FOOD HALL NAPOLI: 4000mq nella Stazione Centrale dedicati alla ristorazione

Due piani collegati da ascensore, scale fisse e mobili, una magnifica luce naturale che penetra dal lucernario centrale, vista sul Vesuvio e sullo skyline di Piazza Garibaldi, design, materiali d’eccezione e tanto confort. Vi parlo della nuova FOOD HALL, inaugurata, in questi giorni, nella stazione ferroviaria centrale di Napoli. Un luogo di pausa accogliente e conviviale, ideale per rifocillarsi e non solo per i viaggiatori.

A curare il progetto FOOD HALL è la Grandi Stazioni Retail Spa, che si sta occupando di ridare nuova vita a spazi inutilizzati, in diverse stazioni italiane come Roma, Torino e Milano, decretandole non più come soli edifici dedicati al viaggio, ma, come una vera e propria rivoluzione urbana.

Sono rimasta positivamente colpita dagli spazi, eleganti e ben distribuiti, e alla scelta di dare visibilità, agli artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, con il murales POPNAPOLIPOP, ai giovani stilisti dell’Accademia della Moda Campana con abiti realizzati con materiali di riciclo ed alle opere dell’artista Giuseppe Tulino.

Non solo food, quindi, ma una grande finestra sulle nostre arti, culinarie e non, completamente aperta al mondo in transito nella nostra bella città.

Quanto alle insegne, quasi tutte campane, offrono il meglio del food and drink alla moda:

  • Il vero bar del Professore

  • Scaturchio
  • Cuori di Sfogliatella

  • Fresco ristorante e pizzeria
  • Al Dente
  • Bottega Prosecco

  • MammaMia

  • Heineken beers&bar
  • Mc Donald’s
  • Mc Café
  • Billy Tacos
  • Nonna Titti road house
  • Toast House

Grazie alle nuove aperture, sono stati creati 200 posti di lavoro, importantissimo, soprattutto in questo delicato periodo della nostra storia. Una boccata d’aria buona per l’economia locale, ricordando che Napoli Centrale è la terza più grande stazione d’Italia, con circa 300 treni in transito al giorno e 70 milioni di persone l’anno. Come direbbe il grande Eduardo: VISITATE VISITATE.