Site icon Le storie dei protagonisti del Food

Mascarin Syrah di Vini San Valentino fra i rossi migliori del 2021

line-up vini-san-valentino

Vini San Valentino: il 2021 si conclude con i riconoscimenti della critica

Il Mascarin Syrah fra i vini rossi migliori dell’anno

Per l’azienda vinicola dalle finestre colorate dei Colli di Rimini, l’anno appena trascorso si è concluso all’insegna di riconoscimenti da parte di esperti internazionali e nazionali del mondo del vino.

Dopo un inverno iniziato con l’inserimento dello Scabi Rebola 2020 nella Guida “Berebene 2022” del Gambero Rosso, che cita la Vini San Valentino come “una realtà in rampa di lancio del riminese”, arriva Luca Maroni che nell’Annuario dei migliori vini italiani, loda il Mascarin Syrah 2017, giudicato come uno fra i rossi italiani migliori dell’anno: “Un vino fatto di luce, un nero sì viola e sì totalmente scuro […] il suo grado è cremosamente avvolto in glicerina, in spire e in dolcezze di polpa e di spezie che ne trasmettono l’ardore senza generale sovra-calore”.

line-up vini-san-valentino

Nel libro “L’emozione del vino”, recente pubblicazione dei giornalisti Paolo Massobrio e Marco Gatti, la Vini San Valentino è segnalata come cantina italiana da non perdere per gli appassionati, con un plauso particolare al Vivian Rubicone Rosso I.G.P., blend di Syrah, Sangiovese e Montepulciano magnificato in alcune righe che lo descrivono come “un rosso rubino di grande concentrazione cromatica e olfattiva, fitto nella trama di pepe nero, prugna e liquirizia e avvolto in un sorso finemente tannico”.

Ed è ancora una volta il Vivian a finire, qualche giorno dopo, sotto la lente di ingrandimento dell’esperto Luca Gardini alias “TheWinekiller” che lo acclama come uno dei migliori “tagli bordolesi romagnoli” con la sua bella pulizia di fattura ed eleganza.

Dulcis in fundo, a conclusione del 2021 il giudizio e i punteggi di James Suckling, che assegna ben 92 punti al Mascarin Syrah 2017 e 91 punti al Terra di Covignano Sangiovese Superiore Riserva 2017, invitando alla degustazione e definendo quest’ultimo corposo e deciso.

Exit mobile version