In un momento storico, dove il piatto più popolare al mondo, esplode, con tutta la foga di chi sembra aver dimenticato che, semplicemente, acqua, farina, lievito, un pizzico di sale, un buon pomodoro, mozzarella, un filo d’olio e basilico, rendono, da secoli, felici miliardi di persone, sono perplessa sul futuro di queste generazioni allo sbaraglio, che fanno di un’arte un business, zero passione e tanta confusione, paroloni a discapito di emozioni, un solo progetto, zero rispetto. In questo pazzo mondo pizza, un grande uomo spicca, con tutta la sua umiltà e generosità, nel cuore di una pizza alla romana: Fabio Sociani, un romano “de Roma” e voglio raccontare la sua storia. Non ho vittorie, coppe o trofei da elencare perché Fabio non ne ha, eppure, nonostante una carriera iniziata a 25 anni, ha gestito note pizzerie della capitale, è proprietario di una pizzeria d’asporto a Fonte Nuova (Roma), la “CIAK CHE PIZZA”, è maestro nella lavorazione di farine poco raffinate ed alternative (farina tipo 1, ai cereali, canapa, riso venere, carota nera e spirulina), è uno dei primi in Italia ad aver realizzato una pizza LOW CARB di grande successo ed è istruttore ℅ la scuola MANI IN PASTA del maestro Marco Manzi.

Fabio, in passato, ha partecipato ad alcuni concorsi di pizzaiolo ed ha scoperto che in realtà, il suo interesse non era rivolto né al vincere, né al partecipare, ma all’emozione provata nel poter riabbracciare colleghi ed amici, arrivati da ogni dove, e che, solitamente, si frequentano via i Social.

Il suo motto “LA PIZZA UNISCE” inizia ad avere una vera importanza nella sua vita, specchio del suo animo nobile e generoso. Fabio decide di organizzare il suo proprio campionato il “TROFEO CIAK CHE PIZZA” riuscendo a riunire pizzaioli accorsi da tutta l’Europa, grandi sponsor come GUSTAROSSO, GASPODINI, OLIO MANTOVA, TARTUFI NEGRONI, MONDO ALIMENTI etc., una giuria d’eccezione capitanata dallo Chef ANDY LUOTTO, il tutto coadiuvato dal suo amico storico, nonché, speaker d’eccezione Enrico Bianchini e dalla fantastica fotografa Margherita Polezhaeva. Nel 2019 si è svolta, nella splendida cornice del CINECITTA WORLD la 2a edizione. Causa confinamento per Covid-19, la terza edizione non ha avuto luogo e Fabio, preoccupato per il morale a zero dei colleghi pizzaioli, decide di organizzare una competizione online completamente GRATUITA, con premi, attestati e tutto ciò che caratterizza un campionato, fino alla diretta web per proclamare i vincitori. Vi hanno partecipato quasi 300 pizzaioli, posizionando Fabio, al vertice di una classifica di umiltà e generosità. Contento?? Si, ma non soddisfatto, vuole fare di più: riabbracciare dal vivo i suoi colleghi ed amici dopo la triste pausa confinante e portare un messaggio di speranza: nasce il 1° Trofeo di pizza romana RITORNO ALLE ORIGINI, svoltosi a fine agosto, nella splendida cornice di Roma World, il parco à tema che ti immerge completamente nel mondo dell’antica Roma e del quotidiano dei GLADIATORI.

Con tutte le dovute precauzioni, è stata una giornata meravigliosa (ero presente in giuria) ed abbiamo degustato prodotti d’eccezione, in quanto, i partecipanti hanno dovuto studiare tanto per offrirci lavorazioni che rispecchiassero i metodi degli antichi romani: impasto realizzato con farine grezze ed acqua fermentata con frutta e miele, niente pomodoro ne mozzarella, esclusivamente ricette realizzate con prodotti reperibili a quel tempo. Una competizione originale e di grande successo, sicuramente da rifare. Ho raccontato le capacità organizzative di Fabio per mettere in risalto la sua visione del mondo pizza e la sua positività nel pensare al vero significato che per lui rappresenta un campionato: riunire per passione, amicizia e condivisione.

Infatti, nelle sue assolute priorità ci sono grandi iniziative al servizio di chi ne ha bisogno come PIZZAIOLI UNITI SI VINCE, un gruppo Facebook creato con il maestro Francesco Disperso, che organizza raccolta fondi per bambini che necessitano di cure onerose, con 1 euro donato, per ogni pizza venduta, oppure la distribuzione delle scatole sorpresa per i più piccoli, le HAPPY SORPRESA, oppure gli annunci gratuiti su OTTOORE, un magazine specializzato per chi è in cerca di occupazione, OPPURE, la creazione del GIORNALE della PIZZA, (in collaborazione con il PIZZA MAGAZINE) , rivista specializzata nei racconti sull’Arte Bianca con l’emissione di un certificato di eccellenza, rilasciato a tutti coloro che si distinguono in quest’arte, oppure integrare l’equipe di educatori del centro di recupero per tossicodipendenti DIANOVA ITALIA ONLUS, coadiuvato dall’amico e maestro Marco Palma, con lo scopo di ridare una speranza a tanti giovani di ri inserirsi, dopo cure, nel mondo del lavoro, imparando un mestiere, oppure, à breve, realizzare corsi per ragazzi diversamente abili con un forno a legna su 4 ruote, generosamente offerto dalla ditta Rosso Fuoco, oppure una campagna contro la Bulimia e l’Anorresia, oppure essere promotore della campagna RICICLOLIO per la salute del pianeta.

Infine, ho avuto la pelle d’oca, quando discutendo capisco che, pur essendo già papà, ha chiesto ed ottenuto in affidamento un bambino, per realizzare il suo sogno di donare un focolaio felice a chi è stato meno fortunato. Questo è Fabio SOCIANI, un vero e proprio SUPEREROE dei tempi moderni, vicinissimo alle problematiche della nostra società e del mondo pizza, sempre pronto ad aiutare, anche il pianeta, se necessario. Trae tutta la sua forza da sua moglie Tatiana e sua figlia Iara, che lo sostengono e lo seguono in ogni suo progetto. Tante sono ancora le opere da realizzare e, ad oggi, Fabio resta una delle rare persone che stimo profondamente ed al quale auguro tutta la forza necessaria per poter portare avanti la sua “ideologia” di un mondo pizza unito, felice e caritatevole.

 

CIAK CHE PIZZA

Via del Brennero, 78

00013  FONTE NUOVA

Tel. 0690018139

 

@pizzaioliunitisivince

@ciackchepizza

@scuolamaniinpasta

@ilgiornaledellapizza

www.dianova.it