato dal New York Times, che marca la mano: il ” Board” già conosceva questi soprusi, ed ha taciuto tutto. 

Per alcune ricostruzioni, potrebbe essere un nuovo scandalo, che ha colpito l’associazione nel 2018. La Corte del Master ha revocato il titolo di Master Sommelier a 23 dei 24 candidati. Poiché un componente della commissione aveva diffuso informazioni sui vini usati durante l’esame, degustati ” alla cieca”. 

Le 21 Donne aspiranti sommelier sarebbero state vittime delle attenzioni particolari di Fred Dame e Geoff Kruth . 

Dame è il fondatore della Court of Master Sommeliers, ed il primo ” master sommelier” americano, Geoff Kruth, che ha rassegnato le dimissioni dalla Corte, è un docente in vista. 

Questo titolo è riconosciuto a livello internazionale. Solo in 155 registrati sono riusciti a superare la dura trafila degli esami in America. Tra tutti solo 24 donne. Il primo esame si è svolto nel Regno Unito nel 1969. Poi l’associazione si è estesa al resto d’Europa e in America. Per merito della supervisione della Vinters Company, furono creati, the Institute of Master of wine, the Wine e Spirit Association of Great Britain. Contro i vertici della Court of Master Sommeliers, che da 199 ha visto solo 172 persone ottenere la spilletta rosso e oro, di cui pochissime donne. Le posizioni raccolte hanno messo in evidenza come all’interno queste fossero condotte conosciute e delle quali nessuno si meraviglia più, neanche all’interno della loro leadership.Visto che già più di dieci anni fa alcuni membri furono sospesi per molestie sessuali. 

L’esplosione di queste accuse nel mondo della sommellerie assume molta risonanza e bisogno di tutela dopo l’incremento delle domande di partecipazione al percorso formativo in seguito alla messa in onda di ” Somm”, documentario americano nato nel 2012 che narra la dura vita e il percorso di studi di quattro aspiranti sommelier. 

Grosso problema è il Gap Sociale tra maschio e femmina che è forte negli ambienti dell’alta sommellerie, al punto tale da condurre molte donne ad abbandonare il percorso o peggio, da imparare a conviverci. 

” La cosa assurda è che ci si abitui ad essere in debito con gli uomini in questo settore”. 

Simbolo di una misoginia da punire e condannare e non accettare più in alcuna forma e mestiere. 

Visto, che per amare il vino e per farlo amare non conta essere uomini o donne.